Alati e ruolo nel nido

Osservazioni sul comportamento delle formiche.

Alati e ruolo nel nido

Messaggioda Luca.B » 14/09/2011, 12:00

Solitamente, sui libri e in internet, si sente parlare degli alati come individui di "passaggio" in una colonia. Vengono prodotti, liberati perchè si accoppiano e poi tornano nel nido madre o fondano una colonia loro.

In alcuni casi (rari) si accoppiano all'interno del nido ma, comunque, il loro scopo è quello di essere regine e produrre uova.

Non sempre, tuttavia, è ciò che succede. Parlando stamattina con GianniBert, mi spiegava che a volte le regine, in alcune specie, possono comportarsi come le operaie...quindi non svolgere i ruoli da regina.

Una cosa ancora più particolare che sto osservando nel mio formicaio di Tetramorium sp. è la nascita di una regina che, ancora alata, va in giro per il formicaio con le operaie spostando le larve e pupe e comportandosi da operaia. :uhm:

Non se se sia una "fase" o se possa essere una cosa che continuerà...questo ve lo saprò dire. e' comunque la prima volta che assisto ad un comportamento così particolare e "strano". :smile:

Spero di riuscire a fare dlele foto...o un video...ma i miei mezzi tecnologici sono molto limitati e questa specie è molto piccola. :sad1:
Formiche in allevamento:
C.herculeanus-C.ligniperda-C.lateralis-C.vagus-C.fallax-Myrmica sabuleti-Dolicoderus quadripunctatus-M.scabrinodis-Messor capitatus-M.wasmanni-M.minor-Temnothorax unifasciatus-Crematogaster scutellaris-Polyergus rufescens-Lasius emarginatus-L. flavus-Lasius niger-Lasius umbratus-Lasius fuliginosus-Pheidole pallidula-Solenopsis fugax
Avatar utente
Luca.B
moderatore
 
Messaggi: 5905
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Modena
  • Non connesso

Re: Alati e ruolo nel nido

Messaggioda PomAnt » 14/09/2011, 18:37

che stia facendo pratica? :unsure: :lol:
"L'ultimo passo della ragione, è il riconoscere che ci sono un'infinità di cose che la sorpassano."
Blaise Pascal
Avatar utente
PomAnt
moderatore
 
Messaggi: 2779
Iscritto il: 12 mar '11
Località: Trentino
  • Non connesso

Re: Alati e ruolo nel nido

Messaggioda Luca.B » 14/09/2011, 18:48

Mi sa che tutto può essere.... :yellow:
Formiche in allevamento:
C.herculeanus-C.ligniperda-C.lateralis-C.vagus-C.fallax-Myrmica sabuleti-Dolicoderus quadripunctatus-M.scabrinodis-Messor capitatus-M.wasmanni-M.minor-Temnothorax unifasciatus-Crematogaster scutellaris-Polyergus rufescens-Lasius emarginatus-L. flavus-Lasius niger-Lasius umbratus-Lasius fuliginosus-Pheidole pallidula-Solenopsis fugax
Avatar utente
Luca.B
moderatore
 
Messaggi: 5905
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Modena
  • Non connesso

Re: Alati e ruolo nel nido

Messaggioda riccardo85 » 14/09/2011, 20:48

Ma io credo che in verità ci dovremmo chiedere... che cos'è una regina?
In fondo una regina è un'operaia completamente sviluppata anche sessualmente, oppure sarebbe meglio dire che un'operaia è una regina non completamente sviluppata.
Quindi non vedo il motivo per il quale una regina, che si sa benissimo occupare in fase di fondazione claustrale di una quantità di prole parecchio elevata, debba essere così chiusa "mentalmente" quando si trova ancora giovane nel nido madre.
Sembra che ci dimentichiamo sempre che la percezione dell'ambiente circostante di queste creature è molto differente della nostra, non sanno la differenza tra mio e tuo, vecchio o nuovo, quindi non vedo perchè stupirsi di comportamenti così comuni solo perchè ci facciamo strane idee noi.

E qui finisco il mio discorso filosofico :mror:
A voi i commenti
Spoiler: mostra
Colonie:
1x Camponotus vagus
1x Crematogaster scutellaris

In fondazione:
1x Camponotus (colobopsis) truncatus
Avatar utente
riccardo85
minor
 
Messaggi: 525
Iscritto il: 27 apr '11
Località: Verona provincia
  • Non connesso

Re: Alati e ruolo nel nido

Messaggioda Luca.B » 14/09/2011, 20:57

Non è tanto il fatto delle cure in se...ma il fatto che ho visto nascere diverse volte alati in cattività...ma non avevo mai osservato che una regina ancora non accoppiata si prendesse cura della prole. :unsure:

Il comportamento di una regina è molto influenzato da livelli ormonali. E, gli ormoni, sono a loro volta influenzati anche da meccanismi legati, ad esempio, all'accoppiamento e alla perdita delle ali (lo strapparsi le ali produce dei cambi ormonali nella regina...anche nell'odore stesso che produce).

Ad ogni modo è sicuramente una cosa in più...anche se, per ora, è la sola volta che l'ho osservata. :smile:

Magari è poi sono davvero questa regina un pò strana...un pò come le regine non accoppiatesi che si strappano le ali comunque. :smile:
Formiche in allevamento:
C.herculeanus-C.ligniperda-C.lateralis-C.vagus-C.fallax-Myrmica sabuleti-Dolicoderus quadripunctatus-M.scabrinodis-Messor capitatus-M.wasmanni-M.minor-Temnothorax unifasciatus-Crematogaster scutellaris-Polyergus rufescens-Lasius emarginatus-L. flavus-Lasius niger-Lasius umbratus-Lasius fuliginosus-Pheidole pallidula-Solenopsis fugax
Avatar utente
Luca.B
moderatore
 
Messaggi: 5905
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Modena
  • Non connesso

Re: Alati e ruolo nel nido

Messaggioda Ruben » 14/09/2011, 22:17

Osservazione degnissima di nota!
non è che è meno sviluppata di altre regine? un po piu piccola?
anche se lo avresti notato...
l'unica stranezza che ho visto è nelle mie pheidole noda e susannae che se sciamano glielo impedisco dato che le tengo nel terrario,poi le regine non fecondate "diventano 2 operaie...
questa cosa mi è capitata di vederla in una colonia di Messor minor nel parco vicino casa...
una regina che portava bucce di semi fuori dal nido! assieme alle operaie...
presa e messa in un mini nido artificiale, assieme a una quarantina di operaie...
beh in una ventina di giorni si è comportata da operaia e nemmeno un uovo...
gia rimesse a casa loro...chissà se non fecondata e tornata al nido a piedi...
oppure era una ritardataria che poi non potendo sciamare toltasi le ali è restata li?
-
Avatar utente
Ruben
moderatore
 
Messaggi: 1051
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Roma
  • Non connesso

Re: Alati e ruolo nel nido

Messaggioda feyd » 14/09/2011, 22:20

Ruben lasciale sciamare se riesci invece che qui ci sono persone interessate ad averle, tipo io. :lol:
Avatar utente
feyd
moderatore
 
Messaggi: 5741
Iscritto il: 7 lug '11
Località: campagnano(RM)
  • Non connesso

Re: Alati e ruolo nel nido

Messaggioda Luca.B » 14/09/2011, 22:30

Potessi dividerle (quelle dealate), riuscirei ad avere la conferma se sia o no fecondata. :sad1:

Infatti tutte le uova che troverò c'è la possibilità che appartengano completamente alla regina che era in carica prima...quindi non c'è modo di sapere se si sia delata senza accoppiarsi o no.

Però si comporta da regina a tutti gli effetti (al contrario di quella ancora alata).

Per dividere le due regine dealate, dovrei smantellare il formicaio...e, sicneramente, ho appena messo la colonia dentro...quindi passo. :smile:
Formiche in allevamento:
C.herculeanus-C.ligniperda-C.lateralis-C.vagus-C.fallax-Myrmica sabuleti-Dolicoderus quadripunctatus-M.scabrinodis-Messor capitatus-M.wasmanni-M.minor-Temnothorax unifasciatus-Crematogaster scutellaris-Polyergus rufescens-Lasius emarginatus-L. flavus-Lasius niger-Lasius umbratus-Lasius fuliginosus-Pheidole pallidula-Solenopsis fugax
Avatar utente
Luca.B
moderatore
 
Messaggi: 5905
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Modena
  • Non connesso

Re: Alati e ruolo nel nido

Messaggioda feyd » 14/09/2011, 22:47

Osservala magari la vedi deporre io le mie regine le ho beccate piu volte.
Avatar utente
feyd
moderatore
 
Messaggi: 5741
Iscritto il: 7 lug '11
Località: campagnano(RM)
  • Non connesso

Re: Alati e ruolo nel nido

Messaggioda Luca.B » 14/09/2011, 22:50

feyd ha scritto:Osservala magari la vedi deporre io le mie regine le ho beccate piu volte.


La deposizione non è però indice di fecondità. :unsure:

In quella colonia ho spesso visto anche operaie deporre...ma è impossibile seguire la sorte e lo sviluppo di un uovo in una colonia. :sad1:

quindi siamo sempre punto e daccapo.

Ad ogni modo intanto mi limito ad osservarla e vedere se la terranno uccideranno in futuro...poi, la prima volta che ho modo di dividerla, la metto da parte e vedo se depongono entrambe uova fecondate. :smile:
Formiche in allevamento:
C.herculeanus-C.ligniperda-C.lateralis-C.vagus-C.fallax-Myrmica sabuleti-Dolicoderus quadripunctatus-M.scabrinodis-Messor capitatus-M.wasmanni-M.minor-Temnothorax unifasciatus-Crematogaster scutellaris-Polyergus rufescens-Lasius emarginatus-L. flavus-Lasius niger-Lasius umbratus-Lasius fuliginosus-Pheidole pallidula-Solenopsis fugax
Avatar utente
Luca.B
moderatore
 
Messaggi: 5905
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Modena
  • Non connesso

Re: Alati e ruolo nel nido

Messaggioda Emarginatus » 15/09/2011, 22:06

scusate io ne so poco, ma mi pareva che su uno ei libri di Wilson si parlasse di anomalie dello sviluppo embrionale per cui si possono avere rari individui con una metà di corpo (sx o dx) sviluppata in un modo e metà in un altro. Mi ricordo che faceva gli esempi mezzo maschio e mezza regina. Magari c'è anche mezzo regina e mezzo operaia?
Emarginatus
pupa
 
Messaggi: 314
Iscritto il: 11 mar '11
Località: Brianza
  • Non connesso

Re: Alati e ruolo nel nido

Messaggioda Luca.B » 16/09/2011, 1:45

Dici a livello compotamentale? :unsure:

Anatomicamente è una regina a tutti gli effetti...
Formiche in allevamento:
C.herculeanus-C.ligniperda-C.lateralis-C.vagus-C.fallax-Myrmica sabuleti-Dolicoderus quadripunctatus-M.scabrinodis-Messor capitatus-M.wasmanni-M.minor-Temnothorax unifasciatus-Crematogaster scutellaris-Polyergus rufescens-Lasius emarginatus-L. flavus-Lasius niger-Lasius umbratus-Lasius fuliginosus-Pheidole pallidula-Solenopsis fugax
Avatar utente
Luca.B
moderatore
 
Messaggi: 5905
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Modena
  • Non connesso

Re: Alati e ruolo nel nido

Messaggioda MattiaMen » 19/09/2011, 18:00

La butta là come ipotesi, specialmente perchè la comparazione è molto distante.
E se fosse come in alcune specie di uccelli in cui i piccoli maturi piuttosto di abbandonare il nido e affrontare una stagione rischiando di non portare avanti la prole, rimangono a dare una mano al genitore, oltre che per aiutare (vicinanza genetica che comunque porta a un vantaggio), anche per fare esperienza e a può essere vantaggioso per il controllo del territorio e del nido, dato che potrebbe passare a loro.

Se fosse qualcosa di simile? è un azzardo è :unsure:
Avatar utente
MattiaMen
moderatore
 
Messaggi: 1211
Iscritto il: 17 set '11
Località: Arezzo/Firenze
  • Non connesso

Re: Alati e ruolo nel nido

Messaggioda Luca.B » 19/09/2011, 18:37

La questione è che dopo che le regine si tolgono le ali, si ha un cambiamento anche a livello ormonale nella regina stessa...e nelle specie monoginiche, dopo tale cambiamento le operaie la attaccano (anche quelle del formicaio madre). :unsure:

Ad ogni modo le sto tenendo d'occhio...vedremo. :smile:
Formiche in allevamento:
C.herculeanus-C.ligniperda-C.lateralis-C.vagus-C.fallax-Myrmica sabuleti-Dolicoderus quadripunctatus-M.scabrinodis-Messor capitatus-M.wasmanni-M.minor-Temnothorax unifasciatus-Crematogaster scutellaris-Polyergus rufescens-Lasius emarginatus-L. flavus-Lasius niger-Lasius umbratus-Lasius fuliginosus-Pheidole pallidula-Solenopsis fugax
Avatar utente
Luca.B
moderatore
 
Messaggi: 5905
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Modena
  • Non connesso

Re: Alati e ruolo nel nido

Messaggioda ParroccheTTo » 19/09/2011, 18:39

Io ho un nido di Crematogaster in giardino da circa 20 anni, ossia da quando i miei genitori hanno acquistato la casa (quindi probabilmente cera da molto altro tempo). O la regina è estremamente longeva, o c'è stata una successione di regnanti che hanno permesso alla colonia di non estinguersi, e quindi il discorso sarebbe coerente con ciò che dici tu!

Quindi, le regine che si accoppiano e dealano nel nido, sono forse "rimpiazzi" voluti dalla colonia stessa per evitare che quest'ultima si estingua?
.
Immagine
Avatar utente
ParroccheTTo
major
 
Messaggi: 1247
Iscritto il: 14 mag '11
Località: Venezia (isole)
  • Non connesso

Prossimo

Torna a Biologia del Comportamento

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 15 ospiti