Le dimensioni contano...

Le dimensioni contano...

Messaggioda NicoAnt33 » 24/11/2017, 23:56

La mia colonia di Lasius niger è ancora in provetta e conta meno di 30 operaie quasi pronte ad essere trasferite in un formicaio di mia creazione. (aspetterò di arrivare a 50)

DOMANDA: il formicaio sarà quello della foto ( ancora in lavorazione) ma mi chiedo, date le dimensioni, quante formiche potrà ospitare al massimo????

diametro 8cm
altezza 7
12 stanze di dimensioni variabili
tunnel di 5mmx5mm

parola a gli esperti :yellow:
Allegati
IMG_0214.JPG
bozza1
IMG_0255.JPG
bozza2
IMG_0257.JPG
bozza3
Avatar utente
NicoAnt33
uovo
 
Messaggi: 15
Iscritto il: 4 dic '16
Località: Barcelona (Spagna)
  • Non connesso

Re: Le dimensioni contano...

Messaggioda GianniBert » 25/11/2017, 10:54

Alcune centinaia... il problema con questo modello di nidi non è tanto quante ce ne staranno, ma come farai a trasferirle quando non ci staranno più.
Questo modello mi ha sempre lasciato perplesso (impressioni personali, s'intende), perché alla facilità di costruzione associano la difficoltà di gestire colonie che diventano potenzialmente grandi e popolose. Ti consiglio di prevedere anzi tempo (prima del trasferimento, visto che dopo sarà molto difficile) la possibilità di collegare questo nido a uno più grande. Spero che il contenitore sia in plastica, quindi perforabile senza danni.
Fai un buco e attaccaci subito un tubo. Servirà nel futuro. I formicai devono sempre avere almeno un accesso-accessibile, non mi stancherò mai di scriverlo, ma un po' sì...
Per il resto il formicaio è bello, forse un po' scuro il colore: vedrai meglio la covata e meno bene gli adulti, è il motivo per cui cerco di fare le stanze interne in colore più chiaro, in modo di non scontentare nessuna esigenza.
Per Lasius niger avrei fatto le gallerie di collegamento più strette; non è sbagliato, più un discorso mio estetico, così offriranno spazio abitabile anche quando la colonia crescerà, quindi è tecnicamente un vantaggio.

PS: sono andato a vedere i tuoi post precedenti... ma non avevi messo una bella ricostruzione ambientale sopra, in arena? L'hai rifatto, o queste sono foto antecedenti alla lavorazione?
Messor capitatus - Messor barbarus - Camponotus vagus - Camponotus nylanderi - Camponotus cruentatus - Camponotus barbaricus - Formica cinerea - Formica Lemani - Plagiolepis pygmaea + P. xene
Avatar utente
GianniBert
moderatore
 
Messaggi: 3895
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Milano
  • Non connesso

Re: Le dimensioni contano...

Messaggioda yurj » 25/11/2017, 23:09

Io ho le stesse perplessità di Gianni su questi tipo di nidi, l'ho usato una volta e non lo userò più, i classici formicai in gasbeton/gesso con vetro frontale e arena sopra credo siano decisamente migliori.

Per quello che riguarda il disegno delle stanze è sempre a proprio piacimento, ricorda però di usare meno possibile stanze rotonde, piuttosto lunghe e poco alte in modo da permettere l'utilizzo dello spazio al massimo possibile.
Spoiler: mostra
In fondazione:
Formica (Formica) sp. con serve di F. sanguinea
Messor barbarus
Tapinoma gr. nigerrimum

In allevamento:
C. barbaricus - C. cruentatus - C. ligniperda - C. nylanderi - C. vagus
F. sanguinea
Lasius emarginatus - L. fuliginosus
Myrmica hellenica
Avatar utente
yurj
moderatore
 
Messaggi: 1864
Iscritto il: 4 mar '15
Località: Lugagnano Val d'Arda (Pc)
  • Non connesso

Re: Le dimensioni contano...

Messaggioda NicoAnt33 » 26/11/2017, 19:27

GianniBert ha scritto:Alcune centinaia... il problema con questo modello di nidi non è tanto quante ce ne staranno, ma come farai a trasferirle quando non ci staranno più.
Questo modello mi ha sempre lasciato perplesso (impressioni personali, s'intende), perché alla facilità di costruzione associano la difficoltà di gestire colonie che diventano potenzialmente grandi e popolose. Ti consiglio di prevedere anzi tempo (prima del trasferimento, visto che dopo sarà molto difficile) la possibilità di collegare questo nido a uno più grande. Spero che il contenitore sia in plastica, quindi perforabile senza danni.
Fai un buco e attaccaci subito un tubo. Servirà nel futuro. I formicai devono sempre avere almeno un accesso-accessibile, non mi stancherò mai di scriverlo, ma un po' sì...
Per il resto il formicaio è bello, forse un po' scuro il colore: vedrai meglio la covata e meno bene gli adulti, è il motivo per cui cerco di fare le stanze interne in colore più chiaro, in modo di non scontentare nessuna esigenza.
Per Lasius niger avrei fatto le gallerie di collegamento più strette; non è sbagliato, più un discorso mio estetico, così offriranno spazio abitabile anche quando la colonia crescerà, quindi è tecnicamente un vantaggio.

PS: sono andato a vedere i tuoi post precedenti... ma non avevi messo una bella ricostruzione ambientale sopra, in arena? L'hai rifatto, o queste sono foto antecedenti alla lavorazione?


Non mancherà un buco+tubo di collegamento per un futuro trasferimento in un formicaio piu grande.
grazie per il consiglio sul colore; temterò di colorare le stanze di un colore piu chiaro e le scaverò piu amplie.

P.S.: questo è un nuovo "prototipo"; visto il basso costo del gesso mi sto dedicando a farne diversi come test per arrivare ad una soluzione pratica, funzionale per la colonia e esteticamente carino....la ricostruzione ambientale èe ancora in fase di lavorazione e sarà il tocco finale ;)
Avatar utente
NicoAnt33
uovo
 
Messaggi: 15
Iscritto il: 4 dic '16
Località: Barcelona (Spagna)
  • Non connesso


Torna a Costruire un Formicaio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 12 ospiti