[Diario] Colonia di Tetramorium caespitum/impurum

Re: [Diario] Colonia di Tetramorium caespitum/impurum

Messaggioda entoK » 01/12/2012, 18:27

Ricapitolando gli aggiornamenti degli ultimi giorni: questo genere di formiche mi sembra molto spavaldo e robusto: è stato praticamente inutile chiudere parte dei cunicoli visto che amano avere molto spazio a disposizione. Probabilmente come ha già scritto qualcuno in altri diari in questa sottosezione, si potrebbero trasferire dalla provetta anche prima del consueto, già dopo 2-3 mesi, quando si ha solo una trentina di operaie (e magari in quel caso sperimentare la tecnica della ghiaia in un nido grande come questo che ho fatto). Quando sono a fine stagione con quasi un centinaio di effettivi, riescono a gestire tranquillamente anche un nido relativamente vuoto: nel mio occupano poco più di due stanze sulla quindicina disponibili.

Ora le lascio all'esterno per la stagione fredda e visto che si sono barricate espellendo i resti di cibo, credo non ci sarà bisogno di alimentarle fino alla primavera.. o sbaglio??
:unsure:
Avatar utente
entoK
moderatore
 
Messaggi: 2103
Iscritto il: 26 set '11
Località: Val Parma - Emilia
  • Non connesso

Re: [Diario] Colonia di Tetramorium caespitum/impurum

Messaggioda winny88 » 01/12/2012, 19:13

Se la stasi è totale è più che superfluo dare cibo, ma se noti un po' di attività meglio lasciare un po' di cibo zuccherino, che anche se non prendono male non fa ;)
Avatar utente
winny88
major
 
Messaggi: 8709
Iscritto il: 23 giu '12
Località: Napoli Vesuvio
  • Non connesso

Re: [Diario] Colonia di Tetramorium caespitum/impurum

Messaggioda zambon » 01/12/2012, 19:27

entoK ha scritto:Ricapitolando gli aggiornamenti degli ultimi giorni: questo genere di formiche mi sembra molto spavaldo e robusto: è stato praticamente inutile chiudere parte dei cunicoli visto che amano avere molto spazio a disposizione. Probabilmente come ha già scritto qualcuno in altri diari in questa sottosezione, si potrebbero trasferire dalla provetta anche prima del consueto, già dopo 2-3 mesi, quando si ha solo una trentina di operaie (e magari in quel caso sperimentare la tecnica della ghiaia in un nido grande come questo che ho fatto). Quando sono a fine stagione con quasi un centinaio di effettivi, riescono a gestire tranquillamente anche un nido relativamente vuoto: nel mio occupano poco più di due stanze sulla quindicina disponibili.


Io le inserisco quando contano 9-10 operaie effettive, naturalmente in un nido di accrescimento ma nemmeno troppo piccolo, io lo faccio con un bicchiere da birra media di plastica perchè quando le trasferisco in un nido più grande rompo tutto in un'arena fugata nella quale metto a disposizione il nuovo nido e in poche ore fanno tutto loro.

Ora le lascio all'esterno per la stagione fredda e visto che si sono barricate espellendo i resti di cibo, credo non ci sarà bisogno di alimentarle fino alla primavera.. o sbaglio??
:unsure:


Da adesso fino a primavera o per lo meno fino a quando le tieni "al fresco " hanno bisogno solo di acqua da somministrare tenendo umido il nido in modo che possano suggerla dalle pareti del nido stesso.
:smile:
Lasius paralienus - Lasius emarginatus
Tetramorium sp. - Aphaenogaster sp.
Crematogaster scutellaris - Solenopsis fugax - Camponotus ligniperda
Camponotus fallax - Dolichoderus quadripunctatus
Avatar utente
zambon
moderatore
 
Messaggi: 2751
Iscritto il: 26 apr '11
Località: Bologna
  • Non connesso

Re: [Diario] Colonia di Tetramorium caespitum/impurum

Messaggioda entoK » 01/12/2012, 19:59

Sai che può darsi che appunto per il trasferimento anticipato, mi riferissi proprio a un tuo commento in un'altra discussione di questa sezione... ;)

Grazie per i consigli, per l'acqua sto abbastanza tranquillo.. Probabilmente sto tenendo perfino il gesso troppo umido (considerato cosa mi aspetto :twisted: da loro), visto che in qualche camera ho un po' di condensa nel lato più esposto al freddo (in cui tra l'altro hanno lasciato più ghiaia per barricare l'ingresso) e fuori comunque il tempo è umido. Ovviamente con ciò non intendo che il nido sia sotto la pioggia e ci starò attento nei prossimi mesi! :-D


winny88 ha scritto:Se la stasi è totale è più che superfluo dare cibo, ma se noti un po' di attività meglio lasciare un po' di cibo zuccherino, che anche se non prendono male non fa ;)

Neanche a farlo apposta :lol: il batuffolo zuccherino l'avevo lasciato sulla solita pietra, quando invece ho soffiato via le spoglie vuote in arena.. Comunque per ora col freddo si sono tutte molto ammassate le une sulle altre più o meno tutte in un luogo, molto più assieme che durante la settimana post-trasferimento in cui le avevo tenute ancora dentro e allora si separavano in più stanze e giravano di continuo grazie alle temperature migliori.
Avatar utente
entoK
moderatore
 
Messaggi: 2103
Iscritto il: 26 set '11
Località: Val Parma - Emilia
  • Non connesso

Re: [Diario] Colonia di Tetramorium caespitum/impurum

Messaggioda entoK » 03/06/2013, 0:50

Visto che ho fatto una tornata di aggiornamenti arretrati al diario, ne aprofitto per tirare le somme: a quasi un anno dalla fondazione di questa colonia, così anche per dare qualche consiglio visto che questo genere sta cominciando a sciamare! :winky:

Probabilmente ci sono già 200 e passa operaie e visto le altrettante larve e pari pupe a breve cresceranno ancora di più. :shock:
Ricapitolando sono formiche che si moltiplicano parecchio rapidamente e in meno di un anno si vede molto (non annoiano certo e appena trovano qualcosa in arena si danno ben da fare in tante), molto adattabili e robuste (mangiano di tutto, lasciando pochi scarti e tengono perfino molto pulito un formicaio che non occupano per 8/10), facilmente gestibili (sono lente nei movimenti e si possono tenere in tante perfino in provetta: pensavo peggio ma finora nessun problema di fughe né scavi). Quindi consiglio a tutti i neofiti smaniosi di tenere gli occhi aperti per queste regine, probabilmente sono fra quelle più adatte per chi inizia!
Avatar utente
entoK
moderatore
 
Messaggi: 2103
Iscritto il: 26 set '11
Località: Val Parma - Emilia
  • Non connesso

Re: [Diario] Colonia di Tetramorium caespitum/impurum

Messaggioda LasiusNiger » 04/06/2013, 17:14

Complimenti :clap: , Per quanto riguarda i neofiti, le Tetramorium non sono male :-D
Colonie:
- Lasius niger regina + 10 operaie

In Fondazione:
- Camponotus vagus
LasiusNiger
uovo
 
Messaggi: 69
Iscritto il: 25 apr '13
Località: Abruzzo
  • Non connesso

Re: [Diario] Colonia di Tetramorium caespitum/impurum

Messaggioda Gabry » 12/06/2013, 11:36

Devo anche io fare un formicaio per le mie Tetramorium, ormai è passato quasi un anno dalla fondazione! Visto che hai testato il metoto delle pietroline dentro le stanze, hai trovato dei lati negativi? Me lo consiglieresti oppure no?
Avatar utente
Gabry
larva
 
Messaggi: 250
Iscritto il: 27 mar '12
Località: Asti
  • Non connesso

Re: [Diario] Colonia di Tetramorium caespitum/impurum

Messaggioda entoK » 12/06/2013, 20:14

Mi sembrava di averne parlato nella famosa discussione di Luca.B che per primo propose il metodo.
Riassumendo in breve la ghiaia è in parte controproducente: loro svuotano comunque praticamente tutto il formicaio nel giro di qualche settimana e la poca ghiaia che può rimanere finiscono per usarla come schermo ogni volta che umidifichi (puoi farlo poco con questo genere ma alla fine vorrai rimuoverla tutta, come me). In pratica te lo consiglio solo se sei molto curioso di capire come scavano, ma l'esperimento ti stancherà presto se dovrai ripulire l'arena e il nido (nel caso di Luca è andata anche peggio visto non aveva il tetto delle camere a spiovente e si celavano sotto grazie alla ghiaia). Se come immagino ne avrai tante quanto me vedrai che anche un formicaio relativamente ampio lo sfrutteranno tutto.
Avatar utente
entoK
moderatore
 
Messaggi: 2103
Iscritto il: 26 set '11
Località: Val Parma - Emilia
  • Non connesso

Re: [Diario] Colonia di Tetramorium caespitum/impurum

Messaggioda Gabry » 13/06/2013, 16:45

Mi piacerebbe fare un formicaio come il tuo, c'è già un topic al riguardo? E' un formicaio in gesso variante 2 giusto?
Avatar utente
Gabry
larva
 
Messaggi: 250
Iscritto il: 27 mar '12
Località: Asti
  • Non connesso

Re: [Diario] Colonia di Tetramorium caespitum/impurum

Messaggioda entoK » 14/06/2013, 19:45

No, non ce n'era bisogno è appunto il solito nido di tipo due. ;) Forse avevo descritto qualcosa in giro in altre discussioni come quella che ti ho citato, prova a cercare.
L'unica differenza degna di nota, è che la camera di umidificazione è apposta stretta: alta 5mm non la riempio mai completamente altrimenti poi resta la condensa nel nido per settimane, ma ha solo un forellino con cui mediante una siringa inietto circa 5ml d'acqua a settimana. La camera di umidificazione è stata ottenuta lasciando uno strato di sabbia prima della colata, in seguito rimosso col nido. Occhio solo quando estrai il gesso (usare l'olio sulle pareti aiuta) per scavare le stanze, di non farlo troppo tardi altrimenti poi a scavare fai parecchia fatica, perché anche se non sembra, se azzecchi le proporzioni (poca acqua), il gesso indurisce in fretta e bastano poche ore.
Avatar utente
entoK
moderatore
 
Messaggi: 2103
Iscritto il: 26 set '11
Località: Val Parma - Emilia
  • Non connesso

Re: [Diario] Colonia di Tetramorium caespitum/impurum

Messaggioda entoK » 22/06/2013, 10:09

Caspita nell'ultimo paio di giorni sto avendo parecchie morti di massa! :-o
Inizialmente pensavo a un problema di umidificazione (facilmente escludibile perché mi son sempre comportato alla stessa maniera e non hanno mai mostrato di richiederne di più) o antifuga perché ne trovavo molte sul bordo (ma semplicemente è il loro modo di sbarazzarsi dei cadaveri).
Anche il cibo lo posso escludere perché dò lo stesso zucchero a tutte le colonie e loro oltre a ricevere le prede non finite delle altre vengono alimentate per lo più a onischi che si "auto-allevano" nei vasi e non vedo perché da un giorno all'altro dovrebbero diventare impropbabilmente tossici. L'unica cosa che ho collegato alla fine è il fatto che a causa delle zanzare in casa si stanno usando i fornetti ed è molto probabile la causa sia quella (porca :evil: )!

La cosa strana è che se fosse quella la causa sembrerebbero le più sensibili, non ho notato morie nelle altre colonie.
Avatar utente
entoK
moderatore
 
Messaggi: 2103
Iscritto il: 26 set '11
Località: Val Parma - Emilia
  • Non connesso

Re: [Diario] Colonia di Tetramorium caespitum/impurum

Messaggioda entoK » 14/08/2013, 16:34

Il diario si conclude qua con la morte della regina.

Dopo che era rimasta sola ho tentato un salvataggio in extremis introducendo delle pupe prelevate all'esterno, non sono passati nemmeno tre giorni che la regina era morta e addirittura coperta di muffa!

Non so se questa sia stata la possibile causa che spieghi la morte anche delle operaie o se abbia introdotto io la muffa con le pupe prelevate in natura. Può anche darsi che sia anche stata errata la scelta di trasferire la regina dal nido all'ambiente molto più umido della provetta (anche le pupe non avrebbero avuto problemi se tenute al secco, ma ormai ho sbagliato). In ogni caso non penso potessi fare molto altro e aspettare che rifondasse da sola sarebbe stato un pari azzardo.
Avatar utente
entoK
moderatore
 
Messaggi: 2103
Iscritto il: 26 set '11
Località: Val Parma - Emilia
  • Non connesso

Precedente

Torna a Tetramorium

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti