[Diario 04] Messor capitatus (Limoncella) di Sabby

Re: [Diario 04] Messor capitatus (Limoncella) di Sabby

Messaggioda Lio » 15/07/2019, 11:46

Puoi provare ad umidificare la parte dove si è nascosta la regina
♧♧♧♧♧♧♧♧♧♧♧♧♧♧♧♧♧ LIO ♧♧♧♧♧♧♧♧♧♧♧♧♧♧♧♧
Avatar utente
Lio
larva
 
Messaggi: 274
Iscritto il: 18 apr '19
Località: Sicilia
  • Non connesso

Re: [Diario 04] Messor capitatus (Limoncella) di Sabby

Messaggioda sidaf » 15/07/2019, 17:16

Lio ha scritto:Puoi provare ad umidificare la parte dove si è nascosta la regina

Si, era la mia seconda opzione (la prima era la lampada), ma speravo di trovare altre strategie
dovrò dosare bene l'acqua, per non far annegare le formiche
Spoiler: mostra
Colonie:
- Lasius emarginatus affidatomi da "lorenzoc" il 23/6/19 (regina sciamata nel 2016) Diario
- Messor capitatus in affido da entomodena 9/2020
In fonazione:
- Lasius sp. trovata a Bassano giugno 2020
- Messor capitatus donato da "messor" il 5 giugno 2020
- Camponotus vagus donato da "messor" agosto 2020
- Tetramorium sp. (sciamata giugno 2019, in fondazione) in affido da entomodena 9/2019
- Lasius sp. donata da Ruth 9/2019
In difficoltà:
- Camponotus vagus (sciamata primavera 2019, in fondazione) in affido da entomodena 9/2019
- Messor capitatus regina morta, affidatomi da "sabby fattyboy" il 29/6/19 (regina sciamata nel 2011) Diario
- Crematogaster scutellaris regina morta 1 giorno dopo averla presa, in affido da entomodena 9/2020

Anche una formica si pone al centro del suo mondo e secondo la propria prospettiva lo misura.
Ma come si può ritenere una delle due prospettive, quella dell’uomo o quella dell’insetto, più vera dell’altra?
Nietzsche
Avatar utente
sidaf
larva
 
Messaggi: 287
Iscritto il: 13 lug '18
Località: Marostica (VI)
  • Non connesso

Re: [Diario 04] Messor capitatus (Limoncella) di Sabby

Messaggioda sidaf » 22/07/2019, 10:26

ho inclinato il formicaio orizzontale in modo che il foro che voglio sgomberare fosse inclinato inclinato di circa 30° verso l'alto
ho inserito in momenti diversi piccole quantità d'acqua, cercando di evitare di annegare le formiche ma tenendo sempre troppo umido il foro da sgomberare in modo da renderlo sgradevole alle formiche
come risultato delle larve sono state portate fuori dal buco e messe in una stanza del formicaio (e fin qui va bene)
purtroppo non vedo ancora la regina (rimasta nel buco che voglio far evaquare) e le formiche continuano a entrare e a uscire dal buco, hanno tentato anche di bloccare l'entrata con un pezzo di cotone
Spoiler: mostra
Colonie:
- Lasius emarginatus affidatomi da "lorenzoc" il 23/6/19 (regina sciamata nel 2016) Diario
- Messor capitatus in affido da entomodena 9/2020
In fonazione:
- Lasius sp. trovata a Bassano giugno 2020
- Messor capitatus donato da "messor" il 5 giugno 2020
- Camponotus vagus donato da "messor" agosto 2020
- Tetramorium sp. (sciamata giugno 2019, in fondazione) in affido da entomodena 9/2019
- Lasius sp. donata da Ruth 9/2019
In difficoltà:
- Camponotus vagus (sciamata primavera 2019, in fondazione) in affido da entomodena 9/2019
- Messor capitatus regina morta, affidatomi da "sabby fattyboy" il 29/6/19 (regina sciamata nel 2011) Diario
- Crematogaster scutellaris regina morta 1 giorno dopo averla presa, in affido da entomodena 9/2020

Anche una formica si pone al centro del suo mondo e secondo la propria prospettiva lo misura.
Ma come si può ritenere una delle due prospettive, quella dell’uomo o quella dell’insetto, più vera dell’altra?
Nietzsche
Avatar utente
sidaf
larva
 
Messaggi: 287
Iscritto il: 13 lug '18
Località: Marostica (VI)
  • Non connesso

Re: [Diario 04] Messor capitatus (Limoncella) di Sabby

Messaggioda sidaf » 25/07/2019, 13:32

Non so se lo stratagemma funziona
Verso dell'acqua, nel foro che voglio evaquare, 3 volte al giorno: 9:00, 19:00 e 0:00
Ogni volta le formiche si agitano e poi alcune scappano fuori
dopo i primi interventi hanno portato fuori le larve ma poi la situazione si è stabilizzata e nonostante i ripetuti allagamenti il foro continua ad essere molto frequentato (ma le larve restano stabilmente in un altro luogo).
Credo che continuino a frequentare quel foro perchè essendo umido lo usano per ammorbidire i semi

Non sono più sicuro che la regina sia ancora li dentro, in effetti non so più dove si trova (non l'ho mai vista)

ho intenzione di allagarlo completamente per risolvere in modo definitivo il problema
per evitare di annegare le formiche all'interno lo riempirò gradualmente (per esempio aggiungendo una piccola quantità d'acqua ogni ora) così eventuali formiche all'interno hanno il tempo di uscire e di portare fuori eventuali semi, uova, larve
Spoiler: mostra
Colonie:
- Lasius emarginatus affidatomi da "lorenzoc" il 23/6/19 (regina sciamata nel 2016) Diario
- Messor capitatus in affido da entomodena 9/2020
In fonazione:
- Lasius sp. trovata a Bassano giugno 2020
- Messor capitatus donato da "messor" il 5 giugno 2020
- Camponotus vagus donato da "messor" agosto 2020
- Tetramorium sp. (sciamata giugno 2019, in fondazione) in affido da entomodena 9/2019
- Lasius sp. donata da Ruth 9/2019
In difficoltà:
- Camponotus vagus (sciamata primavera 2019, in fondazione) in affido da entomodena 9/2019
- Messor capitatus regina morta, affidatomi da "sabby fattyboy" il 29/6/19 (regina sciamata nel 2011) Diario
- Crematogaster scutellaris regina morta 1 giorno dopo averla presa, in affido da entomodena 9/2020

Anche una formica si pone al centro del suo mondo e secondo la propria prospettiva lo misura.
Ma come si può ritenere una delle due prospettive, quella dell’uomo o quella dell’insetto, più vera dell’altra?
Nietzsche
Avatar utente
sidaf
larva
 
Messaggi: 287
Iscritto il: 13 lug '18
Località: Marostica (VI)
  • Non connesso

Re: [Diario 04] Messor capitatus (Limoncella) di Sabby

Messaggioda yurj » 26/07/2019, 8:49

Se vuoi far spostare le formiche ti conviene usare il calore, metti il tutto a una temperatura anche di 20-22 gradi e applica un hot spot con un cavetto dove vuoi farle spostare.
Spoiler: mostra
In allevamento:
Camponotus cruentatus - C. ligniperda - C. vagus
Crematogaster scutellaris
Formica sanguinea
Avatar utente
yurj
moderatore
 
Messaggi: 2076
Iscritto il: 4 mar '15
Località: Piacenza
  • Non connesso

Re: [Diario 04] Messor capitatus (Limoncella) di Sabby

Messaggioda sidaf » 27/07/2019, 20:43

Grazie, un metodo meno traumatico rispetto a quello che avevo in mente io
Adesso però ci sono sui 30 gradi, quindi nin posso attirarle con il calore, aspetterò settembre-ottobre
Spoiler: mostra
Colonie:
- Lasius emarginatus affidatomi da "lorenzoc" il 23/6/19 (regina sciamata nel 2016) Diario
- Messor capitatus in affido da entomodena 9/2020
In fonazione:
- Lasius sp. trovata a Bassano giugno 2020
- Messor capitatus donato da "messor" il 5 giugno 2020
- Camponotus vagus donato da "messor" agosto 2020
- Tetramorium sp. (sciamata giugno 2019, in fondazione) in affido da entomodena 9/2019
- Lasius sp. donata da Ruth 9/2019
In difficoltà:
- Camponotus vagus (sciamata primavera 2019, in fondazione) in affido da entomodena 9/2019
- Messor capitatus regina morta, affidatomi da "sabby fattyboy" il 29/6/19 (regina sciamata nel 2011) Diario
- Crematogaster scutellaris regina morta 1 giorno dopo averla presa, in affido da entomodena 9/2020

Anche una formica si pone al centro del suo mondo e secondo la propria prospettiva lo misura.
Ma come si può ritenere una delle due prospettive, quella dell’uomo o quella dell’insetto, più vera dell’altra?
Nietzsche
Avatar utente
sidaf
larva
 
Messaggi: 287
Iscritto il: 13 lug '18
Località: Marostica (VI)
  • Non connesso

Re: [Diario 04] Messor capitatus (Limoncella) di Sabby

Messaggioda sidaf » 24/10/2019, 15:16

Buongiorno
Ho attuato il mio piano per far trasferire le Messor capitatus (il mio scopo è riuscire a vedere la regina, attualmente rintanata in dei fori che servivano per l'idratazione, quindi celata alla vista)

Il nuovo formicaio è riscaldato, è appoggiato su tappettino riscaldante elettrico
I precedenti tentativi per stimolare le formiche al trasloco sono falliti (luce diretta di una lampada e umidità eccessiva) ora provo con il calore

Nella foto si vede:
- l'arena con all'interno il vecchio formicaio (a sinistra)
- il nuovo formicaio a destra (colore giallo)

Si è verificato un problema imprevisto, si è formata della condensa sul vetro (sul lato interno) nella parte bassa del nuovo formicaio (quella più vicina alla fonte di calore), non so come risolvere il problema

P.S. nella foto se osservate il formicaio a destra, noterete l'assenza di fori per l'idratazione, i fori ci sono solo che ho messo il formicaio sotto sopra :lol: quindi stasera lo devo capovolgere

Non so quanto sia fondamentale idratare il formicaio, ho letto che amano nidi secchi, ma penso che da stasera (dopo aver capovolto il formicaio inizierò ad idratarlo un pochino).
Nel vecchio formicaio mancava un metodo di idratazione (i fori per l'idratazione erano già stati colonizzati quando sono entrato in possesso della colonia), per compensare ho sempre 2 provette con acqua in arena + cotone bagnato
Allegati
formicaio giallo messor.jpg
Spoiler: mostra
Colonie:
- Lasius emarginatus affidatomi da "lorenzoc" il 23/6/19 (regina sciamata nel 2016) Diario
- Messor capitatus in affido da entomodena 9/2020
In fonazione:
- Lasius sp. trovata a Bassano giugno 2020
- Messor capitatus donato da "messor" il 5 giugno 2020
- Camponotus vagus donato da "messor" agosto 2020
- Tetramorium sp. (sciamata giugno 2019, in fondazione) in affido da entomodena 9/2019
- Lasius sp. donata da Ruth 9/2019
In difficoltà:
- Camponotus vagus (sciamata primavera 2019, in fondazione) in affido da entomodena 9/2019
- Messor capitatus regina morta, affidatomi da "sabby fattyboy" il 29/6/19 (regina sciamata nel 2011) Diario
- Crematogaster scutellaris regina morta 1 giorno dopo averla presa, in affido da entomodena 9/2020

Anche una formica si pone al centro del suo mondo e secondo la propria prospettiva lo misura.
Ma come si può ritenere una delle due prospettive, quella dell’uomo o quella dell’insetto, più vera dell’altra?
Nietzsche
Avatar utente
sidaf
larva
 
Messaggi: 287
Iscritto il: 13 lug '18
Località: Marostica (VI)
  • Non connesso

Re: [Diario 04] Messor capitatus (Limoncella) di Sabby

Messaggioda sabby fattyboy » 26/10/2019, 0:42

Ciao Sidaf, ti pensavo spesso in questi giorni ed ecco che trovo il tuo aggiornamento! :-)
Mi spiace che tu non sia ancora riuscito a vedere la regina, magari e' scappata veramente... ma dal comportamento delle formiche che restano tenacemente attaccate alla regina ritornando nei buchi e dal fatto che ci sono larve tendo a ritenere che la regina sia ancora li.

Concordo con yurj che il calore e' un buon modo per infastidirle, ovviamente senza "lessarle"... Anche se un po' "molesto" se l'aumento del calore avviene in modo molto graduale avranno tempo di decidere che non va piu' bene e di spostarsi.
Tieni presente che lo spostamento di una regina di questa specie di formica in natura non avviene quasi mai quindi lo spostamento e' un evento a cui ricorrono solo in casi di emergenza.

Ancora piu' molesto sarebbe muovere o far vibrare il nido, in genere le specie ipogee non sono abituate a oscillazioni o scuotimenti (se non in caso di terremoti...), invece le specie arboricole sono molto piu' tolleranti, con loro non funzionerebbe.

Per facilitare ulteriormente il trasferimento ti suggerisco di usare una tubatura scura o nera per collegare il vecchio nido al nuovo e mantienila piu' corta che puoi per evitare il rischio che trasferiscano il nido nel tubo, o magari evitalo del tutto; avvicina gli ingressi dei formicai e infila un "ponticello" (magari coperto) fra i due buchi, puoi usare uno stuzzicadenti o un pezzo di spago, ma molto corto, la regina deve stare allo scoperto il meno possibile, pochissimi centimetri nel setup che riporti in foto secondo me deve fare tantissima strada, forse troppa.

Inoltre come hai gia' fatto, mantieni oscurato il nuovo nido in modo da renderlo piu' attraente, o almeno crea una nursery coprendo una camera, possibilmente non troppo secca e possibilmente non vicino all'ingresso del nido, vedo che il tuo nuovo nido ha 4 camere o sbaglio ? Come lo hai realizzato ?

In genere le Messor prediligono ambienti molto secchi per immagazzinare per lungo tempo semi che altrimenti germoglierebbero, pero' hanno anche bisogno (come tutti gli essere viventi) di acqua, oltre che per bere anche per mantenere l'umidita' ideale nelle camere di covata (che devono essere piu' umide del magazzino semi), e inoltre usano camere umide anche per ammorbidire i semi prima di mangiarli, in generale negli ambienti in cui vivono trovano questa graduazione andando piu' o meno in profondita' nel terreno anche se a volte si adattano in orizzontale perche' trovano condizioni ideali appena sotto un masso.

Originariamente il formicaio era pensato per essere verticale, stava su un ripiano di uno scaffale con ripiani a griglia e nel ripiano superiore c'era l'arena, gli avevo fatto i buchi vicino all'ingresso per sicurezza solo se ne avessi avuto bisogno di bagnarlo da li (il mio precedente formicaio aveva i buchi solo in alto), invece questo formicaio lo volevo inumidire dal basso come avviene naturalmente, la posizione orizzontale e' stata un adattamento alla situazione.
Buona fortuna e vedrai che presto o tardi incontrerai Limoncella, ne sono sicuro :-)

P.S. Guardando bene la foto del tuo nido vedo che il gasbeton (mi sembra gasbeton...) e' abbastanza spesso e, anche se per prospettiva della foto non si vede bene, mi sembra che il buco all'ingresso e' piuttosto indietro rispetto alla camera, quindi il "tunnel" e' piuttosto lungo e secondo me gia' rischi che in mancanza di meglio la regina ci si trasferisca dentro.
Ho avuto questa esperienza in passato e per questo i canali di ingresso in questo formicaio sono molto brevi
Spoiler: mostra
EX-COLONIE (ora non le ho piu', lascio i link per riferimento):
Lasius sp. Diario.
Temnothorax sp. Diario.
Camponotus truncatus Diario
Messor minor Diario

COLONIA ATTIVA:
Messor capitatus Diario.
Avatar utente
sabby fattyboy
pupa
 
Messaggi: 379
Iscritto il: 9 ago '11
Località: Milano/Crema
  • Non connesso

Re: [Diario 04] Messor capitatus (Limoncella) di Sabby

Messaggioda sidaf » 28/10/2019, 11:37

Ciao, mi fa piacere sentirti :)

La colonia ha apprezzato la nuova sistemazione:
- le camere visibili del vecchio formicaio sono vuote
- i buchi celati alla vista nel vecchio formicaio invece non so se sono occupati ancora
- le camere nel nuovo formicaio sono ora abitate

In una delle foto si vedono i 2 fori nel nuovo formicaio dedicati all'idratazione, ho deciso di usare solo il foro a sinistra visto che questa specie preferisce i nidi secchi

sabby fattyboy ha scritto:dal comportamento delle formiche che restano tenacemente attaccate alla regina ritornando nei buchi e dal fatto che ci sono larve tendo a ritenere che la regina sia ancora li.

Lo spero vivamente ma forse le formiche tendono a frequentare i buchi dell'idratazione perché è il luogo più buio a cui possono accedere. Da un paio di giorni tengo coperto anche il nuovo formicaio quindi le formiche hanno un'altro luogo buio in cui andare.
Riguardo alle larve, le ho avvistate solo quando tentavo di scacciare le formiche dai buchi inserendo qualche goccia d'acqua per rendere l'ambiente umido, a quel punto le larve erano state trasportate nel formicaio dove potevo osservarle, quando ho smesso di umidificare i fori le larve sono sparite (riportate nei buchi), da quel momento in poi non ne ho più avvistate (nascoste nel buco oppure non ce ne sono più, non lo so)

sabby fattyboy ha scritto:Concordo con yurj che il calore e' un buon modo per infastidirle

Io avevo inteso il calore come un metodo per attirarle, infatti il suggerimento mi è stato dato a luglio ma l'ho applicato solo ora, ho messo il tappettino riscaldato sotto al nuovo formicaio. Se la temperatura ambiente è di 19 gradi mentre nel nuovo formicaio è superiore di 2-3 gradi, immagino che questa temperatura leggermente superiore attiri le formiche

sabby fattyboy ha scritto:Per facilitare ulteriormente il trasferimento ti suggerisco di usare una tubatura scura o nera per collegare il vecchio nido al nuovo e mantienila piu' corta che puoi per evitare il rischio che trasferiscano il nido nel tubo, o magari evitalo del tutto; avvicina gli ingressi dei formicai e infila un "ponticello" (magari coperto) fra i due buchi, puoi usare uno stuzzicadenti o un pezzo di spago, ma molto corto, la regina deve stare allo scoperto il meno possibile, pochissimi centimetri nel setup che riporti in foto secondo me deve fare tantissima strada, forse troppa.

Grazie per il suggerimento, non ci avevo pensato, come vedrai nelle nuove foto, la strada ora è diminuita di molto (tubo più corto e ponte che collega direttamente il vecchio formicaio con l'entrata del nuovo). Ho ancora margine di miglioramento

sabby fattyboy ha scritto:vedo che il tuo nuovo nido ha 4 camere o sbaglio ? Come lo hai realizzato ?

Gasbeton (cemento cellulare), sono riuscito a lavorarlo usando solo dei cacciaviti

sabby fattyboy ha scritto:Buona fortuna e vedrai che presto o tardi incontrerai Limoncella, ne sono sicuro :-)

grazie, la sto aspettando :love2:

sabby fattyboy ha scritto:P.S. Guardando bene la foto del tuo nido vedo che il gasbeton (mi sembra gasbeton...) e' abbastanza spesso e, anche se per prospettiva della foto non si vede bene, mi sembra che il buco all'ingresso e' piuttosto indietro rispetto alla camera, quindi il "tunnel" e' piuttosto lungo e secondo me gia' rischi che in mancanza di meglio la regina ci si trasferisca dentro.
Ho avuto questa esperienza in passato e per questo i canali di ingresso in questo formicaio sono molto brevi

Si, infatti, ho il sospetto che alle formiche piaccia troppo quel tunnel dove non le posso vedere :-?
Allegati
formicaio giallo composizione.PNG
Spoiler: mostra
Colonie:
- Lasius emarginatus affidatomi da "lorenzoc" il 23/6/19 (regina sciamata nel 2016) Diario
- Messor capitatus in affido da entomodena 9/2020
In fonazione:
- Lasius sp. trovata a Bassano giugno 2020
- Messor capitatus donato da "messor" il 5 giugno 2020
- Camponotus vagus donato da "messor" agosto 2020
- Tetramorium sp. (sciamata giugno 2019, in fondazione) in affido da entomodena 9/2019
- Lasius sp. donata da Ruth 9/2019
In difficoltà:
- Camponotus vagus (sciamata primavera 2019, in fondazione) in affido da entomodena 9/2019
- Messor capitatus regina morta, affidatomi da "sabby fattyboy" il 29/6/19 (regina sciamata nel 2011) Diario
- Crematogaster scutellaris regina morta 1 giorno dopo averla presa, in affido da entomodena 9/2020

Anche una formica si pone al centro del suo mondo e secondo la propria prospettiva lo misura.
Ma come si può ritenere una delle due prospettive, quella dell’uomo o quella dell’insetto, più vera dell’altra?
Nietzsche
Avatar utente
sidaf
larva
 
Messaggi: 287
Iscritto il: 13 lug '18
Località: Marostica (VI)
  • Non connesso

Re: [Diario 04] Messor capitatus (Limoncella) di Sabby

Messaggioda sabby fattyboy » 03/02/2020, 22:18

Ciao sidaf,
scusami tanto per la latenza nel farmi vivo, credevo di avere attivato delle notifiche via mail per i nuovi messaggi ma mi sbagliavo.

Con riferimento a:
Io avevo inteso il calore come un metodo per attirarle, infatti il suggerimento mi è stato dato a luglio ma l'ho applicato solo ora, ho messo il tappettino riscaldato sotto al nuovo formicaio. Se la temperatura ambiente è di 19 gradi mentre nel nuovo formicaio è superiore di 2-3 gradi, immagino che questa temperatura leggermente superiore attiri le formiche

ti posso dire quello che ho notato io in base alla mia esperienza e cioe' che il calore accelera lo sviluppo delle larve per cui, soprattutto in inverno se accendevo la luce (una lampada da 15/20 Watts di quelle da comodino con braccio orientabile telescopico) le vedevo spostare uova e larve a seguito del punto termico.
Pero' un conto e' un po' di tepore in inverno, un conto e' un caldo bestiale, quando le temperature raggiungono livelli fastidiosi (soprattutto se per periodi prolungati) sono loro stesse ad abbandonare le zone invivibili tieni presente pero' che queste sono formiche che hanno il massimo della loro attivita' durante il periodo primavera/estate e che hanno come "stile di vita" quello di andare in giro a cercare semi, quindi per periodi limitati sono in grado di sopportare temperature anche di 30-35-40 gradi (pensa che temperatura e' sottoposta una formica su un marciapiede o su un campo secco sotto il sole estivo).

Se non si vogliono traumatizzare troppo, secondo me, il "trucco"e' di aumentare gradualmente la temperatura (nel mio caso avvicinando gradualmente la lampada, chi usa il tappetino forse ha piu' difficolta') e dando tempo alle formiche "arroccate" di decidere, con i loro tempi ed i loro modi che, visto il clima sempre piu' torrido, forse e' meglio organizzare una migrazione, ma dandogli il tempo di trovare un (il...) nido alternativo e di mettere in atto il trasloco, magari in una buia notte di novilunio... :-)

Un aumento improvviso di temperatura fino ai livelli da indurre una evacquazione immediata deve essere cosi' elevato da essere pericoloso non lasciando altra alternativa che l'abbandono immediato del nido (cioe' l'ultima cosa che un formicaio di Messor vuole fare!) ed inoltre il trasloco che si ottiene in questo modo e' disordinato e con molte perdite.

Non ho piu' quasi nemmeno il coraggio di chiederti se sei poi riuscito a trasferire Limoncella... :-)

In questo caso visto che la parte da "espugnare" e' cosi' ristretta penso che sia piu' facile concentrare lo spot di luce in modo che raggiunga temperature abbastanza elevate da essere considerato fastidioso,
Ricordati anche di mettere l'ingresso del nuovo nido molto vicino a quello vecchio, in modo da facilitare al massimo il trasloco della regina... ma sono certo che ci sei gia' riuscito!
ciao ciao
Sab
Spoiler: mostra
EX-COLONIE (ora non le ho piu', lascio i link per riferimento):
Lasius sp. Diario.
Temnothorax sp. Diario.
Camponotus truncatus Diario
Messor minor Diario

COLONIA ATTIVA:
Messor capitatus Diario.
Avatar utente
sabby fattyboy
pupa
 
Messaggi: 379
Iscritto il: 9 ago '11
Località: Milano/Crema
  • Non connesso

Precedente

Torna a Messor

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 16 ospiti