Lenti addizionali e tubi di prolunga.

Le nostre foto migliori e i consigli su come realizzarle.

Lenti addizionali e tubi di prolunga.

Messaggioda Cloud » 04/07/2012, 22:29

Ciao a tutti volevo sapere se secondo voi potesse convenire comprare una lente addizionale o un tubo di prolunga o anche un attacco per mettere al contrario l' obbiettivo che non so come si chiama;io ho una Nikon D3100 con un obbiettivo non macro ma più per foto a persone infatti non riesco ad utilizzare al meglio la mia macchina per le macro la scheda dell' obbiettivo è questa:
18-55mm f/3.5-5.6G AF-S DX NIKKOR
Lunghezza focale
18-55 mm (angolo d'immagine equivalente a un obiettivo da 27-82,5 mm in formato 35 mm)
Apertura massima
f/3.5-5.6
Apertura minima
f/22-36
Schema ottico
11 elementi in 8 gruppi (con un obiettivo aferico composto)
Angolo d'immagine
76° - 28°50'
Campo di messa a fuoco minimo
0,28 m (nell'intera portata dello zoom)
Dimensioni elemento aggiuntivo
52 mm
Colore
Nero
Magari se qualche esperto mi può dire cosa conviene comprare in rapporto qualità\prezzo senza andare a spendere oltre i 100 euro anche se già so che i tubi di prolunga sono abbastanza costosi
Fondazione
1 regine da far identificare con covata
Colonie
Camponotus vagus con covata e 50 operaie
Lasius niger circa sessanta operaie e grossa covata
C.scutellaris regina e più di 10 operaie x 2
P. pallidula 20 operaie e circa 50 tra larve e pupe
Avatar utente
Cloud
minor
 
Messaggi: 795
Iscritto il: 16 mar '12
Località: Frosinone
  • Non connesso

Re: Lenti addizionali e tubi di prolunga.

Messaggioda trac80 » 04/04/2013, 14:14

diciamo che fondamentalmente il tubo di prolunga diminuisce la distanza di messa a fuoco dell'obiettivo
mentre l'anello inverso inverte l'obiettivo e quindi diventa un simil macro ma devi mettere a fuoco in manuale
per un 18-55 sarebbe meglio l'anello inverso mentre per un obiettivo superiore meglio il tubo di prolunga altrimenti diventa un pochino scomodo...
(io ho da poco ordinato un anello inverso per il mio 18-55)
Avatar utente
trac80
uovo
 
Messaggi: 98
Iscritto il: 27 mar '13
Località: roma
  • Non connesso

Re: Lenti addizionali e tubi di prolunga.

Messaggioda conan » 16/04/2013, 14:28

Ciao Cloud ....
per quanto riguarda il tuo quesito ti sconsiglio vivamente le lenti addizzionali mentre ti consiglio i tubi di prolunga:
Le lenti addizzionali sono sempre "qualcosa" tra il soggetto e il sensore (una volta era pellicola) mentre i tubi di prolunga lavorano solo esclusivamente con dei principi di fisica ottica senza interporre nulla tra il soggetto e il sensore.
Ma i tubi non bastano! Occorre assolutamente che tu ti procuri anche un obbiettivo con rapporto d'ingrandimento 1:1 affinchè tu possa aver piena padronanza dell' immagine e ottimizzare l' attrezzatura e la tecnica che adotti.
Io utilizzo Canon 40D, 50 mm 1:1 f1.8 (che per la non full frame hai un rapporto di conversione pari a 1,6 circa...perciò diventerebbe un 80 mm).
Questo setup fotografico è molto valido in quanto ti permette di fare foto macro molto spinte (considera che ho fatto la foto di un cristallo di neve che copre l' intera inquadratura fotografica), ma più sono gli ingrandimenti e minore sarà la profondità di campo, quindi con 3 tubi di prolunga con il 50 mm sei costretto, per aumentare la profondità di campo, a chiudere il diaframma. La chiusura del diaframma provoca perdita di luce, quindi per bilanciare occorrerebbe aumentare il tempo di scatto. Siccome il soggetto da fotografare è una formica che si muoverà a più non posso, non si potra' scattare con tempi lenti ma tempi veloci.
L' unione del tempo veloce e diaframma chiuso ti porterà ad avere una foto pressochè buia a luce normale.
Perciò, oltre a tutto l' ambaradan descritto fin ad ora, dovrai pensare ad un sistema di illuminazione importante: io utilizzo due flash a 45° davanti all' obbiettivo, supportati da staffe fatte in casa.
Cosi facendo potrai avere il lampo di luce potente e vicino al soggetto, diaframma chiuso per la profondità di campo e tempi veloci per evitare l' effetto mosso.
Ultima cosa la messa a fuoco ..... io vado in manuale tirando al massimo e avvicinando tutta la fotocamera finchè il soggetto non è a fuoco. Qui occorrerà solametne della gran esperienza.

Altra opzione valida è l' obbiettivo montato al contrario: minima spesa (ti serve solamente l' anello di conversione) per risultati notevoli. Personalmente non ho mai utilizzato tale tecnica ma ho visto foto bellissime scattate dall' obbiettivo al contrario.

Ovviamente il tutto condito da scatti in formato RAW e sistemati in post produzione!

Questo è quanto, per ogni ulteriore dubbio o info .... non esitare a chiedere!
Se vuoi vedere alcune mie foto: vai su flickr e cerca omar-modena
ciao ciao
conan
uovo
 
Messaggi: 11
Iscritto il: 15 apr '13
  • Non connesso

Re: Lenti addizionali e tubi di prolunga.

Messaggioda conan » 16/04/2013, 14:36

Cloud .... mi son accorto ora che non vorresti spendere più di 100 € ..... uhm .... è come voler la botte piena e la moglie ubriaca.
Comunque sia .... potresti costruirti da solo il tubo di prolunga, oppure in alternativa cercare un soffietto con slitta per macrofotografia usato.... venivano utilizzati anni fa quindi potresti trovarne a poco.....
Il tubo di prolunga lo realizzi tagliando tubo idraulico, quello arancione per intenderci, poi può fissarlo con del nastro alla macchian e all obbiettivo. Una verniciata con nero opaco in bomboletta all' interno del tubo e il gioco è fatto. Qui ovviamente perderai tutto gli automatismi, ma credo che sarebbe lo stesso con i tubi di prolunga veri e propri.
ciao ciao
conan
uovo
 
Messaggi: 11
Iscritto il: 15 apr '13
  • Non connesso


Torna a Fotografia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 10 ospiti