Piccolo mistero Formica cunicularia

Osservazioni sul comportamento delle formiche.

Piccolo mistero Formica cunicularia

Messaggioda ŠpidĖrman » 02/07/2020, 20:31

Volevo girare questo quesito che mi attanaglia :-D da un po’ ai più esperti. Ormai sappiamo tutto sul perché alcune formiche fanno il bozzolo, come reminiscenza ancestrale che nulla a a che vedere con il futuro sviluppo della formica. Quello che mi domando è però le modalità della scelta di quando farlo e quando no... mi spiego meglio: ho una colonia di Formica cunicularia da poco in nido di accrescimento in gesso... ebbene, quando erano in provetta, e poi in provetta aperta in arena, come da norma più o meno nove formiche su dieci facevano il bozzolo mentre la restante formica rimaneva nuda, mi dicevo che dipendeva dalla temperatura, dal numero di operaie che potevano accudirla e che quindi potevano aiutarla a tessere il bozzolo, dall’umidità, dal caso, ecc. Ma la stessa colonia adesso che è in gesso ha del tutto smesso di fare bozzoli, ci sono solo una 50ina di pupe nude e nessun bozzolo. Mi dicevo che poteva essere mancanza di materiale, ed effettivamente l’ovatta c’è ma è in Arena fuori dal nido, l’unica differenza che c’è da quando erano in provetta è che adesso è tutta asciutta. Non può essere assolutamente la temperatura visto che fino a pochi giorni fa qui era praticamente inverno :shock: . L’unica cosa che è variata nell’equzione è l’umidità, che adesso nel gesso è decisamente maggiore, anche se sto cercando di regolarla ma non noto modifiche. Dopo tutto questo sproloquio, quindi, cosa può essere variato a tal punto da far smettere le mie formiche di fare il bozzolo? È chiaro che sarà una sommatoria di tutte queste opzioni, ma ci deve essere un qualcosa in particolare che influisce più di altro ma non riesco a capire cosa, cioè potevo capire una diminuzione o un aumento in percentuale, ma ormai non vedo più un bozzolo in questa colonia da prima della diapausa.
“Parvula (nam exemplo est) magni formica laboris
Ore trahit, quodcunque potest, atque addit acervo
Quem struit; haud ignara ac non incauta futuri.”

Orazio
Avatar utente
ŠpidĖrman
larva
 
Messaggi: 284
Iscritto il: 14 giu '19
Località: Vicino L’Aquila - Abruzzo
  • Non connesso

Re: Piccolo mistero Formica cunicularia

Messaggioda ŠpidĖrman » 02/07/2020, 20:34

Qualche foto delle pupe
Allegati
2C76C7DC-7371-4E2C-89C1-C9EDD62DD653.jpeg
51126DFB-4238-49EE-958B-9C1D8E6B690C.jpeg
“Parvula (nam exemplo est) magni formica laboris
Ore trahit, quodcunque potest, atque addit acervo
Quem struit; haud ignara ac non incauta futuri.”

Orazio
Avatar utente
ŠpidĖrman
larva
 
Messaggi: 284
Iscritto il: 14 giu '19
Località: Vicino L’Aquila - Abruzzo
  • Non connesso

Re: Piccolo mistero Formica cunicularia

Messaggioda ŠpidĖrman » 02/07/2020, 20:38

Foto 3
Allegati
12F46125-618F-40FD-9F0B-53A0259CA728.jpeg
849E9761-5D01-4FC2-9D1C-3CB640948F75.jpeg
“Parvula (nam exemplo est) magni formica laboris
Ore trahit, quodcunque potest, atque addit acervo
Quem struit; haud ignara ac non incauta futuri.”

Orazio
Avatar utente
ŠpidĖrman
larva
 
Messaggi: 284
Iscritto il: 14 giu '19
Località: Vicino L’Aquila - Abruzzo
  • Non connesso

Re: Piccolo mistero Formica cunicularia

Messaggioda ŠpidĖrman » 02/07/2020, 21:00

Qui invece una foto della regina stessa quando era in fase di fondazione in attesa delle nanitiche. La pupa nuda sarà proprio la prima che sfarfallerà. Come notato da molti utenti solitamente sono prorio le pupe nude quelle che impiegano meno a passare da ninfa a adulta, probabilmente per la mancanza dinecessità di aiuto dalle operaie...
Allegati
9FE14BF0-C218-4ECA-B32C-DF44C70247B7.jpeg
“Parvula (nam exemplo est) magni formica laboris
Ore trahit, quodcunque potest, atque addit acervo
Quem struit; haud ignara ac non incauta futuri.”

Orazio
Avatar utente
ŠpidĖrman
larva
 
Messaggi: 284
Iscritto il: 14 giu '19
Località: Vicino L’Aquila - Abruzzo
  • Non connesso

Re: Piccolo mistero Formica cunicularia

Messaggioda sidaf » 03/07/2020, 15:44

ŠpidĖrman ha scritto:Ormai sappiamo tutto sul perché alcune formiche fanno il bozzolo, come reminiscenza ancestrale che nulla a a che vedere con il futuro sviluppo della formica

quindi la creazione del bozzolo è superflua :O
la creazione del bozzolo deriva dal passato quando gli antenati delle formiche non avevano una struttura sociale evoluta come le formiche attuali e quindi non proteggevano efficacemente la prole?

non avevo mai pensato a questo aspetto e nella mia ignoranza pensavo che tutte le formiche facessero il bozzolo
Spoiler: mostra
Colonie:
- Lasius emarginatus affidatomi da "lorenzoc" il 23/6/19 (regina sciamata nel 2016) Diario
- Messor capitatus affidatomi da "sabby fattyboy" il 29/6/19 (regina sciamata nel 2011) Diario
In fonazione:
- Messor capitatus donato da "messor" il 5 giugno 2020
- Camponotus vagus (sciamata primavera 2019, in fondazione) in affido da entomodena 9/2019
- Tetramorium sp. (sciamata giugno 2019, in fondazione) in affido da entomodena 9/2019

Anche una formica si pone al centro del suo mondo e secondo la propria prospettiva lo misura.
Ma come si può ritenere una delle due prospettive, quella dell’uomo o quella dell’insetto, più vera dell’altra?
Nietzsche
Avatar utente
sidaf
larva
 
Messaggi: 275
Iscritto il: 13 lug '18
Località: Marostica (VI)
  • Connesso

Re: Piccolo mistero Formica cunicularia

Messaggioda ŠpidĖrman » 03/07/2020, 16:38

Le formiche si sono evolute probabilmente dalle vespe, ecco perché è rimasta questa reminiscenza ancestrale del bozzolo laddove non è più strettamente necessario per lo sviluppo della prole. Molte formiche hanno perso questa loro caratteristica, pensa per esempio alle Tapinoma o alle Messor che non fanno bozzolo. Anche lo stesso volo nuziale è da considerarsi come vestigia ancestrale derivante da questa evoluzione dalle vespe, e infatti molte specie hanno perso anche questa caratteristica.
“Parvula (nam exemplo est) magni formica laboris
Ore trahit, quodcunque potest, atque addit acervo
Quem struit; haud ignara ac non incauta futuri.”

Orazio
Avatar utente
ŠpidĖrman
larva
 
Messaggi: 284
Iscritto il: 14 giu '19
Località: Vicino L’Aquila - Abruzzo
  • Non connesso

Re: Piccolo mistero Formica cunicularia

Messaggioda Mass22 » 30/07/2020, 22:50

Ho notato una cosa simile con la mia regina di Lasius emarginatus. Non sono nate ancora le prime nanitiche, ma sono presenti contemporaneamente un bozzolo e diverse pupe nude. Cosa può determinare la filatura o meno di un bozzolo?
Spoiler: mostra
Colonie:
-Messor barbarus di almeno 90 operaie(acquisita Marzo 2019)
-Tetramorium sp di almeno 30 operaie (regina trovata Luglio 2019)
Fondazione:
-Crematogaster scutellaris con prima generazione (regina trovata Settembre 2019)
-Formica sp con covata (trovata Giugno 2020)
-Pheidole pallidula con covata (trovata Giugno 2020)
- Quartetto di Tetramorium sp (trovate Giugno 2020)
- Coppia di Tetramorium sp (trovate Giugno 2020)
Altro:
- Regina di Lasius sp sterile (trovata Agosto 2019 - liberata Maggio 2020)
Avatar utente
Mass22
larva
 
Messaggi: 192
Iscritto il: 15 lug '19
Località: Veneto
  • Connesso

Re: Piccolo mistero Formica cunicularia

Messaggioda Simone05 » 01/08/2020, 10:30

ŠpidĖrman ha scritto:Le formiche si sono evolute probabilmente dalle vespe, ecco perché è rimasta questa reminiscenza ancestrale del bozzolo laddove non è più strettamente necessario per lo sviluppo della prole. Molte formiche hanno perso questa loro caratteristica, pensa per esempio alle Tapinoma o alle Messor che non fanno bozzolo. Anche lo stesso volo nuziale è da considerarsi come vestigia ancestrale derivante da questa evoluzione dalle vespe, e infatti molte specie hanno perso anche questa caratteristica.
Scusa, ma come si riproducono questi tipi di formiche?
Simone05
uovo
 
Messaggi: 44
Iscritto il: 7 mag '20
  • Non connesso

Re: Piccolo mistero Formica cunicularia

Messaggioda ŠpidĖrman » 04/08/2020, 10:12

Giostrando un po’ con l’umidità, non lasciando più acqua nella vaschetta, e quindi non portando più il gesso a saturazione, ma mettendo nella vaschetta acqua poca per volta fino a completo assorbimento e poi aspettando che anche il gesso si asciugasse prima di rimetterla, ho decisamente abbassato il tasso di umidità interna e contestualmente sono tornati i bozzoli a farla da padrone. Altro aspetto che potrebbe aver avuto un ruolo significativo per questa fase di transizione di solo pupe nude che si è verificata potrebbe essere il cambiamento di nido e quindi il non aver subito trovato un posto adatto alla lavorazione del bozzolo, posto che è stato poi probabilmente trovato sistemando le larve in un avvallamento del gesso contro il vetro, avvallamento che potrebbe essere stato lavorato dalle stesse formiche...è un peccato che non si possano mettere video qui sul forum perché la catena di montaggio che realizzano nella zona imbozzolano è davvero stupefacente!!!
Allegati
6E962338-D898-4281-9FCD-B0DAA24B75EC.jpeg
Il punto in cui le formiche depongono scarti sulle larve e le stesse vengono aiutate a tessere il bozzolo
6E962338-D898-4281-9FCD-B0DAA24B75EC.jpeg (54.06 KiB) Osservato 48 volte
1ED12D0C-B138-40FB-9B2E-509274C9B885.jpeg
1ED12D0C-B138-40FB-9B2E-509274C9B885.jpeg (49.21 KiB) Osservato 48 volte
6C80BE6C-9FA6-402E-BDC6-30F777174F66.jpeg
Ormai sono presenti solo una 70ina di bozzoli e solo 5 o 6 pupe nude, anche se potrebbero essere di più avendo oscurato diverse parti del nido
“Parvula (nam exemplo est) magni formica laboris
Ore trahit, quodcunque potest, atque addit acervo
Quem struit; haud ignara ac non incauta futuri.”

Orazio
Avatar utente
ŠpidĖrman
larva
 
Messaggi: 284
Iscritto il: 14 giu '19
Località: Vicino L’Aquila - Abruzzo
  • Non connesso

Re: Piccolo mistero Formica cunicularia

Messaggioda PomAnt » 04/08/2020, 12:18

i fattori sono quelli descritti: appigli, umidità e temperatura. Ottima ipotesi che il caldo secco favorisca i bozzoli per non disperdere l'umidità. che io sappia i video si possono mettere, ma passando da youtube o simili e poi mettendo il codice finale nella stringa dedicata a youtube.
"L'ultimo passo della ragione, è il riconoscere che ci sono un'infinità di cose che la sorpassano."
Blaise Pascal
Avatar utente
PomAnt
moderatore
 
Messaggi: 2747
Iscritto il: 12 mar '11
Località: Trentino
  • Non connesso


Torna a Biologia del Comportamento

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 26 ospiti