Formicaio in gesso per Tetramorium

Formicaio in gesso per Tetramorium

Messaggioda Mass22 » 09/05/2020, 23:19

Ciao a tutti!
Volevo porvi delle domande riguardo la costruzione di un formicaio in gesso variante 2, destinato a delle Tetramorium sp.

Essendo il gesso umido facilmente scavabile e considerando che le Tetramorium adorano scavare, potrei omettere la camera di umidificazione senza ripercussioni?

Ho letto che si potrebbe risolvere il problema dello scavo mettendo meno acqua del dovuto nello stampo, rendendo il gesso più duro. Che percentuali dovrei considerare?

Ho letto inoltre che si possono aggiungere altri materiali per rendere il gesso più duro, come ad esempio sabbia. Che altre percentuali dovrei considerare?

Se la camera di umidificazione risulta indispensabile, che materiali o tecniche posso usare al posto del polistirolo?


Perdonatemi se alcune domande risultano banali, ma questo è il vero primo formicaio in gesso che costruisco...
Graize a tutti!
Spoiler: mostra
Colonie:
-Messor barbarus di almeno 90 operaie(acquisita Marzo 2019)
-Tetramorium sp di almeno 30 operaie (regina trovata Luglio 2019)
Fondazione:
-Crematogaster scutellaris con prima generazione (regina trovata Settembre 2019)
-Formica sp con covata (trovata Giugno 2020)
-Pheidole pallidula con covata (trovata Giugno 2020)
- Quartetto di Tetramorium sp (trovate Giugno 2020)
- Coppia di Tetramorium sp (trovate Giugno 2020)
Altro:
- Regina di Lasius sp sterile (trovata Agosto 2019 - liberata Maggio 2020)
Avatar utente
Mass22
larva
 
Messaggi: 167
Iscritto il: 15 lug '19
Località: Veneto
  • Non connesso

Re: Formicaio in gesso per Tetramorium

Messaggioda Daniele » 27/06/2020, 7:57

ciao.
Allora io anni addietro ho già costruito formicai in gesso all interno di stampi sia cilindrici che dentro acquari veri e propri.
E ti posso dire che il problema della morbidezza del gesso non la risolvi del tutto perché comunque sia appena lo rivai a inumidire anche se pochissimo il gesso l assorbe e diventa tipo pongo per un breve lasso di tempo.
Senza dubbio se te una volta che lo hai gettato lasci seccare il tutto anche per qualche giorno sicuramente quando lo vai a rimuovere dallo stampo ti ritrovi fra le mani un blocco che pare cemento.... però la sua capacità di assorbire l' acqua è anche il suo punto debole.
Tieni conto che purtroppo massimo ogni 2 anni un formicaio va sostituito anche per il deterioramento dei materiali stessi.
Non sò più quante volte in passato mi impegnavo con tutto me stesso nella costruzione di un formicaio e poi magari dopo 1 anno e mezzo era sul punto di cedere su un sacco di punti.
Quindi il consiglio che ti do' e di farli in gesso se ti piacciono ma entrare nella mentalità di doverli cambiare ogni tot tempo.
Per quanto riguarda l idratazione puoi aggiungere in arena una mini provettina con la sua scorta d acqua in modo da poter tenere meno umido il formicaio inumidendolo direttamente.
ElDan!
IN ALLEVAMENTO:
Crematogaster Scutellaris
Lasius Emarginatus
Lasius Niger
Pheidole Pallidula
Camponotus Vagus
Camponotus Ligniperda
Messor Barbarus
Avatar utente
Daniele
uovo
 
Messaggi: 51
Iscritto il: 26 set '17
Località: Livorno
  • Non connesso

Re: Formicaio in gesso per Tetramorium

Messaggioda Mass22 » 27/06/2020, 8:49

Grazie per avermi risposto! Attualmente, lo avevo già fatto la settimana scorsa. Ho riscontrato un problema, che fortunatamente ho risolto.

Il gesso si è ristretto, e tanto. Me lo sarei aspettato, ma si è rimpicciolito rispetto al margine di almeno 2 cm. Era talmente piccolo che era inutilizzabile, perfino per lo stampo stesso. Anche se si era rimpicciolito, però, aveva conservato la forma semiconica dello stampo originale, per cui si infilava perfettamente in un piccolo contenitore che avevo.

Questo è il primo formicaio in gesso che ho preparato, quindi ho seguito alla lettera il procedimento del forum e del video di AntsItalia. Infatti sono rimasto confuso inizialmente: perchè cospargere le pareti dello stampo di vaselina per "far scivolare facilmente lo stampo" quando invece il gesso diventa rimpicciolito?

Come contenitore da stampo ho usato la scatola del pangrattatto della despar. Le pareti avevano una caratteristica idrofobica: non si bagnavano, al massimo le gocce d'acqua vi rimanevano aggrappate. Che sia stato per questo? In futuro vorrei evitare un altro rimpicciolimento...
Spoiler: mostra
Colonie:
-Messor barbarus di almeno 90 operaie(acquisita Marzo 2019)
-Tetramorium sp di almeno 30 operaie (regina trovata Luglio 2019)
Fondazione:
-Crematogaster scutellaris con prima generazione (regina trovata Settembre 2019)
-Formica sp con covata (trovata Giugno 2020)
-Pheidole pallidula con covata (trovata Giugno 2020)
- Quartetto di Tetramorium sp (trovate Giugno 2020)
- Coppia di Tetramorium sp (trovate Giugno 2020)
Altro:
- Regina di Lasius sp sterile (trovata Agosto 2019 - liberata Maggio 2020)
Avatar utente
Mass22
larva
 
Messaggi: 167
Iscritto il: 15 lug '19
Località: Veneto
  • Non connesso

Re: Formicaio in gesso per Tetramorium

Messaggioda Daniele » 27/06/2020, 13:20

allora per evitare il restringimento del gesso dovresti fare l impasto con meno acqua però in questo caso devi essere molto rapido nel gettare il tutto nello stampo sennò ti diventa un blocco ancor prima di averlo gettato...e questo sarebbe un bel problema.
Infatti sempre qui sul forum nella sezione formicai e discussioni generali ho pubblicato un argomento dove propongo l utilizzo di materiali alternativi al gesso perché ritengo che presenta troppi difetti.
ElDan!
IN ALLEVAMENTO:
Crematogaster Scutellaris
Lasius Emarginatus
Lasius Niger
Pheidole Pallidula
Camponotus Vagus
Camponotus Ligniperda
Messor Barbarus
Avatar utente
Daniele
uovo
 
Messaggi: 51
Iscritto il: 26 set '17
Località: Livorno
  • Non connesso

Re: Formicaio in gesso per Tetramorium

Messaggioda Mass22 » 27/06/2020, 14:10

Grazie di tutto! Il primo tentativo von il gesso mi ricordo che si era indurito prima di versarlo, e per metterlo nello stampo ho dovuto prendere qualche pezzo alla volta e unirlo come i mattoncini lego... È venuto fuori un macello...
Spoiler: mostra
Colonie:
-Messor barbarus di almeno 90 operaie(acquisita Marzo 2019)
-Tetramorium sp di almeno 30 operaie (regina trovata Luglio 2019)
Fondazione:
-Crematogaster scutellaris con prima generazione (regina trovata Settembre 2019)
-Formica sp con covata (trovata Giugno 2020)
-Pheidole pallidula con covata (trovata Giugno 2020)
- Quartetto di Tetramorium sp (trovate Giugno 2020)
- Coppia di Tetramorium sp (trovate Giugno 2020)
Altro:
- Regina di Lasius sp sterile (trovata Agosto 2019 - liberata Maggio 2020)
Avatar utente
Mass22
larva
 
Messaggi: 167
Iscritto il: 15 lug '19
Località: Veneto
  • Non connesso

Re: Formicaio in gesso per Tetramorium

Messaggioda Daniele » 27/06/2020, 14:31

non sei l unico la prima volta capitò anche a me....
Ecco perche mi piace poco come materiale.
C è da dire anche che pur seccandosi completamente appena lo idrati di nuovo ritorna a consistenza pongo e cosi inviti le formiche a nozze e le invogli piu che mai a scavare ovunque.
ElDan!
IN ALLEVAMENTO:
Crematogaster Scutellaris
Lasius Emarginatus
Lasius Niger
Pheidole Pallidula
Camponotus Vagus
Camponotus Ligniperda
Messor Barbarus
Avatar utente
Daniele
uovo
 
Messaggi: 51
Iscritto il: 26 set '17
Località: Livorno
  • Non connesso


Torna a Costruire un Formicaio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 9 ospiti