Camole della farina

Re: Camole della farina

Messaggioda Robee » 02/06/2021, 10:26

Riccardo ha scritto:" un'alternativa sostenibile e più sana della carne"
questo è argomento di dibattito, non sono assolutamente daccordo, e i numeri che usano sono tutti falsati,
possiamo discuterne se vuoi, ma non posso lasciar dette queste cose e spargere ulteriormente questa follia.

Per quanto riguarda le informazione che diffondono non so se siano corrette o meno, tra gli obbiettivi che mi pongo c'è anche quello di misurare quanto un allevamento di camole sia efficiente in termini di conversione, cioè quanti kg di mangime serve per produrre un kg di camole.
Interessante l'osservazione che non essendo eviscerati, potrebbero essere meno sani, sicuramente un aspetto da approfondire.

PS: Non volevo condannare la carne, sono il primo che mangia volentieri una buona bistecca! Come dici te probabilmente non potranno mai uguagliare la succosità della carne, ma vuoi dire che è impossibile far uscire un buon piatto?
Robee
uovo
 
Messaggi: 19
Iscritto il: 10 apr '21
Località: Verona
  • Non connesso

Re: Camole della farina

Messaggioda Riccardo » 02/06/2021, 17:10

un buon piatto, non credo, per 2 ragioni, primo ce lo dice la tradizione, dove milioni di persone per migliai di anni hanno fallito nel renderlo un buon cibo, per esempio in asia non si ha nessuna paura a mangiare gli insetti eppure nessuna nonna o ristorante li usa per fare dei piatti di qualità.
Anche dove si mangiano regolarmente sono considerati un pò una stravaganza, oppure unica possibilità per sfamarsi.

Secondo, semplicemente non sono buoni, e non is possono fare dei miracoli, la materia prima è il 99% della cucina, l'1% sta nel non rovinarla, se parti con una cattiva materia prima non c'è cuoco che fa miracoli.
Posso farti una insalata gustosa? certo, ma sarà una parte minuscola del piatto, forse meno del 5% in peso, e alla fine se si faceva l'insalata senza veniva meglio.


Il problema dell'eviscieramento non è solo nutrizionale, ma anche del calcolo dell'efficienza, tu puoi prendere anche una vacca e frullarla tutta intera con pelo ossa e budella e farci un amburgher, se lo cuoci bene si può mangiare, e se è frullato bene sono abbastanza fiducioso che non farà più schifo di una camola, molti mangimi per animali sono fatti cosi e li si possono assaggiare , se non sai cosè non vomiti.
allora basta mangiare le vacche in questo modo e riduciamo l'impatto ambientale per kg di prodotto del :unsure: non so 70 % circa.

mangiamo animali grandi proprio per la efficienza della macellazzione, dove si può lavorare poco per kg di carne macellata.
lavorare poco significa inquinare di meno.
polli maiali vacche sono quegli animali che in tutta la storia dell'umanità e ancora di èi durante l'era industriale si sono dimostrati le fonti di proteine più efficienti.


aggiungo un terzo punto, Il mercato se non ha interferenze produce sempre la quantita maggiore al minor costo, il marcato è un po come la natura in questo modo, chi non compete si estingue, il coniglio pur essendo un alimento che dovrebbe essere molto richiesto essendo incredibilmente magro, è difficile da allevare macellare e cucinare, il darwinismo del mercato sta passando anche per lui ora che nemmeno le pelli sono richieste appunto gli ambientalisti anno convinto il mondo a comprare dei prodotti di plastica e buttare le pelli di coniglio nel bidone
Spoiler: mostra
2016:
1 Crematogaster scutellaris

2019:
2 Camponotus vagus. (cedo*)

1 Messor capitatus.

2020:
1 Pheloide pallidula, 2 colonie sorelle che si sono unite dopo un anno, entrambe le regine sono sane nella stessa provetta

1 Tetramorium caespitum.
1 Lasius emarginatus.
1 Lasius sp (forse niger).

Del 2021
1 Messor ibericus 2 regine.
1 Camponotus sp (forse piceum aspetto le operaie per chiarire).
1 Camponotus fallax

*(cedo con ritiro di persona, posso spedire se: sono in debito con voi, vi servono per studio/educazione, altre ragioni che non mi vengono in mente sorprendetemi!)
Riccardo
pupa
 
Messaggi: 328
Iscritto il: 14 ott '16
Località: Fidenza PR
  • Connesso

Precedente

Torna a Alimentazione

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 18 ospiti