Diario di Formica truncorum

Diario di Formica truncorum

Messaggioda Guglielmo » 10/08/2019, 19:12

salve a tutti, comincio qui il diario di questa interessantissima specie - grazie al dono della regina da parte dell'utente Erik il Rosso e all'identificazione della specie da parte di Winny88.
La regina è stata ritrovata domenica 4 agosto a Sogno (Piemonte) a circa 750 m di quota.
Io la stavo cercando, perché essendo una delle poche specie del gruppo rufa a non essere protetta, potrei utilizzarla per un display nel museo della scienza dove lavoro.
A giugno sono stato in Lituania dove la specie abbonda e ho aiuto modo di osservare tantissimi nidi, realizzati accumulando aghi di conifere su ceppi di tronchi tagliati o marcescenti, scavati dalle formiche fin sotto terra. L'acervo (accumulo di aghi) serve principalmente a regolare la temperatura del nido, oltre che a fornire protezione.
Questa specie ha molti nidi satellite, e le ho viste spesso traslocare larve e bozzoli da un nido all'altro. Sono formiche molto aggressive e non appena ci si avvicina all'acervo, minacciano puntando il gastro verso l'intruso e spruzzano acido formico, come fanno un pò quasi tutte le Formica.
form.jpg
la regina trovata da Erik


La fondazione in cattività di questa specie non è per nulla semplice. Bisogna trovare delle "schiave" (Serviformica) che la assistano nelle prime fasi della fondazione, perché la regina da sola non è capace.
Chi ha provato con specie analoghe mi ha consigliato di fornire come "schiave" operaie di Formica fusca, che, pur essendo abbastanza pugnaci, vivono in colonie poliginiche, e quindi dovrebbero essere più propense ad accettare regine.
Pertanto lunedì sera ho raccolto una trentina di operaie e una sessantina di bozzoli da un nido impressionante (per dimensioni) di Formica fusca, non molto lontano da dove vivo.
L'inserimento delle operaie va fatto con grande accortezza, messe in provetta una ad una, e bisogna vigilare che nella lotta non uccidano la regina. Per calmarle un pò, si è soliti raffreddare le operaie "schiave" mettendole un pò di minuti in frigorifero, ma con le temperature di questi giorni, l'effetto rallentamento termina subito.

9 Agosto 2019

La regina mi è arrivata dopo ben 5 giorni di viaggio. Temevo fosse morta, ma quando l'ho vista ho avuto la sensazione di trovarmi davanti a un animale forte. Le ho dato una goccia di miele per tirarla su e darle forza per la terribile prova che la attendeva.
IMG_7324 (1).jpg
la regina accetta subito il miele posto su un bastoncino


dopo pochi minuti ho cominciato l'inserimento. Per prima ho inserito una formica operaia appena sfarfallata, nella speranza di un approccio mansueto, ma costei si è bloccata terrorizzata vicino al tappo di cotone dell'uscita. Subito dopo ho messo nella provetta un'operaia ben più vispa... qui nel video potete vedere come è andata ...



dopo la "schiavizzazione" della prima operaia, ne ho messa un'altra, e la lotta è stata quasi del tutto analoga alla precedente, solo un pò più breve. Con la terza ancora più breve e con la quarta nessuna lotta.
8D31505F-02B2-4F7A-BA53-830701ED9F7E (1).jpg


Così ho messo in provetta tutte le altre, sempre una alla volta, fino a raggiungere il numero di 17-18 operaie. A quel punto ho messo i bozzoli - circa una sessantina, con alcuni già pronti per schiudere.
Le operaie effettuano trofallassi con la regina, e questo è segno che l'hanno accettata.
Allegati
IMG_7333 (1).jpg
Spoiler: mostra
Colonie:
Aphaenogaster campana
Aphaenogaster iberica
Camponotus aethiops
Camponotus lateralis
Camponotus marginatus
Camponotus nylanderi
Camponotus vagus
Cataglyphis sp.
Formica cunicularia
Formica rufa
Formica sanguinea
Messor capitatus
Messor minor
Myrmecina graminicola
Solenopsis fugax
Temnothorax sp.

+ qualche esotica al museo
Avatar utente
Guglielmo
moderatore
 
Messaggi: 456
Iscritto il: 15 ott '14
Località: Napoli
  • Non connesso

Re: Diario di Formica truncorum

Messaggioda winny88 » 10/08/2019, 20:30

Per contemplare un po' più dettagliatamente questa bestiola, aggiungo la foto di un'altra regina scattata proprio oggi sulle Alpi Orobie da Elia Nalini.

Piccola curiosità aggiuntiva sulla specie: Seifert, 2018 riporta le osservazioni in natura di regine di Formica truncorum in un nido di Formica polyctena e di una colonia con operaie miste di polyctena e truncorum. Da queste osservazioni si può supporre che forse F. truncorum possa occasionalmente comportarsi anche da superparassita di altre Formica del gruppo rufa.
Allegati
IMG-20190810-WA0015.jpg
Avatar utente
winny88
major
 
Messaggi: 8711
Iscritto il: 23 giu '12
Località: Napoli Vesuvio
  • Non connesso

Re: Diario di Formica truncorum

Messaggioda erik il rosso » 10/08/2019, 22:17

Assistere alla lotta senza sapere come potesse finire deve essere stato snervante.
Sono super curioso,la regina era bellissima,ma appena scoperto che era importante per la ricerca non ho avuto dubbi.
Buona fortuna Guglielmo
In fondazione
Pheidole sp.
Lasius emarginatus
Formica gagates

Piccole colonie
Camponotus barbaricus
Avatar utente
erik il rosso
pupa
 
Messaggi: 458
Iscritto il: 15 giu '13
Località: lido di venezia
  • Non connesso

Re: Diario di Formica truncorum

Messaggioda Guglielmo » 19/08/2019, 17:51

19 Agosto 2019

Visto che quasi tutti i bozzoli di Formica fusca si sono aperti, e nella provetta c'erano una settantina di formiche - troppe anche per la gestione, ho deciso di aprire la provetta in un'arena con nido in gasbeton incluso. In questo modo mi sarà più facile alimentarle ed osservarle.

image2.jpeg
arena con fondo in terra mischiata a sabbia


image3.jpeg
nido in gasbeton colorato


All'interno della provetta ancora non vedo uova, ma la regina viene continuamente nutrita dalle operaie. Non c'è alcuna forma di ostilità nei suoi confronti.

Aprendo la provetta le formiche si sono riversate fuori, tutte, regina inclusa, e hanno ispezionato sotto i rami per cercare un possibile punto di scavo. Solo nella notte si sono trasferite nel nido in gasbeton, occupando il piano più basso.
Allegati
image1.jpeg
nido parzialmente occupato
Spoiler: mostra
Colonie:
Aphaenogaster campana
Aphaenogaster iberica
Camponotus aethiops
Camponotus lateralis
Camponotus marginatus
Camponotus nylanderi
Camponotus vagus
Cataglyphis sp.
Formica cunicularia
Formica rufa
Formica sanguinea
Messor capitatus
Messor minor
Myrmecina graminicola
Solenopsis fugax
Temnothorax sp.

+ qualche esotica al museo
Avatar utente
Guglielmo
moderatore
 
Messaggi: 456
Iscritto il: 15 ott '14
Località: Napoli
  • Non connesso

Re: Diario di Formica truncorum

Messaggioda Guglielmo » 04/10/2019, 16:00

4 Ottobre 2019

Ho lasciato le formiche tranquille per circa un mese senza guardare nel nido - essendo alcune operaie state prelevate in natura, sono molto sensibili allo stress. Oggi l'ho fatto e purtroppo non ho visto nessun uovo o larva. A questo punto immagino che la deposizione avverrà direttamente la primavera prossima. Essendo specie di montagna, forse le Formica truncorum, che sciamano ad agosto, non fanno in tempo a deporre e far schiudere le uova prima del calo delle temperature.
Avanzo questa ipotesi anche perché mi è stata regalata un'altra regina della stessa specie da Myrme, sempre raccolta ad agosto, che neppure aveva deposto.
A quest'ultima ho aggiunto venti bozzoli di Formica fusca perché aveva solo una quindicina di operaie. Uno dei bozzoli è stato aperto subito e la pupa tagliata a pezzi, ma gli altri bozzoli sono stati aperti bene e le giovani formiche adesso servono la regina. Le terrò a temperatura ambiente (25°C) ancora per un paio di settimane e se non ci saranno deposizioni, le raffredderò gradulamente entrambe.
Spoiler: mostra
Colonie:
Aphaenogaster campana
Aphaenogaster iberica
Camponotus aethiops
Camponotus lateralis
Camponotus marginatus
Camponotus nylanderi
Camponotus vagus
Cataglyphis sp.
Formica cunicularia
Formica rufa
Formica sanguinea
Messor capitatus
Messor minor
Myrmecina graminicola
Solenopsis fugax
Temnothorax sp.

+ qualche esotica al museo
Avatar utente
Guglielmo
moderatore
 
Messaggi: 456
Iscritto il: 15 ott '14
Località: Napoli
  • Non connesso

Re: Diario di Formica truncorum

Messaggioda MaelCamp » 05/10/2019, 16:34

Forte :wow: Complimenti Guglielmo :yellow:
Avatar utente
MaelCamp
larva
 
Messaggi: 247
Iscritto il: 6 ott '18
Località: Sicilia
  • Non connesso


Torna a Formica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti