società delle termiti

Sezione dedicata all'osservazione e all'allevamento di altri Insetti e Artropodi.

società delle termiti

Messaggioda Dragonpluvius » 15/08/2019, 21:05

Salve, so già che sono presenti post a riguardo, ma c'è una cosa che non mi è chiara perchè non riesco a collegare i vari pezzi o a trovare un file completo. Come funziona la società delle termiti? Non riesco a capire che ruolo hanno maschi e femmine "alati" nella colonia... quelli sostitutivi non vengono uccisi? Sono già fecondati anche loro o alati (o ho fatto un macello su questa cosa)? E come fanno delle/degli semplici operaie/operai a produrre dei reali sostitutivi?
Giuro di aver spulciato su questo ed altri forum, ma proprio non riesco a comprendere.
Spoiler: mostra
Camponotus ligniperda (colonietta)
Phoeidole pallidula (x2 coloniette x1 ceduta)
Tapinoma sp. (colonietta)
Lasius emarginatus (in fondazione da cedere)
L. niger (in fondazione da cedere)
Lasius sp. (in fondazione da cedere)
Myrmica sp. (regina + uova)
Tetramorium sp. (Regina)
Camponotus lateralis (regina+operaia ceduta)
Temnothorax sp. (Colonietta senza regina da cedere)
Aphaenogaster subterranea (x4 regine in fondazione x2 da cedere)
Crematogaster scutellaris (x3 regine in fondazione x2 da cedere)
Tetramoium sp (colonietta)
Formica fusca (2 regine in fondazione poliginica)
Aphaenogaster spinosa (regina +operaia e covata)
Messor minor (regina)

Reticulitermes lucifugus (colonietta di 15 operai)


cerco:
Myrmica sp.
Manica rubida
Strongylognathus sp.
Cardiocondyla sp.
Strumigenys sp.
Dragonpluvius
uovo
 
Messaggi: 51
Iscritto il: 23 lug '19
Località: Roma
  • Non connesso

Re: società delle termiti

Messaggioda Dynastes96 » 17/08/2019, 11:38

Ciao, posso scrivere io due info per te e per altri del forum interessati in Isoptera. Innanzitutto preciso che tutte le termiti nascono identiche come neanidi L1, e successivamente si differenziano in tutte le caste presenti in una specie. Ora, nelle termiti possono esservi due tipi di riproduttori: i primari ed i neotenici. I riproduttori primari sono presenti in tutte le specie, sono altamente sclerotizzati ed alati e, similmente alle formiche, svolgono un volo nuziale per fondare nuove colonie, con la differenza che nelle termiti l'accoppiamento avviene solo dopo che una coppia di sciamanti si è sigillata in una "camera reale", ed inoltre il maschio non muore e rimane a fianco della femmina a tempo indefinito. Per quanto riguarda i neotenici, essi possono essere ninfoidi o ergatoidi, e sono presenti solo in certe specie. I neotenici ninfoidi si sviluppano a partire da piccole neanidi, mentre gli ergatoidi si sviluppano da lavoratori o pseudoergati. Entrambi i tipi non hanno mai ali funzionanti e non parteciperanno mai ad una sciamatura, sono meno sclerotizzati dei primari e si accoppiano tra loro all'interno della colonia d'origine. I neotenici sono sempre generati nel caso venga a mancare la coppia di reali primari, ma in molte occasioni anche semplicemente per affiancarsi ai primari e potenziare così l'output riproduttivo della colonia. Depongono inoltre meno uova dei reali primari, ma possono essere presenti anche in grandissimi numeri. Per fare un'esempio: nelle Reticulitermes Italiane, vi sono sia neotenici ninfoidi che ergatoidi, mentre nelle Macrotermes non vi è alcun neotenico. Come nota, vi è da sapere che in solo 6 specie molto arcaiche (prime fra tutte Zootermopsis nevadensis) posso anche essere rinvenuti degli individui molto simili ai soldati ma in grado di riprodursi, essi sono detti soldati riproduttori o soldati neotenici, ma si sviluppano separatamente dai veri soldati e si comportano più da reali che da soldati. Tornando ai neotenici "classici", essi sono comuni fra le cosidette "termiti inferiori", cioè apparteneti alle famiglie meno evolute (Rhinotermitidae, Archotermopsidae, Stolotermitidae, Serritermitidae, Hodotermitidae, Mastotermitidae e Kalotermitidae) ma sono presenti anche in diverse "termiti superiori" della famiglia Termitidae. Per quanto riguarda una questione più "di allevamento" se una specie di termiti presenta neotenici ergatoidi si può far sviluppare una colonia catturando semplicemente operai. Tutti i tipi di neotenici possono essere di entrambi i sessi. Come ultima nota, anche nelle specie che non presentano neussun tipo di neotenico (come le suddette Macrotermes) la morte del ra e della regina non rappresenta per forza la fine della colonia, poichè se vi sono uova o neanidi indifferenziate la colonia può provare a farle sviluppare in reali primari che poi verranno dealati e trattenuti nel nido di origine come nuovi re e regine, anche se la differenziazione neanide appena nata-reale primario è spesso molto lunga e vi è un'importante probabilità che la colonia muoia prima che sia completata. Per quanto riguarda la casta che "lavora" essa può essere composta da pseudoergati e lavoratori veri e propri. Gli pseudoergati, anche detti "falsi lavoratori" sono forme immature che continuano a mutare per tutta la loro vita, solitamente con una muta rimangono pseudoergati ma possono differenziarsi sia in soldati che in neotenici ergatoidi se ve ne è necessità. I lavoratori veri e propri non mutano "di base" anche se, come ho già detto, in diverse specie come Nasutitermes corniger possono anch'essi potenzialmente dare origine a neotenici ergatoidi, e non danno mai origine a soldati. Infine parliamo dei soldati: essi si possono originare dalle neanidi o dagli pseudeorgati, a seconda della specie, passando da uno stadio immaturo detto presoldato, e sono una casta "finale": quando un'individuo diventa un soldato lo sarà per sempre in tutte le specie, e non muterà mai più. I soldati sono presenti nella stragrande maggioranza delle termiti, ma non in alcune sono stati persi con l'evoluzione. Infine, in varie specie gli individui di un casta possono variare di forma e dimensioni, per esempio in Acanthotermes vi sono 2 forme di operai (maggiore e minore) e tre forme di soldati (minore, medio e maggiore) ma le caste sono sempre 2, operai e soldati. Ora, dopo questa "infarinatura", se hai domande un pò più precise fammele e se posso ti aiuterò :)
Dynastes96
uovo
 
Messaggi: 89
Iscritto il: 27 apr '13
  • Non connesso

Re: società delle termiti

Messaggioda Dragonpluvius » 17/08/2019, 13:48

Non mi sarei mai aspettato un poema sulla società delle termiti. Devo dire che sei stato più che esaustivo, e ti ringrazio tantissimo. Purtroppo non conoscevo nulla di tutto ciò ed alla prima lettura ho capito ben poco purtroppo ahahah, ora però lo rileggerò stando più attento ed in caso ti bersaglierò di messaggi per capire ciò che il mio cervello non riesce ad elaborare. Grazie mille davvero!!!!!!
Spoiler: mostra
Camponotus ligniperda (colonietta)
Phoeidole pallidula (x2 coloniette x1 ceduta)
Tapinoma sp. (colonietta)
Lasius emarginatus (in fondazione da cedere)
L. niger (in fondazione da cedere)
Lasius sp. (in fondazione da cedere)
Myrmica sp. (regina + uova)
Tetramorium sp. (Regina)
Camponotus lateralis (regina+operaia ceduta)
Temnothorax sp. (Colonietta senza regina da cedere)
Aphaenogaster subterranea (x4 regine in fondazione x2 da cedere)
Crematogaster scutellaris (x3 regine in fondazione x2 da cedere)
Tetramoium sp (colonietta)
Formica fusca (2 regine in fondazione poliginica)
Aphaenogaster spinosa (regina +operaia e covata)
Messor minor (regina)

Reticulitermes lucifugus (colonietta di 15 operai)


cerco:
Myrmica sp.
Manica rubida
Strongylognathus sp.
Cardiocondyla sp.
Strumigenys sp.
Dragonpluvius
uovo
 
Messaggi: 51
Iscritto il: 23 lug '19
Località: Roma
  • Non connesso

Re: società delle termiti

Messaggioda Dynastes96 » 17/08/2019, 14:24

Nessun problema, mi fa sempre piacere far conoscere un pò di più animali tanto interessanti quanto poco noti come le termiti.
Dynastes96
uovo
 
Messaggi: 89
Iscritto il: 27 apr '13
  • Non connesso

Re: società delle termiti

Messaggioda GianniBert » 26/08/2019, 13:43

Una buona sintesi per insetti così complessi!!!
Fa venir voglia davvero di allevare e studiare famiglie così interessanti!
Messor barbarus - Messor ibericus - Camponotus vagus - Camponotus cruentatus - Camponotus barbaricus - Camponotus ligniperda - Lasius fuliginosus - Camponotus claripes - Lophomyrmex
Avatar utente
GianniBert
moderatore
 
Messaggi: 4160
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Milano
  • Non connesso

Re: società delle termiti

Messaggioda Dynastes96 » 27/08/2019, 15:00

Già, le termiti sono animali oggettivamente molto interessanti e vari, ma purtroppo poco conosciuti sia a livello scientifico (escludendo pochissime specie di grande rilevanza economica) sia nell'hobby mirmecofilo, quindi vi sono poche probabilità di procurarsi specie da allevare, e quindi pochissime informazioni comprovate su come allevarle, il che non aiuta con le loro richieste di ambienti e condizioni ben precise. Se in futuro prendessi residenza in Thailandia o in Brasile allora sì che mi darei alla pazza gioia con impressionanti ed abbondanti specie! Comunque in Italia, a parte le Reticulitermes lucifugus ed urbis e le Kalotermes flavicollis ed italicus vi sono 2 specie (alloctone e diffuse solo in alcuni focolai) alquanto differenti che mi piacerebbe allevare: la prima è l'Americana Reticulitermes flavipes e la seconda la particolare Cryptotermes brevis, imparentata con Kalotermes e presentante soldati estremamente fragmosici. Ogni tanto scriverò qualche post in questo subforum riguardo termiti particolari ed interessanti per chi vorrà leggerli!
Dynastes96
uovo
 
Messaggi: 89
Iscritto il: 27 apr '13
  • Non connesso

Re: società delle termiti

Messaggioda GianniBert » 27/08/2019, 15:16

Allora intanto dimmi cosa ne pensi di questa...
Arrivate per vie traverse, e purtroppo sopravvissute solo poche settimane dopo aver deposto, ma senza schiusa...
Sarebbe stato davvero interessante assistere allo sviluppo di un colonia. Purtroppo temo che gli individui abbiano subito uno stress eccessivo per il lungo viaggio non sempre in condizioni ottimali!

Spoiler: mostra
2019-07-12 17.40.10.jpg
Messor barbarus - Messor ibericus - Camponotus vagus - Camponotus cruentatus - Camponotus barbaricus - Camponotus ligniperda - Lasius fuliginosus - Camponotus claripes - Lophomyrmex
Avatar utente
GianniBert
moderatore
 
Messaggi: 4160
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Milano
  • Non connesso

Re: società delle termiti

Messaggioda Dynastes96 » 27/08/2019, 15:47

Bella! Da dove viene? Quali erano le sue dimensioni? Hai foto del corpo completo? Nelle termiti i soldati sono diagnostici per l'identificazione, quindi per essere sicuro almeno del genere necessiterei di uno di loro, questo reale mi pare un Macrotermitinae, sottofamiglia che coltiva funghi, ma attendo di conoscere località e le dimensioni. immagino tu avessi una coppia già formata. Le termiti si stressano facilmente, soprattutto per le vibrazioni, quindi quello è sicuramente un fattore in gioco, ma necessitano anche di condizioni di umidità e temperatura molto specifiche per fondare.
Dynastes96
uovo
 
Messaggi: 89
Iscritto il: 27 apr '13
  • Non connesso

Re: società delle termiti

Messaggioda GianniBert » 27/08/2019, 15:51

Ti dico solo cosa ERA: Macrotermes carbonarius...
Messor barbarus - Messor ibericus - Camponotus vagus - Camponotus cruentatus - Camponotus barbaricus - Camponotus ligniperda - Lasius fuliginosus - Camponotus claripes - Lophomyrmex
Avatar utente
GianniBert
moderatore
 
Messaggi: 4160
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Milano
  • Non connesso

Re: società delle termiti

Messaggioda Dynastes96 » 27/08/2019, 16:02

Mmmm... a meno che non la luce non giochi strani effetti, mi pare troppo chiara per essere carbonarius. I reali di carbonarius sono nero carico, non marroni come appare questa, che ha il colore tipico delle altre Macrotermes e odontotermes simpatriche a carbonarius. Hai altre foto?
Dynastes96
uovo
 
Messaggi: 89
Iscritto il: 27 apr '13
  • Non connesso

Re: società delle termiti

Messaggioda Dynastes96 » 27/08/2019, 16:04

Simpatriche a carbonarius in diversi paesi è anche M. annandalei, grande, scura (ma non nera) e che foraggia all'aperto, ho già visto confondere annadalei per carbonarius.
Dynastes96
uovo
 
Messaggi: 89
Iscritto il: 27 apr '13
  • Non connesso

Re: società delle termiti

Messaggioda Dynastes96 » 27/08/2019, 16:15

I reali di Macrotermes che vivono accanto a carbonarius (e che sono anche molto più comuni) come gilvus e malaccensis possono anche essere scuri, ma mai nero lucido come carbonarius. Allego una regina di carbonarius fotografata da Richard Ong su ProjectNoah:
Allegati
unnamed.jpg
Dynastes96
uovo
 
Messaggi: 89
Iscritto il: 27 apr '13
  • Non connesso

Re: società delle termiti

Messaggioda Dynastes96 » 27/08/2019, 16:23

In poche parole, son sicuro non sia carbonarius; ora che guardo meglio la tua foto, anche con illuminazioni strane quello è il colore di altre Macrotermes o Odontotermes. Chi te l'ha identificata come tale, se posso chiedere?
Dynastes96
uovo
 
Messaggi: 89
Iscritto il: 27 apr '13
  • Non connesso

Re: società delle termiti

Messaggioda Dragonpluvius » 27/08/2019, 18:09

Intanto grazie (anche per il dibattito sulla specie) perchè piano piano, mooolto piano, sto imparando qualcosa sulle termiti e questo mi fa molto piacere!
Spoiler: mostra
Camponotus ligniperda (colonietta)
Phoeidole pallidula (x2 coloniette x1 ceduta)
Tapinoma sp. (colonietta)
Lasius emarginatus (in fondazione da cedere)
L. niger (in fondazione da cedere)
Lasius sp. (in fondazione da cedere)
Myrmica sp. (regina + uova)
Tetramorium sp. (Regina)
Camponotus lateralis (regina+operaia ceduta)
Temnothorax sp. (Colonietta senza regina da cedere)
Aphaenogaster subterranea (x4 regine in fondazione x2 da cedere)
Crematogaster scutellaris (x3 regine in fondazione x2 da cedere)
Tetramoium sp (colonietta)
Formica fusca (2 regine in fondazione poliginica)
Aphaenogaster spinosa (regina +operaia e covata)
Messor minor (regina)

Reticulitermes lucifugus (colonietta di 15 operai)


cerco:
Myrmica sp.
Manica rubida
Strongylognathus sp.
Cardiocondyla sp.
Strumigenys sp.
Dragonpluvius
uovo
 
Messaggi: 51
Iscritto il: 23 lug '19
Località: Roma
  • Non connesso

Re: società delle termiti

Messaggioda Dynastes96 » 27/08/2019, 18:43

Son contento di sentirlo. Se hai dubbi, domande o curiosità su questi animali chiedi pure! Comunque alla fine l'esemplare nella foto di Gianni, tenendo conto di colore, dimensioni e provenienza era quasi sicuramente Macrotermes gilvus, altra bella specie molto comune in gran parte del Sud Est Asiatico, più piccola di carbonarius ma dai soldati ben robusti.
Dynastes96
uovo
 
Messaggi: 89
Iscritto il: 27 apr '13
  • Non connesso

Prossimo

Torna a Altri Insetti e Artropodi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 19 ospiti