predatori naturali da inserire in arena

Re: predatori naturali da inserire in arena

Messaggioda mastro Raffaele » 30/10/2020, 22:49

Veduta dell'arena con la pianta carnivora nel suo sottovaso per non diffondere troppa umidità nel terreno.
Da notare il camion dei viveri, oggi bigatini freschi!! :clap:
Allegati
pianta carnivora x formicarium.jpg
mastro Raffaele
uovo
 
Messaggi: 70
Iscritto il: 4 lug '19
Località: Savona
  • Non connesso

Re: predatori naturali da inserire in arena

Messaggioda mastro Raffaele » 30/10/2020, 23:51

Ed ora il pezzo forte!
Due istantanee dell'allevamento intensivo di onischi da parte delle operose Camponotus, sono bene evidenti i pezzetti di foglie secche di pianta carnivora che le formiche hanno di proposito portato nell'unica sala occupata dagli onischi, come un buon contadino porta il fieno nella stalla delle sue pecore, e la montagnetta di sabbia fatta per restringere l'unico accesso, sorvegliato sempre da una o due formiche.
Vi ricordo che gli onischi sono entrati nel formicaio raggiungendo quella particolare sala perchè attirati dall'odore della muffa che si stava formando, poi sono stati presi " in ostaggio" dalle camponotus fino a quando l'ultimo filamento di muffa è stato mangiato dai piccoli miriapodi, finito il lavoro le formiche li hanno uccisi e mangiati tutti per poi occupare la sala ripulita dalla muffa.
Ora una piccola riflessione...queste sono formiche nate in cattività, possono essere geneticamente fatte per sapere come e dove costruire il formicaio,come accudire le uova e le larve, come organizzare gli spazzi lavorativi ed abitativi nel formicaio e nelle sue immediate vicinanze... ma come possono sapere che un abitante del suolo come gli onischi può essere utile per uno specifico ambito al contrario di un altro, come potevano sapere che quel preciso animale mangia muffa e foglie secche invece che altri insetti.
Per quanto riguarda gli afidi le formiche sono attirate dalla sostanza che questi secernono, i collemboli che popolano i formicai sono tanto piccoli che passano inosservati o snobbati dalle formiche perchè sarebbero un ben misero spuntino.... ma gli onischi,non hanno apparentemente molto da offrire alle formiche per avere salva la vita, eppure in questo caso le Camponotus li hanno lasciati stare per diversi giorni e li hanno pure foraggiati.
Le mie conclusioni sono due:
o le formiche hanno capito che erano venuti per la muffa, e sapendo che per loro era un fastidio li hanno incentivati a rimanere perchè la mangiassero tutta;
o hanno pensato di rinchiuderli e foraggiarli per avere una riserva di carne per il futuro, ignare che potessero liberarle dalla muffa.
Comunque in entrambi i casi dimostrerebbero grande intelligenza di tipo intuitivo più che genetico, intuire che non erano un pericolo,intuire di cosa potevano cibarsi, è tutto molto interessante secondo me.
Ho sentito che l'intelligenza non è un frutto della quantità di neuroni in un cervello ma della qualità delle connessioni neurali, sembra che se si ha poche ma spesse connesioni il cervello si sovraccarica meno e pensa più in fretta, sarei curioso di poter vedere al microscopio il piccolo cervello di una camponotus!
Senza contare che essendo un super-organismo i cervelli di una colonia se messi insieme arriverebbero alle dimensioni di quello di un piccolo topo, un piccolo topo con migliaia di occhi, bocche, nasi... la capacità di apprendere dal mondo esterno in questo caso è migliaia di volte maggiore.
Allegati
20201030_213150.jpg
20201030_213038.jpg
mastro Raffaele
uovo
 
Messaggi: 70
Iscritto il: 4 lug '19
Località: Savona
  • Non connesso

Re: predatori naturali da inserire in arena

Messaggioda mastro Raffaele » 31/10/2020, 15:20

In verde, il cumulo di sabbia fatto per chiudere la stanza.

In azzurro, pezzetti di foglie secche portate per foraggaiare gli onischi.

In rosso, piccolo passaggio lasciato per sorvegliare gli onischi e rifornirli di cibo.

In giallo, Camponotus operaie che sorvegliano l'entrata dell'allevamento.
Allegati
20201030_213150.jpg
mastro Raffaele
uovo
 
Messaggi: 70
Iscritto il: 4 lug '19
Località: Savona
  • Non connesso

Re: predatori naturali da inserire in arena

Messaggioda GianniBert » 31/10/2020, 20:13

Interessante esperienza... Abbiamo già sentito di comportamenti simili fra formiche e commensali, ma questa, con queste due specie nostrane, è la prima volta che la sento.
Avanzerei alcune teorie in proposito, ma è tutto molto ipotetico. Certo che questa osservazione è davvero particolare e non avrei altre spiegazioni, anche se pensare che le formiche "allevino” gli onischi con uno scopo, mi sembra tirata, penso più al verificarsi di una serie di opportunità e coincidenze, ma siccome le formiche ci stupiscono sempre, sono disposto ad accettare anche le tue ipotesi finché non vengano smentite con altre spiegazioni! :lol:
Spoiler: mostra
Messor barbarus - Camponotus vagus - Camponotus nylanderi - Lasius fuliginosus - Plagiolepis pigmaea - Camponotus claripes - Pheidole tumida - Myrmecia vindex
Avatar utente
GianniBert
moderatore
 
Messaggi: 4345
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Milano
  • Non connesso

Re: predatori naturali da inserire in arena

Messaggioda Guglielmo » 01/11/2020, 15:30

Topic molto interessante... ma anche io come Gianni penso che le formiche a malapena tollerino gli isopodi e li predino quando non hanno cibo più ricco a disposizione. Nei miei terrari con formiche tropicali posso spesso osservare il fastidio delle formiche nei confronti degli isopodi e il continuo tentativo delle operaie di chiudere tutte le fessure del nido attraverso cui gli isopodi passano per rubare cibo alle formiche. Non credo che gli isopodi si accontentino di sole foglie, hanno bisogno anche di proteine animali, e qui entrano in competizione con le formiche.

in questo video mostro l'interazione tra isopodi (Trichorhyna tomentosa) e formiche (Dolichoderus attelaboides)
Spoiler: mostra
Colonie:
Aphaenogaster campana
Aphaenogaster iberica
Camponotus aethiops
Camponotus lateralis
Camponotus ligniperda
Camponotus nylanderi
Camponotus piceus
Camponotus vagus
Colobopsis truncata
Formica cunicularia
Formica rufa
Formica truncorum
Lasius emarginatus
Lasius fuliginosus
Messor capitatus
Messor minor
Myrmecina graminicola
Plagiolepis sp.
Temnothorax sp.

+ qualche esotica al museo
Avatar utente
Guglielmo
moderatore
 
Messaggi: 493
Iscritto il: 15 ott '14
Località: Napoli
  • Non connesso

Re: predatori naturali da inserire in arena

Messaggioda mastro Raffaele » 01/11/2020, 22:17

Comunque, il fatto che mi ha stupito di più è stato che solo in quella stanza le formiche hanno portato pezzetti di foglie secche e solo dopo che gli onischi si erano insediati, solitamente non se ne cibano, gli do insetti, frutta e acqua zuccherata in abbondanza, non mi sembra che si tratti di un semplice furto di cibo da parte degli invadenti miriapodi.
Mi pare evidente che le Camponotus hanno di proposito portato loro del cibo.
mastro Raffaele
uovo
 
Messaggi: 70
Iscritto il: 4 lug '19
Località: Savona
  • Non connesso

Re: predatori naturali da inserire in arena

Messaggioda Luk93 » 09/11/2020, 16:41

GianniBert ha scritto:Interessante esperienza... Abbiamo già sentito di comportamenti simili fra formiche e commensali, ma questa, con queste due specie nostrane, è la prima volta che la sento........


parlo da quasi profano, eppure non mi sembra così inusuale che formiche sviluppino rapporti di simbiosi con altre "creature" che siano queste funghi, spazzini, oppure afidi....

di fatto molte specie hanno sviluppato, nei loro contesti, molti legami.. anche inaspettati.
Luk93
Luk93
uovo
 
Messaggi: 70
Iscritto il: 18 feb '20
Località: gonzaga Mn
  • Non connesso

Precedente

Torna a Discussioni Generali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 34 ospiti