Diario di una Manica rubida

Diario di una Manica rubida

Messaggioda Xander088 » 11/02/2015, 3:49

spolverando tutte le foto nel pc e suddividendo le specie ho deciso di cominciare un po di diari :) e così racconto la storia della mia Manica rubida :) l'ho ottenuta da un mio amico che abita in montagna poco dopo metà maggio! mi ha detto che difficilmente sarebbe potuta sopravvivere in pianura più di qualche mese, ma io ci ho voluto provare lo stesso :)
Così mi sono cimentato in questa impresa! per cominciare ho subito fatto un errore vergognoso! ho tenuto la regina in un ambiente fresco, ma credevo che facesse un tipo di fondazione claustrale...e così l'ho tenuta per quasi un mese chiusa in provetta in un ambiente di 20 gradi e senza cibarla :-?
dopo appunto un mese non vedendo uova ho cominciato a sospettare che sarebbe morta...così le ho provato a dare del miele..ma non ne sembrava attratta...allora ho cercato informazioni a riguardo...non ho trovato molto ma ho letto qui nel forum che si procacciava le prede da sola....allora mi sono subito attivato e l'ho trasferita in una provetta in plastica aperta, e l'ho messa in una piccola arena con sabbia di fiume.
ho scelto la provetta in plastica perchè mi è venuto in mente di riprodurre un ambiente umido...e fortunatamente possiedo una stanza in cantina che è molto isolata, fresca e umida e perennemente buia!
per darle un senso di sicurezza ho provveduto a creare una stanza isolata tra la regina e l'uscita dalla provetta :) la scelta per fortuna si è rivelata azzeccata! da metà giugno la regina usciva sempre più spesso fuori dalla provetta in ricognizione a prendere gli insetti che le lasciavo, per lo più farfalline ragni e soprattutto zanzare :) dopo pochi giorni ha deposto qualche uova :)
ora procedo a documentare lo sviluppo, chiedo scusa se mi sono prolungato nello scrivere xD
Allegati
24 luglio.jpg
questa foto è di fine luglio, la regina è stata messa in provetta in questo modo dopo la metà di giugno, dovrei avere da qualche parte le foto della prima deposizione ma non capisco dove siano finite! appena le trovo le carico :) comunque qui ho creato dei passaggi nel cotone con delle cannucce, le cannucce non sono allineate e nella mia testa ho creduto che così la regina si sentisse più sicura xD
24 luglio 2.jpg
qui si vede un po la regina, ci sono 3 pupe prossime a diventare operaie e 4 5 larve :)
31 luglio altre uova.jpg
in questa foto è l'ultimo giorno di luglio :) la regina ha deposto un bel gruzzoletto di uova :)
5 agosto.jpg
il 5 agosto è nata la prima operaia e l'ho cercato di immortalare l operaia che alimenta la regina tramite trofallassi :)
13 agosto.jpg
il 13 agosto le operaie sono diventate 3 :)
manica rubida 18 agosto.jpg
il 18 agosto le uova sono diventate larve :)
28 settembre 14.jpg
il 28 settembre le operaie sono diventate 7 :) però sono riuscito a fare danni! a fine novembre il bacino dell acqua della provetta era asciutto, io avevo messo una seconda provetta della stessa dimensione, all'inizio le operaie si spostavano ma poi si sono sigillate dentro e non vedendole piu uscire mi è venuta la fantastica idea di mettere dell acqua con una siringa facendo un buco nella parte finale del deposito....beh insomma ho allagato la provetta! sono riuscito ad aspirare via il tutto ma devo aver terrorizzato la regina...nonostante questo tutto è proceduto per il meglio! dopo un mese ci ho riprovato, questa volta ero convinto che se creavo un uscita di aria mentre inserivo acqua non sarebbe successo niente...così ho fatto un taglio alla fine della provetta e ho inserito acqua....un altra volta si è allagata inspiegabilmente la provetta! e anche sta volta ho aspirato tutta l acqua! per fortuna non è successo niente...ma in quei mesi da 7 operaie la popolazione si è ridotta e non riuscivo a capire dove fossero messe perchè vedevo solo un operaia (poi ho scoperto che erano 4)...per il resto la regina è stata bene
6 febbraio 15.jpg
il 6 febbraio avevo rinunciato da un pezzo a inserire acqua nella provetta di plastica xD e gli ho lasciato una provetta fuori in caso di sete sono convinto che sappiano arrangiarsi da sole! noto con piacere che ci sono 18 larve e che sono abbastanza cicciottelle! quindi mi rassicuro di non aver fatto danni il mese prima!
11 febbraio 15.jpg
questa l'ho fatta un paio di ore fa e ho scoperto sopravvissute sono 4 e ho potuto anche notare nel dettaglio le larve :)
11 febbraio 15 2.jpg
qui invece regina, operaie e larve sono tutte assieme :)
Xander088
pupa
 
Messaggi: 396
Iscritto il: 18 mag '14
Località: Spilimbergo
  • Non connesso

Re: Diario di una Manica rubida

Messaggioda freccia » 11/02/2015, 9:02

a parte i danni con il serbatoio,:)complimenti!si prospetta davvero un bel diario!
Colonie
Messor barbarus:300 operaie
Prenolepis nitens:13 operie
In fondazione
Avatar utente
freccia
larva
 
Messaggi: 238
Iscritto il: 2 set '14
Località: Crauglio(Udine)
  • Non connesso

Re: Diario di una Manica rubida

Messaggioda GianniBert » 11/02/2015, 12:22

Manica rubida è la nostra (mia) "bestia nera”!

Nessuno è ancora riuscito a tenere una colonia fino a farla diventare adulta e numerosa. Sono formiche bellissime, ma l'ambiente sembra essere sempre molto selettivo, o forse le loro possibilità di fondazione sono minori di quelle di altre specie...

Tienici sempre informati! La fortuna che hai nel poterle osservare non deve andare dispersa, quindi raccogli e annota tutte le informazioni che puoi!
Sarebbe interessante annotare i tempi di sviluppo uovo-larva-pupa-adulta. Da quello che scrivi sono simili ad altre osservazioni, ma probabilmente la temperatura può giocare in modo importante sulle tempistiche... E anche l'umidità relativa!

Bravo!

PS: MAI tentare di aggiungere acqua in provetta sigillata. La probabilità di allagamento è del 99%!!!
La pressione interna tende sempre a far traboccare il liquido, servono fori alternativi a far “sfiatare” la provetta, ma è sempre rischioso e traumatico. Come dici tu, le formiche se la possono cavare da sole, se metti acqua alternativa a loro disposizione.
Piuttosto inumidisci il cotone esterno!
Spoiler: mostra
Messor barbarus - Camponotus vagus - Camponotus nylanderi - Lasius fuliginosus - Plagiolepis pigmaea - Camponotus claripes - Pheidole tumida - Myrmecia vindex
Avatar utente
GianniBert
moderatore
 
Messaggi: 4345
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Milano
  • Non connesso

Re: Diario di una Manica rubida

Messaggioda Xander088 » 11/02/2015, 13:34

GianniBert ha scritto:Manica rubida è la nostra (mia) "bestia nera”!

Tienici sempre informati! La fortuna che hai nel poterle osservare non deve andare dispersa, quindi raccogli e annota tutte le informazioni che puoi!
Sarebbe interessante annotare i tempi di sviluppo uovo-larva-pupa-adulta. Da quello che scrivi sono simili ad altre osservazioni, ma probabilmente la temperatura può giocare in modo importante sulle tempistiche... E anche l'umidità relativa!


Grazie mille :) farò tesoro di ogni consiglio e osserverò ogni dettaglio nello sviluppo della colonia :) comprerò qualcosa per avere un idea dell umidità presente nella stanza :) i tempi di sviluppo che ho notato sono molto rallentati! penso a causa delle temperature sempre sotto i 20 21 gradi anche d'estate :)
Xander088
pupa
 
Messaggi: 396
Iscritto il: 18 mag '14
Località: Spilimbergo
  • Non connesso

Re: Diario di una Manica rubida

Messaggioda entoK » 21/02/2015, 19:27

Bravo, hai fatto bene a mettere tutte queste foto e la tua esperienza è molto utile viste le difficoltà con questa specie. :clap:

Xander088 ha scritto:fantastica idea di mettere dell acqua con una siringa facendo un buco nella parte finale del deposito....beh insomma ho allagato la provetta! sono riuscito ad aspirare via il tutto ma devo aver terrorizzato la regina...nonostante questo tutto è proceduto per il meglio! dopo un mese ci ho riprovato, questa volta ero convinto che se creavo un uscita di aria mentre inserivo acqua non sarebbe successo niente...così ho fatto un taglio alla fine della provetta e ho inserito acqua....un altra volta si è allagata inspiegabilmente la provetta! e anche sta volta ho aspirato tutta l acqua!
Sì, come ti hanno già fatto notare, bucando la provetta si perde l'ermeticità all'altro capo: l'aria che entra dal foro che apri crea sempre una pressione che porta l'acqua a inondare la camera della regina.
Avatar utente
entoK
moderatore
 
Messaggi: 2103
Iscritto il: 26 set '11
Località: Val Parma - Emilia
  • Non connesso

Re: Diario di una Manica rubida

Messaggioda Luca.B » 22/02/2015, 20:13

Ottimo lavoro...bravissimo. :clap:

Io ero riuscito a portare avanti una regina cedutami con alcune pupe fatte adottare...e la colonia stava aumentando bene fino a che, improvvisamente, ha iniziato a regredire e poi si è estinta. :sad1:
Mai compreso cosa sia successo...semplicemente hanno iniziato le operaie ad allontanarsi e isolarsi...e poi morire.
Può darsi anche che fosse una patologia...anche se colpì solo loro.

A parte la questione provetta da riempire, che ti è stata più che spiegata, mi chiedevo quanto ora mangino. Quando avevo la mia colonietta potei osservare che le larve venivano alimentate direttamente. Cioè le prede vengolo portate alle larve e queste si cibano da sole e non vengono alimentate per trofallassi (o almeno non principalmente).
Dalle foto che hai postato, mi sembra di vedere che le larve sono un po a corto di nutrienti. Infatti sembra che abbiano l'aspetto "appiattito" (come se avessero due alette). Tale aspetto lo riscontrai quando le mie operaie iniziarono a smettere di alimentare le larve, alcune settimane prima di iniziare a isolarsi e poi morire. :unsure:

Portano regolarmente prede alle larve?
Formiche in allevamento:
C.herculeanus-C.ligniperda-C.lateralis-C.vagus-C.fallax-Myrmica sabuleti-Dolicoderus quadripunctatus-M.scabrinodis-Messor capitatus-M.wasmanni-M.minor-Temnothorax unifasciatus-Crematogaster scutellaris-Polyergus rufescens-Lasius emarginatus-L. flavus-Lasius niger-Lasius umbratus-Lasius fuliginosus-Pheidole pallidula-Solenopsis fugax
Avatar utente
Luca.B
moderatore
 
Messaggi: 5905
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Modena
  • Non connesso

Re: Diario di una Manica rubida

Messaggioda Xander088 » 22/02/2015, 23:29

Luca.B ha scritto:Ottimo lavoro...bravissimo. :clap:

Io ero riuscito a portare avanti una regina cedutami con alcune pupe fatte adottare...e la colonia stava aumentando bene fino a che, improvvisamente, ha iniziato a regredire e poi si è estinta. :sad1:
Mai compreso cosa sia successo...semplicemente hanno iniziato le operaie ad allontanarsi e isolarsi...e poi morire.
Può darsi anche che fosse una patologia...anche se colpì solo loro.

A parte la questione provetta da riempire, che ti è stata più che spiegata, mi chiedevo quanto ora mangino. Quando avevo la mia colonietta potei osservare che le larve venivano alimentate direttamente. Cioè le prede vengolo portate alle larve e queste si cibano da sole e non vengono alimentate per trofallassi (o almeno non principalmente).
Dalle foto che hai postato, mi sembra di vedere che le larve sono un po a corto di nutrienti. Infatti sembra che abbiano l'aspetto "appiattito" (come se avessero due alette). Tale aspetto lo riscontrai quando le mie operaie iniziarono a smettere di alimentare le larve, alcune settimane prima di iniziare a isolarsi e poi morire. :unsure:

Portano regolarmente prede alle larve?


Stavo appunto per scrivere un aggiornamento!
ho notato una cosa controllandole, appena la temperatura è cominciata a scendere questo inverno, le operaie hanno creato immediatamente un tappo all'ingresso della provetta, un tappo anche parecchio spesso! è per quello che io ho cercato di inserire l'acqua nella provetta, per evitare che mi morissero disidratate, nonostante l'umidità presente nell'aria! durante tutto l'inverno fino ad oggi la stanza è rimasta fissa ad una temperatura tra i 10 e i 13 gradi e al buio pesto.

Adesso io sospetto che questa specie si chiuda appositamente all'interno del formicaio e che resista tutto l'inverno senza nutrirsi! per poi ricominciare a cibarsi durante la primavera appena le temperature tornano a salire...infondo in montagna, a quell'altezza, e a quelle temperature io credo che la disponibilità di cibo sia davvero limitata, quindi un eventuale uscita per cacciare significherebbe solo un rischio inutile di perdere unità e di rischiare la sopravvivenza della colonia senza avere neppure la certezza di portare alle larve qualcosa da mangiare...5 giorni fà ho portato un ragno all ingresso della provetta...poi una zanzara..ma non sono stati minimamente calcolati...mi domando se provassi ad inserire delicatamente il ragnetto all'interno del formicaio cosa potrebbe succedere...la regina sembra stare abbastanza bene, con attenzione ho anche contato le larve e se prima con brutta visibilità mi sembravano circa 18 ora sono abbastanza sicuro (apparte ciò che c è dentro la cannuccia) di averne viste 15
Xander088
pupa
 
Messaggi: 396
Iscritto il: 18 mag '14
Località: Spilimbergo
  • Non connesso

Re: Diario di una Manica rubida

Messaggioda BurstAngel00 » 22/02/2015, 23:46

Io credo che se volessero mangiare uscirebbero, inserire il ragno li dentro le spaventerebbe. Ma non ho mai allevato le Manica rubida quindi non saprei dirlo con certezza.
Quando si tratta di colonie di formiche è un gravissimo errore pensare a ciò che può fare o non fare un singolo individuo, ma bisogna sempre pensare alla colonia come un "superorganismo".
REGINE:
Tetramorium sp. - Regina + 20/30 operaie + larve + uova
Crematogaster scutellaris - Regina + operaie + larve + uova

Se vi piacciono i videogiochi fate un salto nel mio canale youtube https://www.youtube.com/channel/UCGt8_r ... RqeiZwh-dQ
Avatar utente
BurstAngel00
pupa
 
Messaggi: 485
Iscritto il: 30 ott '13
Località: Lodi
  • Non connesso

Re: Diario di una Manica rubida

Messaggioda Xander088 » 23/02/2015, 0:11

BurstAngel00 ha scritto:Io credo che se volessero mangiare uscirebbero, inserire il ragno li dentro le spaventerebbe. Ma non ho mai allevato le Manica rubida quindi non saprei dirlo con certezza.


ragno e zanzara morte uccise da me xD comunque sono andato a vedere come stanno, le larve sono comunque un po pienotte, diciamo che vedendole di profilo hanno la panciona xD però già che c'ero le ho pian piano convinte a un trasferimento collegando una provetta oscurata e tenendo l'altra sotto la luce! già che c'ero mi sono assicurato che all interno avessero la zanzara e il ragnetto...sono state veloci, non essendo abituate alla luce il trasferimento è avvenuto in meno di 15 minuti, le ho rimesse nella piccola arena e in breve hanno messo le larve sopra la zanzara! vedremo che succede! un operaia ha cominciato ad esplorare l'arena!
Per il resto continuo a lasciare la colonietta nella stanza a 13 gradi fino al primo di marzo! poi le trasferisco in un altra stanza con temperature che arrivano a massimo 16 gradi!
se qualcuno ha consigli, sono davvero ben accetti!
Xander088
pupa
 
Messaggi: 396
Iscritto il: 18 mag '14
Località: Spilimbergo
  • Non connesso

Re: Diario di una Manica rubida

Messaggioda Sara75 » 23/02/2015, 2:18

Xander088 ha scritto:
Adesso io sospetto che questa specie si chiuda appositamente all'interno del formicaio e che resista tutto l'inverno senza nutrirsi! per poi ricominciare a cibarsi durante la primavera appena le temperature tornano a salire...infondo in montagna, a quell'altezza, e a quelle temperature io credo che la disponibilità di cibo sia davvero limitata, quindi un eventuale uscita per cacciare significherebbe solo un rischio inutile di perdere unità e di rischiare la sopravvivenza della colonia senza avere neppure la certezza di portare alle larve qualcosa da mangiare...5 giorni fà ho portato un ragno all ingresso della provetta...poi una zanzara..ma non sono stati minimamente calcolati...mi domando se provassi ad inserire delicatamente il ragnetto all'interno del formicaio cosa potrebbe succedere...la regina sembra stare abbastanza bene, con attenzione ho anche contato le larve e se prima con brutta visibilità mi sembravano circa 18 ora sono abbastanza sicuro (apparte ciò che c è dentro la cannuccia) di averne viste 15


Mi sembra scontato che questa specie non possa nutrirsi e scorrazzare all'aperto nel suo habitat naturale, in inverno, con temperature abbondantemente sotto lo zero e decine e decine di cm di neve!

La schermatura dell'ingresso della provetta lo fanno praticamente tutte le specie di formiche che allevo, durante la stasi invernale.
Alle C. vagus ho offerto sabbia e pezzetti di sughero e si sono cementate dentro. Le Lasius usano sabbiolina mista a cotone sfilacciato, come le Myrmica.
„L'uomo nella sua arroganza si crede un'opera grande, meritevole di una creazione divina. Più umile, io credo sia più giusto considerarlo discendente degli animali.“ _Charles Darwin.

http://pikaia.eu/
Avatar utente
Sara75
moderatore
 
Messaggi: 2210
Iscritto il: 12 ott '13
Località: Genova
  • Non connesso

Re: Diario di una Manica rubida

Messaggioda Xander088 » 23/02/2015, 2:40

Le mie Myrmica non hanno fatto alcun tappo, e parlo di 3 colonie, le Camponotus vagus invece su 3 colonie solo le piccole in fondazione con 6 7 operaie hanno fatto il tappo, la colonia da 250 unità non ha fatto tappi ed é stata molto attiva anche se a temperature abbastanza rigide! Per le Lasius non ho potuto constatare niente dato che sono ancora in provetta...comunque ho risposto alla domanda se prendessero regolarmente il cibo dall arena, le mie non lo facevano Perché si erano rinchiuse per bene!
Ritornando al diario:
Dopo essersi trasferite adesso anche a distanza di queste ore ho fatto un veloce controllo e ho visto che probabilmente le larve si stanno nutrendo della zanzara, mentre un operaia era fuori a cibarsi di un po' di bahtkar! Tutto procede bene
Xander088
pupa
 
Messaggi: 396
Iscritto il: 18 mag '14
Località: Spilimbergo
  • Non connesso

Re: Diario di una Manica rubida

Messaggioda Xander088 » 17/03/2015, 13:43

Piccolo aggiornamento 17/03/2015
E inizio marzo ho portato la colonietta in un altra stanza con temperature più elastiche dai 16 ai 18 gradi! Oggi ho provveduto invece a trasferirla in un altra stanza con temperature medie più alte che vanno dai 21 gradi di giorno ai 17 di notte! La situazione è stabile, noto che la regina sta bene, le operaie anche e le larve anche se non sono grasse non sembrano denutrite, mantengono un po di pancia lol! Ho voluto terminare la diapausa a piccoli passi per evitare eventuali traumi! In arena sono presenti comunque alimenti come marmellata, un pezzo di camola e un ragnetto morto! Vedremo se con le temperature più alte la colonietta toglierà il tappo al formicaio e comincerà a portare cibo all interno!
Xander088
pupa
 
Messaggi: 396
Iscritto il: 18 mag '14
Località: Spilimbergo
  • Non connesso

Re: Diario di una Manica rubida

Messaggioda GianniBert » 17/03/2015, 15:54

Fai bene a essere prudente.
Io personalmente toglierei la marmellata, per diversi motivi:
1) Non è detto che non contenga conservanti (non credo facciano male alle formiche, ma non si sa mai)
2) Si deteriora rapidamente e fa muffe
3) Spesso l'ho vista ignorata dalle formiche, anche se non vale per tutte le specie.

Meglio del miele, magari non diluito. Per gli insetti invece via libera!
Spoiler: mostra
Messor barbarus - Camponotus vagus - Camponotus nylanderi - Lasius fuliginosus - Plagiolepis pigmaea - Camponotus claripes - Pheidole tumida - Myrmecia vindex
Avatar utente
GianniBert
moderatore
 
Messaggi: 4345
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Milano
  • Non connesso

Re: Diario di una Manica rubida

Messaggioda Xander088 » 17/03/2015, 19:36

GianniBert ha scritto:Fai bene a essere prudente.
Io personalmente toglierei la marmellata, per diversi motivi:
1) Non è detto che non contenga conservanti (non credo facciano male alle formiche, ma non si sa mai)
2) Si deteriora rapidamente e fa muffe
3) Spesso l'ho vista ignorata dalle formiche, anche se non vale per tutte le specie.

Meglio del miele, magari non diluito. Per gli insetti invece via libera!


Marmellata della nonna di fragole :) l'ultima volta che l'ho messa un mese fa ho visto un operaia che la mangiava :) ma la tolgo se c è rischio di muffe :) metterò del miele :)
Xander088
pupa
 
Messaggi: 396
Iscritto il: 18 mag '14
Località: Spilimbergo
  • Non connesso

Re: Diario di una Manica rubida

Messaggioda rmontaruli » 18/03/2015, 10:02

Il cibo è sempre meglio sperimentarlo su colonie in natura.
Io lascio dei tappini con cibi diversi davanti ai formicai e osservo.
Si fa in fretta a capire quali alimenti gradiscono e quali vengono ignorati, e la cosa varia da specie a specie.
Colonie allevate:

    Lasius sp. 2015 - diario
    Formica sp. 2014 - diario
    Lasius emarginatus 2014 - diario
    Formica sp. 2013 - diario
    Formica cunicularia 2012 (ereditata da Filobass) - diario

Avatar utente
rmontaruli
media
 
Messaggi: 840
Iscritto il: 5 giu '12
Località: Milano | Lago Maggiore
  • Non connesso

Prossimo

Torna a Manica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti