fondazione termiti

Sezione dedicata all'osservazione e all'allevamento di altri Insetti e Artropodi.

fondazione termiti

Messaggioda King99 » 03/10/2014, 15:57

Ciao a tutti :) . Circa un mese fa avevo trovato due reali di kalotermes Flavicollis allora ho preso una provetta , l'ho sistemata per bene proprio come si fa con le formiche soltanto che invece di lasciare vuoto lo spazio dove andrebbe collocata una formica regina ho messo dello sfagno reidratato. ( per chi non conoscesse lo sfagno...è un muschio che cresce nelle torbiere . Esso viene usato per la coltivazione di piante carnivore e orchidee. È ottimo se bisogna tenere in provetta alta umiditá come nel caso delle termiti soprattutto quelle africane. In più è un muschio antifungineo quindi dentro la provetta ci potrá essere tanta tanta umiditâ senza che si creino muffe).
Il problema è che quando ho posizionato i reali in provetta non si sono minimamente considerati , anzi si stavano mordendo, questo mi ha fatto capire che erano due maschi ... l'ho ho capito anche per le piccole dimenzioni del loro addome. oggi per l'alta umiditá e sicuramente altri fattori sono ancora vivi come se tutto fosse andato liscio anche se non si sono più considerati. fortunatamente stamani ho trovato un altro esemplare alato....una regina finalmente :mrvio:
Ha l'addome decisamente più grande . Appena l'ho inserita in provetta si è avvicinata ad uno dei due maschi e ora non si mollano più. Poco fa ha perso le ali . Un buon segno credo :-D se qualcuno ha qualchr consiglio in più da darmi si faccia avanti. Accetto consigli e pure commenti contrastanti a tutto quello che ho scritto :winky:
King99
uovo
 
Messaggi: 24
Iscritto il: 22 lug '14
  • Non connesso

Re: fondazione termiti

Messaggioda Robybar » 03/10/2014, 17:43

Ciao.
Le termiti italiane non fondano in modo claustrale.
Entrambi i riproduttori, dopo essersi incontrati, si trovano una zona nel legno marcio (che è la loro fonte di nutrimento) e fondano assieme nutrendosi allo stesso tempo. Quindi se non inserisci legno marcio (o molto umido) moriranno in poco tempo. Quindi non avendo bisogno di scorte di cibo alla sciamatura, il loro addome è anche molto stretto. Ma il volume dell'addome non è in alcun modo indice del sesso dell'individuo.
Inoltre, quelli che tu pensi si stessero mordendo, potrebbero in realtà essere una coppia già formata in tipico atteggiamento tandem, ovvero un esemplare si attacca con la bocca all'addome dell'altro facendosi trasportare fino a un punto sicuro.

Ricorda inoltre che non sono molto facili da far fondare e richiedono svariato tempo, addirittura molti anni prima di raggiungere qualche decina di operaie.
Spoiler: mostra
Camponotus aethiops (fondazione)
Camponotus nylanderi (fondazione)
Crematogaster scutellaris (fondazione)
Pheidole pallidula
Messor wasmanni x2
Lasius cfr emarginatus (fondazione)
Robybar
major
 
Messaggi: 1781
Iscritto il: 16 set '11
Località: Catanzaro lido
  • Non connesso

Re: fondazione termiti

Messaggioda Sara75 » 03/10/2014, 21:20

È molto difficile farle fondare, tentar non nuoce comunque...
Facci sapere come procede.
Solo un appunto...si scrive il genere maiuscolo e la specie minuscolo, Kalotermes flavicollis.
„L'uomo nella sua arroganza si crede un'opera grande, meritevole di una creazione divina. Più umile, io credo sia più giusto considerarlo discendente degli animali.“ _Charles Darwin.

http://pikaia.eu/
Avatar utente
Sara75
moderatore
 
Messaggi: 2210
Iscritto il: 12 ott '13
Località: Genova
  • Non connesso

Re: fondazione termiti

Messaggioda King99 » 07/10/2014, 17:01

Buonasera a tutti :) oggi riprendo la provetta delle termiti per vedere come andava la situazione. Allora tutte e tre le termiti si sono riunite in una "stanza" creata da loro , dentro c'è davvero molta umiditá, hanno delle belle panciotte particolarmente una che credo sia la regina. Voi a questo punto cosa fareste?
King99
uovo
 
Messaggi: 24
Iscritto il: 22 lug '14
  • Non connesso

Re: fondazione termiti

Messaggioda Dragonpluvius » 03/07/2020, 17:30

So che è passato troppo tempo, ma riapro comunque la discussione dato che sono riuscito a far fondare 3 coppie di Reticulitermes lucifugus senza molti problemi. Ho usato il metodo classico per la fondazione di Solenopsis fugax per mantenere alta l'umidità nella camera di fondazione e ho sostituito lo spazio di sola acqua con del cotone zuppo e un po' di legno marcio. Sono davvero così lente da far progredire? Qualche anno per qualche decina di operaia mi sembra veramente tanto, calcolando che in due mesi mi sono nate circa 3/4 neanidi per ogni coppia.
Spoiler: mostra
Aphaenogaster spinosa
Aphaenogaster ichnusa
Camponotus aethiops ceduta
Camponotus cfr. piceus ceduta
Camponotus lateralis
Colobopsis truncata
Crematogaster scutellaris ceduta
Phoeidole pallidula ceduta
Temnothorax italicus
Tetramoium sp.
Formica cunicularia ceduta
Messor ibericus ceduta
Solenopsis fugax
Strumigenys membranifera
Liometopum microcephalum
Myrmica sp.
Ponera testacea
Hypoponera sp.

Reticuletermes lucifugus
Kalotermes flavicollis


cerco:
Myrmica sp.
Strongylognathus sp.
Tetramorium atratulus
Plagiolepis sp.
Proponete voi
(scambio con specie in firma)
Dragonpluvius
larva
 
Messaggi: 240
Iscritto il: 23 lug '19
Località: Castel Gandolfo (RM)
  • Non connesso


Torna a Altri Insetti e Artropodi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 20 ospiti