Camponotus vagus, l'inizio di un avventura

Camponotus vagus, l'inizio di un avventura

Messaggioda Francesco Minghetti » 19/05/2020, 20:54

Ciao a tutti, PomAnt mi ha regalato una bellissima regina di C. vagus suggerendomi di aprire un diario, cosa che ho fatto subito e quindi eccomi qua! Se avete qualcosa da consigliarmi a proposito di questa specie, non esitate a scrivermi... A presto.
Francesco Minghetti
uovo
 
Messaggi: 1
Iscritto il: 19 mag '20
  • Non connesso

Re: Camponotus vagus, l'inizio di un avventura

Messaggioda PomAnt » 19/05/2020, 20:57

ciao Francesco! ben venuto! :clap:
"L'ultimo passo della ragione, è il riconoscere che ci sono un'infinità di cose che la sorpassano."
Blaise Pascal
Avatar utente
PomAnt
moderatore
 
Messaggi: 2744
Iscritto il: 12 mar '11
Località: Trentino
  • Non connesso

Re: Camponotus vagus, l'inizio di un avventura

Messaggioda Davrin » 19/05/2020, 22:00

Benvenuto! Non amerò leggere questo diario, dopo la morte della mia amata colonia, sentire parlare di questa specie mi mette tristezza, ti auguro che la tua futura colonia cresca sana e non ti farò commettere i miei stessi errori! ;) :mrblu:
Spoiler: mostra
Regine in fase di fondazione e colonie varie:
Colonietta Lasius paralienus;
Colonietta Camponotus lateralis;
Regina Crematogaster scutellaris;
Regina Camponotus lateralis;
Colonietta Messor capitatus.
Avatar utente
Davrin
minor
 
Messaggi: 523
Iscritto il: 16 apr '18
Località: Reggio Emilia
  • Connesso

Re: Camponotus vagus, l'inizio di un avventura

Messaggioda Dragonpluvius » 19/05/2020, 22:14

Ho subito un consiglio da darti... La specie è caratterizzata da un'alta mortalità della regina nei primi anni di vita, poco tempo fa un utente scrisse un post (secondo me ben fatto) riguardo proprio il mantenimento e la cura della colonia. In natura di solito nidificano in tronchi poggiati al suolo, in parte marci e molto umidi, spesso si spostano in zone diverse con differenti gradienti di umidità durante il passaggio estate-inverno/inverno-estate per consentire una corretta idratazione di tutti gli individui, regina inclusa. In cattività, talvolta, questa condizione non viene ricreata, fornendo un nido in legno senza fonti di acqua interni, limitandosi alla classica provetta in arena, si consiglia quindi di fornire (quando necessario) un nido in calcestruzzo areato, in gesso o comunque in materiali facilmente umidificabili (occhio che scavano bene anche il gesso però). Questo riduce molto la possibilità di morte precoce della regina e, quindi, della colonia.
Spoiler: mostra
Camponotus ligniperda (colonietta)
Camponotus piceus (regina in fondazione)
Camponotus lateralis (regina in fondazione)
Phoeidole pallidula (colonietta)
Tapinoma sp. (colonietta)
Myrmica sp. (colonietta)
Myrmica scabrinodis (colonietta)
Temnothorax italicus (colonietta)
Aphaenogaster ichnusa (colonietta)
Crematogaster scutellaris (regina in fondazione)
Tetramoium sp. (colonietta)
Formica fusca (2 regine in fondazione)
Aphaenogaster spinosa (colonietta)
Messor minor (regina + uova)
Solenopsis fugax (colonietta)

Reticuletermes lucifugus (3 coppie)


cerco:
Myrmica sp.
Strongylognathus sp.
Tetramorium atratulus
(scambio con specie in firma)
Dragonpluvius
larva
 
Messaggi: 159
Iscritto il: 23 lug '19
Località: Castel Gandolfo (RM)
  • Non connesso

Re: Camponotus vagus, l'inizio di un avventura

Messaggioda sidaf » 20/05/2020, 11:55

Ciao
Ho una colonia in fondazione di questa specie, presa a entomodena a settembre
la popolazione è stabile a 7 operaie
la temperatura non ha ancora superato i 23 gradi ma penso e spero che tra un po con l'aumento della temperatura la colonia abbia un aumento demografico

quello che ho appena letto mi mette in allarme (alta mortalità della regina nei primi anni)

Per ora la colonia è ancora nella provetta e pensavo che fosse la sistemazione ideale finchè sono così poco numerose, ma viste le ultime considerazioni non so più se è la sistemazione ideale

Potrei mettergli a disposizione diverse sistemazioni e lasciare che siano le formiche a scegliere quella che preferiscono:
- un'altra provetta (quella attuale terminerà l'acqua tra qualche settimana)
- un mini formicaio in legno (ho dei pezzi di legno e di plexiglass che potrei usare per costruirlo, usando il silicone)
- gasbeton (cemento cellulare)

Dragonpluvius ha scritto:calcestruzzo areato

cosa intendi per "areato"? con più uscite?
Spoiler: mostra
Colonie:
- Lasius emarginatus affidatomi da "lorenzoc" il 23/6/19 (regina sciamata nel 2016) Diario
- Messor capitatus affidatomi da "sabby fattyboy" il 29/6/19 (regina sciamata nel 2011) Diario
In fonazione:
- Camponotus vagus (sciamata primavera 2019, in fondazione)
- Tetramorium sp. (sciamata giugno 2019, in fondazione)

Anche una formica si pone al centro del suo mondo e secondo la propria prospettiva lo misura.
Ma come si può ritenere una delle due prospettive, quella dell’uomo o quella dell’insetto, più vera dell’altra?
Nietzsche
Avatar utente
sidaf
larva
 
Messaggi: 213
Iscritto il: 13 lug '18
Località: Marostica (VI)
  • Non connesso

Re: Camponotus vagus, l'inizio di un avventura

Messaggioda Chiez98 » 20/05/2020, 13:31

"Areato" di "calcestruzzo areato" = Gasbeton/Ytong.
E' parte del nome con cui viene chiamato.
Inoltre sulla mortalità confermo (me ne sono morte due :( ).
Mi pare di aver letto un post a riguardo che diceva che i Camponotini (o alcuni tra cui C. vagus ) non abbiano una ghiandola che produce un antibatterico o una cosa simile riguardo la difesa dai microrganismi. Quindi credo che la presenza di muffa/ acqua torbida in provetta sia di maggior rilevanza.

Tuttavia predi questa cosa con le pinze che non ne sono sicuro.
PROVETTA IN ARENA
Lasius niger 30-40 operaie
Messor capitatus 10-120 operaie
Tetramonium sp. 120 operaie
Spoiler: mostra
IN FONDAZIONE
2x Solenopsis fugax
2x Formi cunicularia
Tetramorium caespitum
DESIDERI FUTURI
Camponotus vagus, cruentatus, lateralis
Formica fusca, cinerea
Messor structor, wasmanni
Scambiate
Messor minor scambiata a "Messor"
Tetramorium sp. scambiata a "decorrere"
Formica sp. scambiata a "mene"
Avatar utente
Chiez98
larva
 
Messaggi: 107
Iscritto il: 27 dic '17
Località: Milano
  • Non connesso

Re: Camponotus vagus, l'inizio di un avventura

Messaggioda Dragonpluvius » 20/05/2020, 20:31

La mortalità è causata dalla bassa umidità dei nidi in legno, le colonie giovani hanno estremo bisogno di una zona umida per idratarsi correttamente. Per ora non c'è sistemazione migliore della provetta!! Devi pensare al formicaio (inizialmente non in legno) solo quando diventeranno troppe per restare in uno spazio così angusto. Tra l'altro mi sembrano veramente poche le operaie per essere una regina dell'anno scorso, probabilmente ha subito numerose perdite, per ora nutrile a sufficienza con sostanze zuccherine e insetti morbidi e non avrai problemi.
Spoiler: mostra
Camponotus ligniperda (colonietta)
Camponotus piceus (regina in fondazione)
Camponotus lateralis (regina in fondazione)
Phoeidole pallidula (colonietta)
Tapinoma sp. (colonietta)
Myrmica sp. (colonietta)
Myrmica scabrinodis (colonietta)
Temnothorax italicus (colonietta)
Aphaenogaster ichnusa (colonietta)
Crematogaster scutellaris (regina in fondazione)
Tetramoium sp. (colonietta)
Formica fusca (2 regine in fondazione)
Aphaenogaster spinosa (colonietta)
Messor minor (regina + uova)
Solenopsis fugax (colonietta)

Reticuletermes lucifugus (3 coppie)


cerco:
Myrmica sp.
Strongylognathus sp.
Tetramorium atratulus
(scambio con specie in firma)
Dragonpluvius
larva
 
Messaggi: 159
Iscritto il: 23 lug '19
Località: Castel Gandolfo (RM)
  • Non connesso


Torna a Camponotus

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Lestat e 25 ospiti