Materiale di scavo per formicaio ad espansione

Materiale di scavo per formicaio ad espansione

Messaggioda ŠpidĖrman » 17/07/2019, 15:36

Salve a tutti. Ho costruito tre formicai in gesso variante 2, due più piccolino cubici per le mie due colonie di Lasius è uno più grande per la colonia di Formica cunicularia. Li ho fatti con due colate distinte di gesso, una più “lenta” ed una più dura, per avere un diverso coefficiente di umidità man mano che si sale, ed inoltre per rendere più difficoltoso lo scavo. Li ho scavati su tutte e quattro le facciate predisponendo degli ingressi successivi da aprire man mano che la colonia si espande. Avevo pensato ad un intervento mio manuale per aprire le camere in successione, ma visto che in molti diari ho notato che si utilizza questo metodo di mettere dei materiali più morbidi per far gestire alle operaie la crescita, mi domandavo se effettivamente questo sistema funzioni, specie su specie che mi pare non siano molto propense allo scavo come le mie, e che tipo di materiale mi consigliate di usare...potrei fare un impasto con il gesso di risulta dello scavo delle gallerie, o anche un panetto di plastilina che ho in casa sigillato da più di 25 anni :-D anche se quest ultimo mi preoccupa un po’ in quanto può risultare tossico per le formiche...consigli?! La classica ovatta eventualmente può funzionare all’abbisogna?
“Parvula (nam exemplo est) magni formica laboris
Ore trahit, quodcunque potest, atque addit acervo
Quem struit; haud ignara ac non incauta futuri.”

Orazio
Avatar utente
ŠpidĖrman
larva
 
Messaggi: 103
Iscritto il: 14 giu '19
Località: Vicino L’Aquila - Abruzzo
  • Non connesso

Re: Materiale di scavo per formicaio ad espansione

Messaggioda Lio » 17/07/2019, 15:41

Questo metodo non è l'ideale... se proprio vuoi farlo, utilizza un po' di cotone idrofilo.
♧♧♧♧♧♧♧♧♧♧♧♧♧♧♧♧♧ LIO ♧♧♧♧♧♧♧♧♧♧♧♧♧♧♧♧
Avatar utente
Lio
larva
 
Messaggi: 268
Iscritto il: 18 apr '19
Località: Sicilia
  • Non connesso

Re: Materiale di scavo per formicaio ad espansione

Messaggioda MaelCamp » 17/07/2019, 23:15

Si credo sia tossica la plastilina, dopo 25 anni poi :lol:
Il sistema che vorresti adottare è complesso da attuare, indi sconsigliato..
Con nostra sorpresa, le formiche non fanno ciò che ci si aspetta.. Il mio suggerimento è: di andare per gradi, se meno di cento non spostarle da provetta a formicaio, così per i successivi traslochi, se troppo grande non fanno altro che inzozzarti le stanze che non usano, con conseguente possibilità di muffe ecc.. (in più si sentono impaurite perchè troppo grande) stanno bene anche ammassate l' una sopra l'altra ;)
Avatar utente
MaelCamp
larva
 
Messaggi: 230
Iscritto il: 6 ott '18
Località: Sicilia
  • Non connesso

Re: Materiale di scavo per formicaio ad espansione

Messaggioda kikko » 17/07/2019, 23:25

Come dice Meal, vai per gradi... le mie regine hanno quasi un anno e hanno tra le 10/15 operaie (perlomeno le Messor minor e Messor capitatus ancora stanno in provetta. Solo due hanno un alloggio più confortevole, un’arena di 5 cm...ma sempre in provetta stanno! prossimamente faro dei Formicai con due stanze non di più, se sarà possibile le trasferisco quest’estate sennò se ne riparla prossimo anno, dopo un bella diapausa. Non utilizzare prodotti strani, poi le muffe sono terribili posso uccidere tutta la colonia.
In fondazione Crematogaster scutellaris, Messor structor Messor minor, Messor capitatus, Solenopsis fugax, Camponotus piceus, Camponotus lateralis
Avatar utente
kikko
larva
 
Messaggi: 204
Iscritto il: 17 mag '11
Località: roma
  • Non connesso

Re: Materiale di scavo per formicaio ad espansione

Messaggioda ŠpidĖrman » 18/07/2019, 8:21

La mia idea di base era fare come per la mia altra colonia di Lasius, ovvero aprirle in Arena quando mi sarà impossibile nutrirle in provetta, diciamo per le 25 operaie, ma questa volta come Arena usare quella del nido in gesso variante 2. Poi al momento de trasferimento, aprire un primo buco tappato in Arena che apre su una prima parte di formicaio, e poi un secondo che pare la seconda facciata, e il materiale si scavo sarebbe solo quello per collegare i due nidi, male che vada non scavandolo i due nidi restano non direttamente collegati....certo mi rendo conto che sarà un nodo soggetto all’usurae allo sporco anche perché la colonia userà l’arena quasi da subito, ma tanto è un formicaio cubico 18x18 che comunque andrà cambiato...era solo per non far fare troppo traslochi alla colonia dato che sono imbranato, ma se mi dite così allora rinuncio direttamente e lo userò dopo...
“Parvula (nam exemplo est) magni formica laboris
Ore trahit, quodcunque potest, atque addit acervo
Quem struit; haud ignara ac non incauta futuri.”

Orazio
Avatar utente
ŠpidĖrman
larva
 
Messaggi: 103
Iscritto il: 14 giu '19
Località: Vicino L’Aquila - Abruzzo
  • Non connesso


Torna a Costruire un Formicaio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 16 ospiti