Soccorso al formicaio

Soccorso al formicaio

Messaggioda Chiez98 » 24/03/2020, 15:39

Buongiorno.
Ecco la mia disavventura:
Ho una colonia di [i] tetramorium caespitum [i/] da più di 200 operaie e covata annessa.
L'ho trasferita in un nido di gesso tipo 2 (quello chiuso nel contenitore di alimenti).
Ecco il problema:
Ho colato il gesso; l'ho fatto asciugare; lo scavato e l'ho pulito con acqua (non con aria compressa come l'altro) e non l'ho fatto asciugare adeguatamente. Purtroppo però me ne sono accorto quando ormai erano dentro.
Dato che si formava condensa eccessiva e cominciavano apparire delle sporadiche macchiette di muffa bianca (non quella pelosa, sembrava tipo una patina) ho tirato ritrasferito la colonia in un'arena e varie provette senza causare danni.
Visto che al momento non è possibile andare a fare shopping senza essere arrestati e non ho piu abbastanza gesso mi chiedevo se è possibile fare questa cosa:
Prendo il vecchio nido e lo sterilizzo nel forno di casa a 250 °C per 1 ora.
Fatto ciò è recuperabile? Oppure mi torna subito la muffa all'attacco?
PROVETTA IN ARENA
Lasius niger 30-40 operaie
Messor capitatus 10-120 operaie
Tetramonium sp. 120 operaie
Spoiler: mostra
IN FONDAZIONE
2x Solenopsis fugax
2x Formi cunicularia
Tetramorium caespitum
DESIDERI FUTURI
Camponotus vagus, cruentatus, lateralis
Formica fusca, cinerea
Messor structor, wasmanni
Scambiate
Messor minor scambiata a "Messor"
Tetramorium sp. scambiata a "decorrere"
Formica sp. scambiata a "mene"
Avatar utente
Chiez98
larva
 
Messaggi: 107
Iscritto il: 27 dic '17
Località: Milano
  • Non connesso

Re: Soccorso al formicaio

Messaggioda GianniBert » 24/03/2020, 16:20

La muffa nel gesso è dovuta essenzialmente all'umidità e alla mancanza di circolazione d'aria.
Il gesso tende a farlo, ed è uno dei motivi per cui cerco di usarlo il meno possibile.
Secondo me se riesci a toglierlo, lo lavi e lo lasci asciugare alcuni giorni (oppure, come dici tu, lo passi al microonde) puoi riutilizzarlo.
Tieni presente però che Tetramorium il gesso umido lo buca facilmente, e se porta cibo dentro lo sporcherà comunque; cerca di non inumidirlo più e provvedi all'acqua per la colonia con provette esterne.
Spoiler: mostra
Messor barbarus - Camponotus vagus - Camponotus cruentatus - Camponotus barbaricus - Lasius fuliginosus - Plagiolepis pigmaea - Camponotus claripes - Lophomyrmex - Pheidole fervens - Diacamma longitudinale - Myrmecia vindex
Avatar utente
GianniBert
moderatore
 
Messaggi: 4270
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Milano
  • Non connesso

Re: Soccorso al formicaio

Messaggioda Chiez98 » 24/03/2020, 20:30

Ciao Gianni.
Tu dici anche di lavarlo? La muffa io la vedo solo in superficie ma penso che sia anche più in profondità. Prima di scriverè il messaggio l'avevo già cotto nel forno. Dici che devo lavarlo e ricuocerlo?
PROVETTA IN ARENA
Lasius niger 30-40 operaie
Messor capitatus 10-120 operaie
Tetramonium sp. 120 operaie
Spoiler: mostra
IN FONDAZIONE
2x Solenopsis fugax
2x Formi cunicularia
Tetramorium caespitum
DESIDERI FUTURI
Camponotus vagus, cruentatus, lateralis
Formica fusca, cinerea
Messor structor, wasmanni
Scambiate
Messor minor scambiata a "Messor"
Tetramorium sp. scambiata a "decorrere"
Formica sp. scambiata a "mene"
Avatar utente
Chiez98
larva
 
Messaggi: 107
Iscritto il: 27 dic '17
Località: Milano
  • Non connesso

Re: Soccorso al formicaio

Messaggioda GianniBert » 24/03/2020, 22:15

Non so, io non l'ho mai fatto, ma so che alcuni lo fanno.
Il gesso ha molti pregi e anche dei difetti, e uno è questo.
Io non credo la muffa vada in profondità, dipende anche da dove si è sviluppata: le camere? una parete a contatto col vetro?
Se è una camera interna, prova a incidere la superficie con una lama sottile e vedere se si estende... Ma secondo me basta che lasci asciugare bene il gesso, anche qualche giorno, e non avrai più problemi.
Il gesso ci mette davvero tanto ad asciugare all'aria, soprattutto se lo tieni in un contenitore!
Spoiler: mostra
Messor barbarus - Camponotus vagus - Camponotus cruentatus - Camponotus barbaricus - Lasius fuliginosus - Plagiolepis pigmaea - Camponotus claripes - Lophomyrmex - Pheidole fervens - Diacamma longitudinale - Myrmecia vindex
Avatar utente
GianniBert
moderatore
 
Messaggi: 4270
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Milano
  • Non connesso

Re: Soccorso al formicaio

Messaggioda Chiez98 » 25/03/2020, 14:00

Sisi ho notato che impiega tanto ad asciugarsi.
Il problema secondo me non sono solo le macchiette il giro ma penso che abbia potuto svilupparsi all'interno dato che cominciava anche a fare odore prima che comparissero le macchie. Comunque adesso che l'ho cotto nel forno le macchie sono bruciate tipo. Provo a grattare quelle parti e vedere se continua sotto.
PROVETTA IN ARENA
Lasius niger 30-40 operaie
Messor capitatus 10-120 operaie
Tetramonium sp. 120 operaie
Spoiler: mostra
IN FONDAZIONE
2x Solenopsis fugax
2x Formi cunicularia
Tetramorium caespitum
DESIDERI FUTURI
Camponotus vagus, cruentatus, lateralis
Formica fusca, cinerea
Messor structor, wasmanni
Scambiate
Messor minor scambiata a "Messor"
Tetramorium sp. scambiata a "decorrere"
Formica sp. scambiata a "mene"
Avatar utente
Chiez98
larva
 
Messaggi: 107
Iscritto il: 27 dic '17
Località: Milano
  • Non connesso


Torna a Discussioni Generali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 45 ospiti