La Freccia Rossa (Polyergus rufescens)

Osservazioni sul comportamento delle formiche.

Re: La Freccia Rossa (Polyergus rufescens)

Messaggioda feyd » 25/10/2011, 2:39

Li adottano quindi le nuove operaie che nasceranno da quei bozzoli faranno parte della colonia di polyergus e saranno le operaie, le polyergus hanno solo soldati ed hanno bisogno delle operaie di Formica sp. Per vivere
Avatar utente
feyd
moderatore
 
Messaggi: 5721
Iscritto il: 7 lug '11
Località: campagnano(RM)
  • Non connesso

Re: La Freccia Rossa (Polyergus rufescens)

Messaggioda mayx » 25/10/2011, 8:47

Scusate, ho visto su siti come Ants Kalytta vendono solo "Colonia - 89,00 €
Regina di Polyergus con circa 50 - 150 schiave (Formica rifibarbis o F. fusca)"
Ma scusate, come fa la formica regina da sola a "comandare" senza soldati le varie serviformica? E come fare poi a mantenere tale colonia? Avete idea? Perch sarebbe interessantissimo averle!
Colonie
Camponotus cruentatus
Camponotus barbaricus

Regine: Messor capitatus
Avatar utente
mayx
media
 
Messaggi: 958
Iscritto il: 28 set '11
Località: Piazza Armerina (EN) e Catania, Sicilia
  • Non connesso

Re: La Freccia Rossa (Polyergus rufescens)

Messaggioda feyd » 25/10/2011, 10:50

La regina emana dei feromoni che assogettano le serviformica.

Ti sconsiglio di prenderle in quantoper mantenerle devi fornire centinaia e centinaia di bozzoli di serviformica a settimana quindi sono mooolto impegnative ed a meno di avere piu colonie parallele di serviformica dalle quali attingere dovresti procurarti i bozzoli in natura mettendoti in pericolo acari ma sopratutto distruggendo vari formicai
Avatar utente
feyd
moderatore
 
Messaggi: 5721
Iscritto il: 7 lug '11
Località: campagnano(RM)
  • Non connesso

Re: La Freccia Rossa (Polyergus rufescens)

Messaggioda mayx » 25/10/2011, 11:17

a settimana? Quindi sono praicamente impossibile da tenere in catività! PEccato, sono davvero fantastiche!
Grazie feyd :)
Colonie
Camponotus cruentatus
Camponotus barbaricus

Regine: Messor capitatus
Avatar utente
mayx
media
 
Messaggi: 958
Iscritto il: 28 set '11
Località: Piazza Armerina (EN) e Catania, Sicilia
  • Non connesso

Re: La Freccia Rossa (Polyergus rufescens)

Messaggioda Luca.B » 25/10/2011, 11:29

Confermo...sono una specie molto impegnativa. :sad1:

Io ne ho una da ormai più di un anno...e quest'anno gli ho fornito circa 2000 operaie prelevate in giro.

La parte difficile, oltre al dover cercare quasi ogni settimana bozzoli, è il fatto che la colonia resta solitamente fedele alla specie che usa la regina in fondazione.
Quindi se in fondazione si usano bozzoli di Formica cinerea, non si possono poi dare bozzoli di Formica cunicularia o Formica fusca...altrimenti vengono mangiati. Quindi bisognerà dare per tutta la vita della colonia bozzoli di Firmica cinerea...lo stesso vale se si usano in fondazione bozzoli di Formica cunicularia o Formica fusca.

Insomma, è un lavoraccio tenere questa specie...a meno che, come diceva feyd, non si prepara prima una colonia parallela da cui prendere i bozzoli.


Inoltre in cattività sembra che non sia possibile riprodurre i furti (a meno che non si disponga di arene grandi quanto una stanza)...e i soldati, quando non vanno a saccheggiare gli altri nidi, praticamente non fanno nulla (se non farsi nutrire)...quindi è una specie abbastanza noiosa (eccetto che nei momenti di saccheggio). :smile:
Formiche in allevamento:
C.herculeanus-C.ligniperda-C.lateralis-C.vagus-C.fallax-Myrmica sabuleti-Dolicoderus quadripunctatus-M.scabrinodis-Messor capitatus-M.wasmanni-M.minor-Temnothorax unifasciatus-Crematogaster scutellaris-Polyergus rufescens-Lasius emarginatus-L. flavus-Lasius niger-Lasius umbratus-Lasius fuliginosus-Pheidole pallidula-Solenopsis fugax
Avatar utente
Luca.B
moderatore
 
Messaggi: 5905
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Modena
  • Non connesso

Re: La Freccia Rossa (Polyergus rufescens)

Messaggioda mayx » 25/10/2011, 14:04

a dimostrazione che la natura è troppo bella per essere imitabile se non in maniera carente, da noi :)
Peccato, perché la prospettiva era interessante. Le c.d. "raptiformica", invece, vengono vendute a colonie con regina ed operaie della colonia stessa. Le c.d. serviformica invece, solo a colonie di formiche operaie, senza regina.
Immagino quindi che per questi generi diversi funioni diversamente, o sbaglio?
Colonie
Camponotus cruentatus
Camponotus barbaricus

Regine: Messor capitatus
Avatar utente
mayx
media
 
Messaggi: 958
Iscritto il: 28 set '11
Località: Piazza Armerina (EN) e Catania, Sicilia
  • Non connesso

Re: La Freccia Rossa (Polyergus rufescens)

Messaggioda entoK » 13/11/2011, 20:03

Ma.. Ma.. Ma pensa un po'!!! :shock: Pazientate per la sorpresa ma queste mi tornano familiari eccome! Sono veramente stupito che esista un comportamento di tal genere in formiche addirittura nostrane! :shocked:

Sorpreso soprattutto, perché queste indescrivibili colonne di formiche rossastre, io le ho viste spesso d'estate in collina e non avevo mai dato peso al particolare che erano sempre formiche di quel colore che portavano solo bozzoli, effettivamente! :-o Quando vedevo quelle processioni lunghissime e inarrestabili pensavo semplicemente ad un trasloco delle poverette per colpa del caldo e che salvassero con un esodo in grande stile la loro prole, mica che potessero rubarle ad altre specie, sono veramente sconcertato! :-D
Pure parecchio incuriosito adesso, perché l'ultima fila che ho osservato a settembre, si snodava per una decina di metri fra dislivelli e sterrato arrivando da oltre la rete del mio vicino fino a un buchetto su un bordo di cemento in mezzo al mio giardino a cui non avevo mai fatto caso... :shock:
Di sicuro questa primavera starò molto più attento alle colonie che si avvicendano fra quei quattro fili d'erba! :mrblu:

Ma per curiosità visto che non mi sembra di aver mai assistito a fenomeni del genere in pianura, ma solo là a circa 600-900 m di altitudine, non è che questa è una specie più "collinare"? Si sa qualcosa di più sulla sua distribuzione?
Avatar utente
entoK
moderatore
 
Messaggi: 2103
Iscritto il: 26 set '11
Località: Val Parma - Emilia
  • Non connesso

Re: La Freccia Rossa (Polyergus rufescens)

Messaggioda GianniBert » 14/11/2011, 9:43

entoK ha scritto:Ma per curiosità visto che non mi sembra di aver mai assistito a fenomeni del genere in pianura, ma solo là a circa 600-900 m di altitudine, non è che questa è una specie più "collinare"? Si sa qualcosa di più sulla sua distribuzione?


A quelle quote potrebbero essere Formica sanguinea, che sono però diverse come colorazione.
Spoiler: mostra
Messor barbarus - Camponotus vagus - Camponotus nylanderi - Lasius fuliginosus - Plagiolepis pigmaea - Camponotus claripes - Pheidole tumida - Myrmecia vindex
Avatar utente
GianniBert
moderatore
 
Messaggi: 4364
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Milano
  • Non connesso

Re: La Freccia Rossa (Polyergus rufescens)

Messaggioda entoK » 14/11/2011, 14:36

Infatti sto leggendo un po' qui in giro (a proposito trovo veramente una miniera di osservazioni molto interessanti :-D ) e vedo (ho letto la scheda della Solenopsis) che questa non è l'unica specie con comportamenti da parassita.. Ma quindi con colonne di razzia di questo tipo il cerchio si restringe solo principalmente alle due che hai citato o ce ne sono altre che possono sfruttare l'opportunità magari saltuariamente?
Ho guardato le immagini della Formica sanguinea e così a memoria non mi pare avessero l'addome nero, :unsure: però dato che la memoria può sempre ingannare verificherò sicuramente con la bella stagione.

Anzi, per quanto già immagino sarà dura, dal punto di vista tassonomico (cercherò magari di informarmi un po' col vostro aiuto, visto che ci sono persone mi pare molto preparate :clap: ), sono molto curioso di provare a fare un censimento in quel giardino, perché ho la netta sensazione ci sia parecchia varietà di specie in pochissimi metri quadri, nonostante non ci abbia mai prestato attenzione più di tanto.. A parte quando si mettono a rodere le cortecce dei pochi alberi :twisted: o ad allevare ogni tipo di parassita delle piante dove non vorrei (nonostante il palliativo della cenere a protezione intorno) o quando nelle sere d'estate gli alati che sciamano diventano bestioline praticamente insopportabili appena vedono una luce.. :lol:

Anzi adesso spulcio un po' qui dentro per vedere se ci sono già discussioni simili sulla distribuzione delle specie italiane od osservazioni del genere.. In ogni caso a leggere qua mi avete messo una bella "pulce nell'orecchio" ;)
Avatar utente
entoK
moderatore
 
Messaggi: 2103
Iscritto il: 26 set '11
Località: Val Parma - Emilia
  • Non connesso

Re: La Freccia Rossa (Polyergus rufescens)

Messaggioda quercia » 05/06/2012, 0:47

non me la sono sognata, l'ho pensata mentre leggevo :lol:
Ma se le Polyergus dovessero attaccare un nido di Formica sp che in realtà è un nido di Polyergus????
Avatar utente
quercia
major
 
Messaggi: 3597
Iscritto il: 8 mag '11
Località: matera
  • Non connesso

Re: La Freccia Rossa (Polyergus rufescens)

Messaggioda entoK » 10/06/2012, 15:49

Bella domanda, più che altro magari escono i soldati in quel caso... :unsure: A proposito quel nido di Polyergus che dovrei avere nel giardino in collina, ho notato che c'è ancora e con le ausiliarie ben attive, ma neanche l'ombra di un soldato nemmeno facendo vibrazioni! :shocked: Tanto da farmi venire il dubbio che l'anno scorso mi fossi sbagliato e non fosse il punto di origine, cosa di cui invece pensavo di essere sicuro. :-?
Avatar utente
entoK
moderatore
 
Messaggi: 2103
Iscritto il: 26 set '11
Località: Val Parma - Emilia
  • Non connesso

Re: La Freccia Rossa (Polyergus rufescens)

Messaggioda feyd » 18/06/2012, 19:29

oggi finalmente ho assistito nuovamente alla scorreria del nido di Polyergus rufescens che ho dietro casa.
il nido deve essere cresciuto molto in quanto il numero di soldati è aumentato ancora e la fila di formiche continuava per almeno 7\8m ininterrotti, trasportando qualche centinaio di bozzoli delle povere Formica sp. di turno.
Avatar utente
feyd
moderatore
 
Messaggi: 5721
Iscritto il: 7 lug '11
Località: campagnano(RM)
  • Non connesso

Re: La Freccia Rossa (Polyergus rufescens)

Messaggioda kor » 19/06/2012, 14:52

bellissimo documentario complimenti peccato non avere la tecnologia per addentrarsi dentro i nidi :clap:
Avatar utente
kor
 
Messaggi: 12
Iscritto il: 17 giu '12
  • Non connesso

Re: La Freccia Rossa (Polyergus rufescens)

Messaggioda feyd » 29/06/2012, 19:47

oggi assieme alla mia ragazza ci siamo messi a studiare un assalto del nido più grosso che ho dietro casa.
ho aspettato osservando prima che partissero e dopo che sono tornate con il bottino e descriverò l'osservazione.

prima di partire i soldati anno iniziato a fluire fuori dal nido ed a girare in tondo accerchiando il nido appena raggiunta una densità critica la freccia è stata scoccata ed una direzione di movimento presa, e nel caos si è formato un movimento ordinato nella direzione decisa, devo dire che è stato fantastico assistere alla formazione della freccia, la freccia è partita con una densità di operaie molto elevata davanti e via via sempre meno densa, la cosa che mi ha sorpreso è che non tutti i soldati sono partiti ed una piccola percentuale è rimasta in superficie davanti al nido stando fermi e tranquilli.
la freccia ha smesso di partire dal nido quando l'inizio era ad una decina di metri di distanza, ed era larga almeno 25cm, contava parecchie migliaia di operaie ad una stima fatta contando ad occhio quelle in una fetta di un centimetro e moltiplicate per la lunghezza della parte densa.

arrivate al bersaglio, che al solito io neanche sapevo esistesse e fuori non erano presenti molte operaie di serviformica, si sono aperte ed inabissate e dopo qualche minuto hanno iniziato ad uscire le prime con il bottino di bozzoli, hanno prelevato bozzoli larve grosse ed anche operaie non pigmentate :wacko: che non erano proprio cooperative nell'essere trasportate.

la fila di rientro era molto meno densa dell'andata e ha coperto per parecchio tempo tutti i 20 e più metri di distanza fra i due formicai, dall'arrivo delle prime operaie alle ultime(sempre tagliando le code con qualche decina di operaia al metro) sono passati 18 minuti, il che a stima ci ha permesso di migliorare la conta dei soldati ad almeno 10 000 con credo 5000+ bozzoli almeno, praticamente tutte le amazzoni tornavano con il bottino che veniva scaricato all'entrata del nido e le schiave portavano velocemente dentro.


veramente un esperienza fantastica e più che interessante, il flusso delle soldatesse era ipnotico :shocked:

e pensare che questo nido fa questi attacchi una volta al giorno fa capire quando più essere vasto che che numeri di operaie possono esserci nascosti sotto terra, la zona del nido in superficie per la quale sono sparsi gli ingressi ed è posata la terra di riporto(non forma una vera cupola ma una collinetta piatta) è una circonferenza di più di 60cm di diametro.

purtroppo questa volta non ho fatto ne foto ne video, la prossima documenterò meglio il tutto :-D



ps. so che questo messaggio non sarà oggetto di backup ma lo salvo io e lo riposto quando avremo fatto il trasferimento
Avatar utente
feyd
moderatore
 
Messaggi: 5721
Iscritto il: 7 lug '11
Località: campagnano(RM)
  • Non connesso

Re: La Freccia Rossa (Polyergus rufescens)

Messaggioda feyd » 15/07/2012, 18:59

Oggi è stato raidato lo stesso nido del messaggio sopra, anche oggi niente foto o video, ho un esame domani e non ci ho proprio pensato se non troppo tardi.
Dalla partenza al rientro degli ultimi bozzoli sono passati 50/55 minuti, però come è prevedibile oggi a soli 16 giorni dall'ultimo raid di bozzoli ve ne erano veramenti pochi ed infatti hanno predato anche tutte le larve anche molto piccole.
Ovviamente la maggior parte delle amazoni sono rimaste senza bottino e sorprendentemente sono rimaste a lungo sul nido cercando di entrare da ogni piu piccolo foro, sembravano completamente ossessionate e senza bottino non volevano tornare, e credo siano ancora li :lol:

Ho visto parecchie regine alate che seguivano la carovana ma a quando pare solo poche sono arrivate fino al bersaglio, alcune sono tornate in dietro prima altre hanno preso il volo.
I soldiati quando incontravano le regine, alate e non, non avevano nessuna reazione particolare, era come incrociare un altro soldato.



Insomma la cosa piu particolare è che vi sia stato un raid allo stesso bersaglio in 16 giorni, quindi da quel che sembra spremono fino al midollo tutti i nidi di serviformica nei loro dintorni, senza lasciare tregua.
Avatar utente
feyd
moderatore
 
Messaggi: 5721
Iscritto il: 7 lug '11
Località: campagnano(RM)
  • Non connesso

PrecedenteProssimo

Torna a Biologia del Comportamento

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 14 ospiti