Diario Dolichoderus quadripunctatus:

Diario Dolichoderus quadripunctatus:

Messaggioda AntBully » 31/07/2016, 16:49

Apro il diario relativo alla mia specie preferita in assoluto. Avevo già fatto qualche riflessione l'anno scorso, da perfetto ignorante quale ero, anche se poi si è rilevata valida per confermare le mie ipotesi. Far fondare questa specie è sempre stata un'impresa per tutti i mirmecofili, esperti o no. Io sono totalmente convinto di alcune cose:
- la fondazione è semiclaustrale (certamente, visto che anche l'utente OioMik aveva offerto cibo in fondazione: viewtopic.php?f=26&t=8258) e la regina ha bisogno soprattutto di proteine per sopravvivere e deporre;
- la regina, per fondare, ha bisogno di un sostegno (è quindi una fondazione per dulosi). Le operaie di Dolichoderus quadripunctatus trasferiscono sempre la covata dove picchia la luce solare (come dimostrato anche da una colonietta che ho trovato in una galla,e nel bastone su cui questa era attaccata, questa primavera). Le regine sono sempre nei pressi del formicaio; secondo la mia ipotesi, questo per rubare qualche pupa e fondare con l'aiuto delle operaie che sfarfalleranno (infatti, l'impresa è solitamente rischiosa e le regine ne escono ferite, perché attaccate dalle operaie (è raro trovare regine con tutte le zampe e le antenne a posto));
- la sciamatura non è autunnale: solo le regine che sciamano da fine agosto fino alla fine di settembre, fonderanno l'anno successivo (infatti, proprio in questi giorni, tra la fine di giugno e l'inizio di luglio, trovo numerosi maschietti e regine). Queste regine, ruberanno invece le pupe in primavera (avevo trovato una regina anche questa primavera, sempre nei pressi di un formicaio);
- per fondare, hanno anche bisogno di un nido in legno posto all'interno di una provetta (esattamente come per Colobopsis truncata: viewtopic.php?f=9&t=10287).
Ho fatto le mie considerazioni, ed adesso apro il diario della colonia di questa fantastica specie che ha dato i migliori risultati in fondazione! :)

Diario della colonia, partendo dalla fondazione:
25/06/16:
Ho trovato la regina durante una sciamatura massiva presso San Pietro in Casale (BO). Alla fine, sapendo benissimo che da sola sarebbe andata poco avanti, l'ho sia alimentata sia ho fatto adottare delle pupe (ed una larva, che alla fine è stata mangiata) dalla colonia matura trovata in primavera. L'adozione è andata benissimo e, il 29 giugno, questa era la situazione:
1607011041248873758.jpg


8/07/2016:
La regina ha deposto un bel gruzzoletto di uova e le pupe sono sfarfallate tutte. Ecco uno scatto:
1607110942216287932.jpg


12/07/2016:
Ci sono le prime larvette, circa 5. La regina continua a deporre e le uova saranno una ventina.

20/07/2016:
Le larve della colonia sono sia cresciute (tra pochi giorni, dovrebbero comparire le prime pupe) sia aumentate di numero, arrivando a 9. La regina ha in più deposto un secondo gruzzolo di uova, circa 10. La colonia viene alimentata tutti i giorni con miele ed, a giorni alterni, con una drosofila. La regina presenta un gastro molto dilatato.
16071315565127343870.jpg


22/07/2016:
Due larve di questa colonia si sono impupate. Le pupe sono chiaramente di operaia e misurano sui 2/3 mm.
Ecco qui uno scatto della prima larva che si è impupata:
16072211431614539823.jpg


29/07/2016:
Alcune pupe hanno iniziato a presentare una colorazione più scura, segno che lo sfarfallamento delle operaie avviene fra pochi giorni.

31/07/2016:
Ad oggi, la prima operaia è sfarfallata. Si aggira tra i 3 ed i 4 mm.
Fin'ora, ad una temperatura di circa 28 gradi al dì e 24 la notte, i tempi di sviluppo sono stati questi:
uovo -> larva: 6 giorni
larva -> pupa: 10 giorni
pupa -> operaia: 9 giorni
tempo di sviluppo approssimativo da uovo ad operaia: 25 giorni

Covata ad oggi, 31 luglio:
1607311503381666121.jpg
Si vede in foto anche l'addome dell'operaia neosfarfallata
Dario
"Chi dice che è impossibile, non dovrebbe disturbare chi ce la sta facendo." (Albert Einstein)
Avatar utente
AntBully
moderatore
 
Messaggi: 2241
Iscritto il: 13 giu '15
Località: San Pietro in Casale (BO)
  • Non connesso

Re: Diario Dolichoderus quadripunctatus:

Messaggioda MietitorPlus » 01/08/2016, 13:50

:clap:
Spoiler: mostra
in fondazione:

Lasius emarginatus

Neo-colonie

Formica cunicularia
Formica cunicularia (pleometrosi 2 regine)
Tetramorium sp.
Formica clara
Camponotus vagus

Colonie:

Formica cunicularia: 1000 operaie circa


"Le formiche hanno una forza immensa, è come se un tuo amico si arrampicasse su una parete tenendo un pulman in bocca"
Avatar utente
MietitorPlus
larva
 
Messaggi: 180
Iscritto il: 25 giu '13
Località: Torino
  • Non connesso

Re: Diario Dolichoderus quadripunctatus:

Messaggioda pietro » 01/08/2016, 21:37

Veramente una bellissima mini colonia!!! ;)


Inviato dal mio iPad utilizzando Tapatalk
Avatar utente
pietro
larva
 
Messaggi: 135
Iscritto il: 8 mag '16
  • Non connesso

Re: Diario Dolichoderus quadripunctatus:

Messaggioda AntBully » 02/08/2016, 12:57

2/08/2016:
Già dopo 2 giorni dall'apertura del diario, c'è un nuovo aggiornamento: le operaie sono diventate 7 (3 della regina e 4 sfarfallate dalle pupe fatte adottare) e la regina presenta un gastro molto dilatato (mi aspetto una nuova deposizione a breve).
La colonia si nutre soprattutto di proteine, anche se non disdegna frutta e miele.
Dario
"Chi dice che è impossibile, non dovrebbe disturbare chi ce la sta facendo." (Albert Einstein)
Avatar utente
AntBully
moderatore
 
Messaggi: 2241
Iscritto il: 13 giu '15
Località: San Pietro in Casale (BO)
  • Non connesso

Re: Diario Dolichoderus quadripunctatus:

Messaggioda Reptilia » 02/08/2016, 22:29

Questa è una specie che amo, complimenti!
Formiche in allevamento

Formica sp. Diario: http://formicarium.it/forum/viewtopic.php?f=11&t=11021
Messor capitatus - in fondazione
Camponotus nylanderi - in fondazione
Solenopsis fugax - in fondazione
Crematogaster scutellaris - in fondazione
Reptilia
pupa
 
Messaggi: 349
Iscritto il: 25 ott '15
Località: Bivona (AG)
  • Non connesso

Re: Diario Dolichoderus quadripunctatus:

Messaggioda AntBully » 07/08/2016, 12:59

7/08/2016:
Ringrazio tutti quelli che mi hanno fatto i complimenti, dato che è una specie molto difficile da allevare! La colonia gode di ottima salute, come tutte quelle che sto facendo fondare seguendo la stessa regola (in totale, 3). La regina ha deposto nuovamente una decina di uova e le pupe non mancano.
1608071258282703559.jpg
La covata sembra diminuita, ma considerate che sono aumentate le operaie

1608071258562731031.jpg

In questa seconda immagine, si può capire che fatica faccia per fotografare la colonia! :roll: Il nido è molto simile a quello per le Colobopsis, tuttavia è stato diviso involontariamente in due parti. La colonia si è spostata nella camera in basso, probabilmente perché si sente più sicura (infatti, esattamente come le Colobopsis, questa specie si sente sicura nei posti più ristretti).
La regina presenta il solito gastro dilatato, che in foto non si può vedere (è sopra la covata). Presto aprirò la provetta in una minuscola arena, dato che spesso osservo le operaie strappare il cotone dell'entrata.
Dario
"Chi dice che è impossibile, non dovrebbe disturbare chi ce la sta facendo." (Albert Einstein)
Avatar utente
AntBully
moderatore
 
Messaggi: 2241
Iscritto il: 13 giu '15
Località: San Pietro in Casale (BO)
  • Non connesso

Re: Diario Dolichoderus quadripunctatus:

Messaggioda Reptilia » 07/08/2016, 13:07

Bravissimo!
In tutto, quante sono le operaie???
Sei bravissimo, complimenti, il solo fatto che ha deposto nuovamente mi fa essere felice!
Formiche in allevamento

Formica sp. Diario: http://formicarium.it/forum/viewtopic.php?f=11&t=11021
Messor capitatus - in fondazione
Camponotus nylanderi - in fondazione
Solenopsis fugax - in fondazione
Crematogaster scutellaris - in fondazione
Reptilia
pupa
 
Messaggi: 349
Iscritto il: 25 ott '15
Località: Bivona (AG)
  • Non connesso

Re: Diario Dolichoderus quadripunctatus:

Messaggioda AntBully » 14/08/2016, 22:41

14/08/2016:
Come preannunciato, la colonia è stata aperta in arena, con 12 operaie (presto 15). L'arena è una seconda provetta collegata mediante un tubo di plastica. Devo dire che questa specie non è poi così tanto timida nei luoghi che conosce (infatti, nella nuova provetta ho provato a metterci qualche drosofila viva, che è stata prontamente uccisa e portata al nido).
Ho fatto una delle prime sperimentazioni alimentari con questa specie: polpa di fico diluita con acqua! è stata gradita molto ed alcune operaie fungono da replete. La regina continua a deporre incessantemente (poche uova ma regolarmente)e le operaie iniziano a dimostrate una certa attività (il prossimo anno dovrò senz'altro progettare un nido per queste formiche).

Scrivo anche su un esperimento che sto facendo: ho provato a mettere 5 regine tutte insieme, cercando di riprodurre una fondazione poliginica in cattività (avevo già provato con due regine, ma una aveva cacciato l'altra appena deposte le prime uova). Per ora, sta andando tutto bene (ho trovato tutte le regine sullo stesso albero e nello stesso istante, quindi sono tutte regine sorelle neosciamate) e compaiono le prime uova. Vi terrò aggiornati anche su questa fondazione! :smile:
Dario
"Chi dice che è impossibile, non dovrebbe disturbare chi ce la sta facendo." (Albert Einstein)
Avatar utente
AntBully
moderatore
 
Messaggi: 2241
Iscritto il: 13 giu '15
Località: San Pietro in Casale (BO)
  • Non connesso

Re: Diario Dolichoderus quadripunctatus:

Messaggioda Reptilia » 14/08/2016, 23:04

Bei risultati!
Interessante la fondazione poliginica, aspetto aggionamenti ;)
Formiche in allevamento

Formica sp. Diario: http://formicarium.it/forum/viewtopic.php?f=11&t=11021
Messor capitatus - in fondazione
Camponotus nylanderi - in fondazione
Solenopsis fugax - in fondazione
Crematogaster scutellaris - in fondazione
Reptilia
pupa
 
Messaggi: 349
Iscritto il: 25 ott '15
Località: Bivona (AG)
  • Non connesso

Re: Diario Dolichoderus quadripunctatus:

Messaggioda AntBully » 16/08/2016, 18:15

16/08/2016:
Ad oggi volevo fare vedere la sistemazione della colonietta di questo diario:
Dolichoderus quadripunctatus 1.jpg
Qui si può vedere più o meno la seconda provetta, collegata con la prima.

Dolichoderus quadripunctatus 2.jpg
Qui invece si può vedere l'ingresso della seconda parte del nido, quella dove la colonia alloggia.

Questa specie è molto ghiotta di sostanze zuccherine, quali: frutta dolce e matura (fico, banana e mela); miele; dieta Bhatkar; soluzione di zucchero di canna, acqua e miele. Come proteine, vengono accettati soprattutto ditteri (come drosofile, zanzare, mosche) e aracnidi.

La fondazione poliginica non sta dando gli stessi frutti... Per ora, non vedo uova.
Dario
"Chi dice che è impossibile, non dovrebbe disturbare chi ce la sta facendo." (Albert Einstein)
Avatar utente
AntBully
moderatore
 
Messaggi: 2241
Iscritto il: 13 giu '15
Località: San Pietro in Casale (BO)
  • Non connesso

Re: Diario Dolichoderus quadripunctatus:

Messaggioda AntBully » 24/08/2016, 15:10

24/08/2016:
La colonietta ha rallentato drasticamente l'attività (la regina depone raramente): probabilmente, tra due mesi la colonia entrerà in ibernazione. Le operaie sono diventate venti e, comunque, di covata ne è presente (una ventina di uova, una pupa e 3 larvette).
Ho cambiato l'arena, dato che la vecchia era di difficile gestione (le operaie scappavano facilmente quando davo da mangiare nella seconda provetta): ho collegato la provetta/nido in un bicchiere con una cannuccia. Nel bicchiere, ieri ho provato a mettere del miele di bosco (praticamente regalato). Il risultato è stato entusiasmante! Per far capire quanto, pubblico delle foto:
Dolichoderus e miele di bosco 1.jpg
Dopo neanche 5 secondi che ho offerto il miele...

Dolichoderus e miele di bosco 2.jpg
...e dopo 1 minuto! O.o

Come antifuga sto usando la normale miscela: metà olio di vaselina e metà grasso di vaselina. Per ora, sembra funzionare (al contrario del fossato d'acqua che sembra riescano a valicarlo).
La fondazione poliginica non sta dando importanti frutti e quindi ho deciso di dividere le regine e di farle fondare esattamente come quella di questo diario.
Dario
"Chi dice che è impossibile, non dovrebbe disturbare chi ce la sta facendo." (Albert Einstein)
Avatar utente
AntBully
moderatore
 
Messaggi: 2241
Iscritto il: 13 giu '15
Località: San Pietro in Casale (BO)
  • Non connesso

Re: Diario Dolichoderus quadripunctatus:

Messaggioda messor » 24/08/2016, 15:29

A me il fossato funziona,ma non e solo di acqua ma anche di sapone liquido in modo che le operaie che superano il talco restino annegate.Ma non succede quasi mai quest' anno solo tre volte è capitato.
Avatar utente
messor
moderatore
 
Messaggi: 1296
Iscritto il: 6 ago '16
Località: Peschici(puglia)
  • Non connesso

Re: Diario Dolichoderus quadripunctatus:

Messaggioda AntBully » 03/09/2016, 17:14

messor ha scritto:A me il fossato funziona,ma non e solo di acqua ma anche di sapone liquido in modo che le operaie che superano il talco restino annegate.Ma non succede quasi mai quest' anno solo tre volte è capitato.

Questa è una specie particolare, di cui non si sa praticamente nulla (e più andiamo avanti e più me ne accorgo... vedesi il periodo di sciamatura. Proprio in questi giorni, di maschi ne vedo la metà rispetto a metà luglio, così come le regine. Infatti, io credo che il periodo di sciamatura incominci da fine giugno e si protragga fino ad ottobre, il periodo in cui l'anno scorso continuavo a trovare regine, invece che solo autunno). Quindi, non mi meraviglierei del fatto che siano capaci di valicare l'acqua! :smile: Non posso darne certezza dato che non le registro 24 ore su 24, ma per ora col fossato d'acqua beccavo sempre almeno un'operaia in giro a girovagare.
03/09/2016:
Mi sbagliavo quando dicevo che la colonia sembra si stia preparando all'ibernazione. La regina continua a deporre e le pupe in questo momento sono 3. Le operaie sono ormai circa 20.
Come gusti alimentari, devo dire che sono di bocca abbastanza buona: accettano qualsiasi artropode venga loro offerto (solo se dal corpo molle) e vanno ghiotte anche per i nostri cibi (ho provato ad offrire un pezzetto di pollo arrosto e l'hanno divorato, così come il patè di pollo per gatti (non è una nostra pietanza, ma vabbeh... :joker: )).
Per l'ibernazione, credo che aspetterò, osservando le colonie selvatiche in natura.
La colonia poliginica sta dando ottimi risultati: in totale, con 4 regine (una è morta inspiegabilmente... probabile selezione naturale), conto una trentina di uova. Stiamo a vedere...
Dario
"Chi dice che è impossibile, non dovrebbe disturbare chi ce la sta facendo." (Albert Einstein)
Avatar utente
AntBully
moderatore
 
Messaggi: 2241
Iscritto il: 13 giu '15
Località: San Pietro in Casale (BO)
  • Non connesso

Re: Diario Dolichoderus quadripunctatus:

Messaggioda AntBully » 21/09/2016, 19:46

21/09/2016:
La colonia gode di ottime salute. In totale, ci sono 30 larve e 3 pupe, più qualche ovetto. Le operaie sono circa 15 (qualcuna di prima generazione è deceduta) e la colonia continua ad alimentarsi con soprattutto drosofile.
Ho cambiato l'arena, dato che quella vecchia era particolarmente sporca.
Ho deciso che metterò la colonia in ibernazione verso metà ottobre, visto che devo fare un esperimento: ricordo che ad inizio dicembre, c'erano operaie di Dolichoderus quadripunctatus a foraggiare sotto i raggi solari (quindi solo se l'albero su cui abitavano veniva colpito dal sole). Perciò, volevo osservare se davvero l'attività dipendesse dalla luce solare... vi terrò aggiornati!
Dario
"Chi dice che è impossibile, non dovrebbe disturbare chi ce la sta facendo." (Albert Einstein)
Avatar utente
AntBully
moderatore
 
Messaggi: 2241
Iscritto il: 13 giu '15
Località: San Pietro in Casale (BO)
  • Non connesso

Re: Diario Dolichoderus quadripunctatus:

Messaggioda AntBully » 20/10/2016, 18:32

20/10/2016:
La colonia inizia a prepararsi per l'ibernazione. Come avevo sospettato, la colonia non possiede più alcuna covata oramai da 2 settimane (né pupe, né larve e né uova). Si può quindi dedurre che sia una specie che non alleva covata latente.
Alcune operaie di prima generazione sono decedute per ovvia vecchiaia (ben 4): in totale, rimangono circa 15 operaie. Ho deciso di richiudere la colonia in provetta, senza lasciarla ancora aperta a foraggiare in arena.
La cosa veramente che da sempre mi ha più affascinato su questa specie è il fatto che le colonie non vivano mai "una vera" ibernazione. Infatti, le operaie, se i raggi solari picchiano forte contro gli alberi su cui questa simpatica specie vive, foraggiano anche in pieno inverno (ad esempio, in gennaio).
Dario
"Chi dice che è impossibile, non dovrebbe disturbare chi ce la sta facendo." (Albert Einstein)
Avatar utente
AntBully
moderatore
 
Messaggi: 2241
Iscritto il: 13 giu '15
Località: San Pietro in Casale (BO)
  • Non connesso

Prossimo

Torna a Altri generi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti