Lasius sp?

Lasius sp?

Messaggioda Vrs » 07/04/2019, 23:49

Catturata l'anno scorso a Settembre in provincia di Varese nelle zone boschive verso il luinese intorno ai 700m, essendo la zona dominata dalle Lasius sp. in particolare Lasius emarginatus ho dato per certo fossero Lasius niger, però dal momento che non sono esperto vorrei la conferma, i dubbi principali riguardano il fatto che sulla scheda della specie la regina risulta sui 9mm, la mia ne misura 12/13 ed è molto più grande rispetto alle L. emarginatus in mio possesso,oltre al fatto che le nanitiche di questa presunta L.niger sono grandi il doppio. inoltre il gastro è più tondeggiante anche a quelle visionabili nei diari.

Scusate le foto non eccelse.

Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Grazie
Vrs
uovo
 
Messaggi: 33
Iscritto il: 15 gen '17
Località: Varese provincia
  • Non connesso

Re: Lasius sp?

Messaggioda Atramandes » 08/04/2019, 14:35

Ciao, le foto non sono il massimo, ma a me sembrano Formica sp., sicuro sulle dimensioni della regina?
Spoiler: mostra
In allevamento
Lasius niger
Lasius emarginatus
Camponotus vagus
Camponotus cruentatus
Camponotus piceus
Camponotus barbaricus
Camponotus lateralis
Crematogaster scutellaris
Formica cunicularia
Solenopsis fugax
Messor capitatus
#Tetramorium caespitum ceduta
#Lasius lasioides ceduta
#Lasius paralienus ceduta
#Lasius flavus ceduta
#Lasius (Chthonolasius) umbratus ceduta
#Pheidole pallidula ceduta
#Tapinoma nigerrimum ceduta
Avatar utente
Atramandes
minor
 
Messaggi: 689
Iscritto il: 31 ott '16
Località: Cascina (PI)
  • Non connesso

Re: Lasius sp?

Messaggioda Vrs » 09/04/2019, 0:18

Mi rendo conto che le foto sono quello che sono, purtroppo non ho altri mezzi al momento, Forse a 13mm non ci arriva ma a 12 si, senza ombra di dubbio:
Immagine

Confronto diretto, sotto una delle mie Lasius emarginatus da esattamente 9mm, sopra la regina sotto esame.
Vrs
uovo
 
Messaggi: 33
Iscritto il: 15 gen '17
Località: Varese provincia
  • Non connesso

Re: Lasius sp?

Messaggioda GianniBert » 09/04/2019, 14:22

Le foto non sono abbastanza chiare, ma potrebbe essere Formica gagates... cerca su Google le foto della specie e confrontale con la tua dal vivo...
Specie interessante.
Sicuramente meglio di Lasius niger!!! :-D
Messor barbarus - Messor ibericus - Camponotus vagus - Camponotus cruentatus - Camponotus barbaricus - Camponotus ligniperda - Lasius fuliginosus - Camponotus claripes - Lophomyrmex
Avatar utente
GianniBert
moderatore
 
Messaggi: 4077
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Milano
  • Non connesso

Re: Lasius sp?

Messaggioda Atramandes » 09/04/2019, 14:59

GianniBert ha scritto:Le foto non sono abbastanza chiare, ma potrebbe essere Formica gagates... cerca su Google le foto della specie e confrontale con la tua dal vivo...
Specie interessante.
Sicuramente meglio di Lasius niger!!! :-D


Si sembrava F. gagates anche a me ma non ne ero del tutto sicuro, soprattuto per le dimensioni. C'è da dire comunque che qualche regina di Formica sp. un pò oversize l'ho già rivista, specialmente se come in questo caso c'è una forte fisogastria dell'addome.

Comunque io invece mi sento di difendere le Lasius niger! :lol: Più passa il tempo, più amo le piccole L. niger ... secondo me hanno tutto quello che si possa desiderare in una formica, tranne forse le grandi dimensioni. Sono belle, aggressive, facilissime da allevare, non scavano i nidi e sono molto interessanti soprattutto per come si coordinano durante la caccia :love2:

Gianni dovresti vederle nel nuovo super-nido che ho fatto per loro, purtroppo non riuscirò a portarle ad Entomodena di Aprile ma sicuramente le porterò a Settembre... per allora dovrebbero già averlo riempito tutto :yellow:
Spoiler: mostra
In allevamento
Lasius niger
Lasius emarginatus
Camponotus vagus
Camponotus cruentatus
Camponotus piceus
Camponotus barbaricus
Camponotus lateralis
Crematogaster scutellaris
Formica cunicularia
Solenopsis fugax
Messor capitatus
#Tetramorium caespitum ceduta
#Lasius lasioides ceduta
#Lasius paralienus ceduta
#Lasius flavus ceduta
#Lasius (Chthonolasius) umbratus ceduta
#Pheidole pallidula ceduta
#Tapinoma nigerrimum ceduta
Avatar utente
Atramandes
minor
 
Messaggi: 689
Iscritto il: 31 ott '16
Località: Cascina (PI)
  • Non connesso

Re: Lasius sp?

Messaggioda Vrs » 10/04/2019, 1:26

Prendetela con le pinze perchè sono inesperto :lol: , ma in effetti la somiglianza con le foto di F. gagates è notevole, avevo tra le mani qualcosa di interessante e neppure me ne sono reso conto.

La domanda che viene ora è: che scheda d'allevamento s'avvicina di più alle necessità di questa sp.?

Ed approposito di addome, sarà un mese che è bello gonfio, ma non ha ancora deposto una 2 volta, la prima covata è stata pre-invernale ed è quella delle operaie presenti nelle foto, sarà solo questione di tempo e temperatura?
Vrs
uovo
 
Messaggi: 33
Iscritto il: 15 gen '17
Località: Varese provincia
  • Non connesso

Re: Lasius sp?

Messaggioda Atramandes » 10/04/2019, 7:53

Per allevarle puoi seguire tranquillamente le schede di Formica cunicularia, perchè di fatto questa specie non si discosta per abitudini ed esigenze da qualsiasi Serviformica sp.

Di solito la maggior parte delle specie prima di deporre la prima covata primaverile aspetta qualche giorno di ''stabilità climatica'' con temperature un pò più calde, diciamo intorno ai 20 gradi di media. Se hai forti sbalzi termici fra giorno e notte dove le tieni, è facile che le formiche aspettino ancora un pò a deporre. Considera che per quasi tutte le specie servono temperature sopra i 25 gradi per far sviluppare correttamente la covata.
Spoiler: mostra
In allevamento
Lasius niger
Lasius emarginatus
Camponotus vagus
Camponotus cruentatus
Camponotus piceus
Camponotus barbaricus
Camponotus lateralis
Crematogaster scutellaris
Formica cunicularia
Solenopsis fugax
Messor capitatus
#Tetramorium caespitum ceduta
#Lasius lasioides ceduta
#Lasius paralienus ceduta
#Lasius flavus ceduta
#Lasius (Chthonolasius) umbratus ceduta
#Pheidole pallidula ceduta
#Tapinoma nigerrimum ceduta
Avatar utente
Atramandes
minor
 
Messaggi: 689
Iscritto il: 31 ott '16
Località: Cascina (PI)
  • Non connesso

Re: Lasius sp?

Messaggioda winny88 » 10/04/2019, 13:37

Credo si discosti un po' da Formica cunicularia. Ho allevato per poco tempo due regine diverse in due periodi diversi. In entrambi i casi ho avuto sviluppi lentissimi: 5-6 operaie prima del primo inverno e 20-30 operaie nella stagione successiva. Insomma, niente che ricordi la velocità di F. cunicularia. Poi, dato il tipo di habitat, direi che la gagates sia meno termofila e più igrofila. La si trova consuetamente in ambienti boschivi e personalmente l'ho trovata varie volte anche oltre i 1000 m. Quindi io per gagates programmerei un'umidificazione maggiore ed eviterei di esporla a temperature troppo alte in estate o a riscaldamenti artificiali in inverno. E poi mi armerei di molta pazienza...

PS: c'è una piccola probabilità che si tratti di Formica picea invece che di F. gagates, ma l'ambiente descritto è più tipico di gagates.
Avatar utente
winny88
major
 
Messaggi: 8613
Iscritto il: 23 giu '12
Località: Napoli Vesuvio
  • Non connesso

Re: Lasius sp?

Messaggioda Atramandes » 10/04/2019, 14:32

Purtroppo anche la mia esperienza è limitata solo ad una colonietta di F. gagates che ho tenuto per una stagione e poi ho ceduto per motivo di spazi. La regina in questione era stata catturata da una zona appenninica (vicino all'Abetone), ma non in quota, mi sembra sui 600 m s.l.m., in piena estate, durante un giro in moto. Il luogo del ritrovamento era in un'area picknic a ridosso di un bosco di querce.

L'ho portata a casa e l'ho trattata allo stesso modo delle F. cunicularia che avevo in fondazione, nel giro di un paio di mesi aveva raggiunto circa una dozzina di operaie con una covata relativamente abbondante, circa la metà di quanto riscontrato con le F. cunicularia. La temperatura nella mia capanna in estate è elevata, sopra i 30 gradi, perchè all'esterno di giorno si superano facilmente i 40, comunque non sembravano aver sofferto particolamente il caldo, a differenza di altre specie montane. La notte comunque c'è un pò di escursione termica che potrebbe averle aiutate a tollerare meglio questo clima.

In generale comunque mi atterrei ai consigli di Winny, in modo da fornire a queste formiche un ambiente il più simile possibile alle condizioni in cui vivono in natura.
Spoiler: mostra
In allevamento
Lasius niger
Lasius emarginatus
Camponotus vagus
Camponotus cruentatus
Camponotus piceus
Camponotus barbaricus
Camponotus lateralis
Crematogaster scutellaris
Formica cunicularia
Solenopsis fugax
Messor capitatus
#Tetramorium caespitum ceduta
#Lasius lasioides ceduta
#Lasius paralienus ceduta
#Lasius flavus ceduta
#Lasius (Chthonolasius) umbratus ceduta
#Pheidole pallidula ceduta
#Tapinoma nigerrimum ceduta
Avatar utente
Atramandes
minor
 
Messaggi: 689
Iscritto il: 31 ott '16
Località: Cascina (PI)
  • Non connesso

Re: Lasius sp?

Messaggioda Vrs » 10/04/2019, 14:47

winny88 ha scritto:Credo si discosti un po' da Formica cunicularia. Ho allevato per poco tempo due regine diverse in due periodi diversi. In entrambi i casi ho avuto sviluppi lentissimi: 5-6 operaie prima del primo inverno e 20-30 operaie nella stagione successiva. Insomma, niente che ricordi la velocità di F. cunicularia. Poi, dato il tipo di habitat, direi che la gagates sia meno termofila e più igrofila. La si trova consuetamente in ambienti boschivi e personalmente l'ho trovata varie volte anche oltre i 1000 m. Quindi io per gagates programmerei un'umidificazione maggiore ed eviterei di esporla a temperature troppo alte in estate o a riscaldamenti artificiali in inverno. E poi mi armerei di molta pazienza...

PS: c'è una piccola probabilità che si tratti di Formica picea invece che di F. gagates, ma l'ambiente descritto è più tipico di gagates.


Potrebbe essere vero,la zona del ritrovamento è nota per essere estremamente umida, tant'è che crescono muffe e muschi ovunque su rocce,radici e terreno, ed è ricca di rigagnoli d'acqua che si prosciugano solo nel caso di siccità molto prolungate, questo, assieme allo spesso strato di foglie garantisce un umidificazione del terreno praticamente perenne.

La pazienza non mi manca, almeno, in certi ambiti :lol: , una cosa che ho potuto notare già ora è la quasi totale assenza di risposta alle vibrazioni. Sarà che la mia prima esperienza (purtroppo appena conclusa) è stata con Messor barbarus, per le quali bastava sfiorare la provetta per mandarle in allarme, ma queste sono eccezionali,ad esempio anche le Lasius emarginatus muovendo la provetta si attivano e si agitano leggermente, mentre queste (ancora presunte) Formica gagates soprattutto mentre si cibano non solo non fanno una piega allo spostamento della provetta, ma anche picchiettandola delicatamente col dito continuano a nutrirsi senza mostrare reazione alcuna.
Vrs
uovo
 
Messaggi: 33
Iscritto il: 15 gen '17
Località: Varese provincia
  • Non connesso


Torna a Richieste di Identificazione

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 23 ospiti