Formica cunicularia by Pietro

Re: Formica cunicularia by Pietro

Messaggioda pietro » 11/08/2016, 23:04

Ciao a tutti di nuovi aggiornamenti non c'è molto ... abbiamo solo una parziale pigmentazione dell'ultima pupa della prima covata. Però ho delle bellissime foto, di qualità un po superiore a quelle precedenti.
Immagine
Immagine

Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk
Avatar utente
pietro
larva
 
Messaggi: 133
Iscritto il: 8 mag '16
  • Non connesso

Re: Formica cunicularia by Pietro

Messaggioda Reptilia » 11/08/2016, 23:38

Che gastri dilatati!
Sì, bellissime!
Formiche in allevamento

Formica sp. Diario: http://formicarium.it/forum/viewtopic.php?f=11&t=11021
Messor capitatus - in fondazione
Camponotus nylanderi - in fondazione
Solenopsis fugax - in fondazione
Crematogaster scutellaris - in fondazione
Reptilia
pupa
 
Messaggi: 354
Iscritto il: 25 ott '15
Località: Bivona (AG)
  • Non connesso

Re: Formica cunicularia by Pietro

Messaggioda pietro » 29/08/2016, 23:20

Buona sera a tutti un Micro aggiornamento, sulla mia colonietta... la prima covata oramai si è schiusa completamente mentre ora abbiamo la seconda di bellissime larve, adesso aspetto le pupe.
Leggendo in giro ho notato che questa specie ha un minimo polimorfismo, dato che alcune operie se pur identiche a quelle più piccole si prestano di qualche millimetro più grandi, si può considerare polimorfismo? E questa è una cosa riservata alle colonie mature oppure lo si può trovare anche in colonie molto piccole?
Posto qualche foto, sono fatte con il cellulare ma bastano per vedete le larve :)

Immagine

Grazie in anticipo per le risposte!
E buona serata a tutti

Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk
Avatar utente
pietro
larva
 
Messaggi: 133
Iscritto il: 8 mag '16
  • Non connesso

Re: Formica cunicularia by Pietro

Messaggioda Reptilia » 30/08/2016, 12:11

Ciao Pietro!
Si potrebbe considerare polimorfismo sì, la mia colonia adesso avrà un 35/40 operaie e ne continuan a sfarfallare, e più si va avanti con le generazioni più sono grandi.
Quelle della prima generazione sono minuscole in confronto a quelle dell'ultima.
Ciao, vediamo che ne pensano gli esperti :-D
Formiche in allevamento

Formica sp. Diario: http://formicarium.it/forum/viewtopic.php?f=11&t=11021
Messor capitatus - in fondazione
Camponotus nylanderi - in fondazione
Solenopsis fugax - in fondazione
Crematogaster scutellaris - in fondazione
Reptilia
pupa
 
Messaggi: 354
Iscritto il: 25 ott '15
Località: Bivona (AG)
  • Non connesso

Re: Formica cunicularia by Pietro

Messaggioda pietro » 02/11/2016, 21:02

Un breve aggiornamento mercoledì 2 novembre 2016 la colonia procede molto bene, ora le operaie sono una ventina... aspetto la nuova covata dato che il gastro della regina è ben dilatato.
Ormai da un po si trovano in una micro arena, per questioni pratiche e di pulizia, ovviamente la provetta ha la chiusa con tubicino e cotone. :-D
ImmagineImmagine
Quasi dimenticavo per questa specie non le farò ibernare.
Inoltre chiedo scusa se non sono stato molto attivo negli ultimi periodi ma l'inizio scuola mi tiene sempre molto impegnato.
Avatar utente
pietro
larva
 
Messaggi: 133
Iscritto il: 8 mag '16
  • Non connesso

Re: Formica cunicularia by Pietro

Messaggioda AntBully » 02/11/2016, 21:47

Mi spiace contraddirti, ma l'ibernazione è obbligatoria.
La regina non depone e non depporrà perché percepisce il cambiamento climatico anche se non sottoposta a temperature basse, come tutte le specie appartenenti al genere Formica: http://formicarium.it/index.php/formich ... unicolaria .
Devi metterla in diapausa, e vedrai che in febbraio ti deporrà tantissime uova! ;)
Dario
"Chi dice che è impossibile, non dovrebbe disturbare chi ce la sta facendo." (Albert Einstein)
Spoiler: mostra
Formiche in allevamento:
Aphaenogaster subterranea
Camponotus lateralis
C. ligniperda
C. piceus
Colobopsis truncata (http://formicarium.it/forum/viewtopic.php?f=9&t=10287)
F. cunicularia (http://formicarium.it/forum/viewtopic.php?f=11&t=9789)
L. niger
Messor capitatus (http://formicarium.it/forum/viewtopic.php?f=13&t=10776)
Monomorium monomorium
Myrmecina graminicola
Myrmica hellenica
Polyergus rufescens
Hypoponera eduardi; Ponera coarctata; Cryptopone ochrachea
Strumigenys tenuipilis
Temnothorax sp.
Tetramorium sp. (http://formicarium.it/forum/viewtopic.php?f=19&t=9929)

Reticulitermes lucifugus
https://www.youtube.com/channel/UCTPsvnfcQxAZA1cvlpKH9rA
Avatar utente
AntBully
moderatore
 
Messaggi: 1731
Iscritto il: 13 giu '15
Località: San Pietro in Casale (BO)
  • Non connesso

Re: Formica cunicularia by Pietro

Messaggioda pietro » 02/11/2016, 22:04

Ha grazie non sapevo fosse obbligatoria l'ibernazione allora mi informo tanto oggi o domani inizio a mandare tutti a nanna

Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk
Avatar utente
pietro
larva
 
Messaggi: 133
Iscritto il: 8 mag '16
  • Non connesso

Re: Formica cunicularia by Pietro

Messaggioda yurj » 05/11/2016, 11:18

:cop: Le schede sono state fatte per essere consultate e documentarsi aiuta ad aumentare molto il successo nell'allevamento!
Spoiler: mostra
In fondazione:
Messor barbarus

In allevamento:
Camponotus cruentatus - C. ligniperda - C. nylanderi - C. vagus
Formica sanguinea
Lasius emarginatus - L. fuliginosus
Myrmica hellenica
Avatar utente
yurj
moderatore
 
Messaggi: 1905
Iscritto il: 4 mar '15
Località: Lugagnano Val d'Arda (PC)
  • Non connesso

Re: Formica cunicularia by Pietro

Messaggioda GianniBert » 05/11/2016, 12:55

Vorrei fare un intervento su queste considerazioni, perché la scheda di F. cunicularia l'ho scritta io ed è affidabile in quanto basata sulle mie esperienze con la specie, oltre che sentendo quelle di altri.
Nel caso delle Formica abbiamo davvero una serie di comportamenti abbastanza precisi, perché per tutti gli anni in cui l'ho seguita, questa specie ha regolarmente portato a termine lo sviluppo della covata entro ottobre e la regina non deponeva più.

Stesso comportamento con altre specie, fino a quest'anno in cui ho dovuto registrare che F. cinerea sta continuando a sviluppare covata.
La stessa segnalazione mi viene da altri che stanno allevando colonie di F. sanguinea, anch'essa, nelle mie osservazioni precedenti, fedelissima nel portare a termine la covata in autunno.

I casi sono due: o l'andamento degli ultimi inverni miti sta incidendo sul comportamento delle Formica in generale, oppure dobbiamo registrare che le specie incriminate possono avere origini locali con ceppi dal comportamento più elastico.
Nel mio caso F. cinerea arriva dal centro-Italia, ma nel caso della colonia di Pietro credo sia della nostra regione e non dovrebbe comportarsi così.

In tutto questo vorrei richiamare l'attenzione a quella che noi chiamiamo ibernazione obbligatoria.
Sappiamo che alcune specie si fermano in questa stagione pur sottoposte alle alte temperature, segno evidente di un imprinting genetico, mentre altre sono più elastiche. Ma come vivono realmente questa fase?
Solo se le temperature nel nido scendono sotto la soglia dei 5-10 gradi le formiche si bloccano completamente, altrimenti restano moderatamente attive, dimostrando reattività se disturbate, anche se trascorrono l'intera giornata immobili, con tutta probabilità abbassando il loro metabolismo.
Ma noi non sappiamo veramente come si comportano in natura nel sottosuolo, sappiamo solo che certe formiche non si muovono all'esterno (dove non troverebbero cibo per alimentare la colonia) e dobbiamo presumere che il rallentamento del loro metabolismo sia volto a preservare la sopravvivenza della specie (così come un similare periodo di estivazione, quando le altrettanto alte temperature potrebbero condizionare il loro comportamento).

Con tutto questo vorrei dire che le specie in cui raccomandiamo l'ibernazione, questa va osservata, anche sottoponendo la colonia a situazioni in cui ci sembra di intervenire a sproposito, dato che hanno ancora la covata apparentemente attiva. Che ci sia una flessione nel loro comportamento date le temperature in evoluzione non vuole dire che un blocco invernale non sia utile o consigliato!
Poi le formiche ci stupiranno sempre, e se faranno qualcosa di inaspettato non vuol dire che sia la norma, piuttosto l'eccezione che conferma la regola.
Messor capitatus - Messor barbarus - Camponotus vagus - Camponotus nylanderi - Camponotus cruentatus - Camponotus barbaricus - Formica cinerea - Formica Lemani - Plagiolepis pygmaea + P. xene
Avatar utente
GianniBert
moderatore
 
Messaggi: 3918
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Milano
  • Non connesso

Re: Formica cunicularia by Pietro

Messaggioda yurj » 05/11/2016, 15:09

Io posso riportare che le mie Formica sanguinea sono rimaste attive a lungo in questo autunno e ancora hanno qualche bozzolo da aprire perché la regina ha continuato a deporre fino a fine settembre date le temperature elevate; ora stanno definitivamente fermandosi e non escono quasi più dalla provetta.
Quindi evidentemente i tempi di attività possono dilatarsi, ma in questo genere la diapausa invernale sembra necessaria e comunque imposta dai bioritmi endogeni di queste formiche.
Spoiler: mostra
In fondazione:
Messor barbarus

In allevamento:
Camponotus cruentatus - C. ligniperda - C. nylanderi - C. vagus
Formica sanguinea
Lasius emarginatus - L. fuliginosus
Myrmica hellenica
Avatar utente
yurj
moderatore
 
Messaggi: 1905
Iscritto il: 4 mar '15
Località: Lugagnano Val d'Arda (PC)
  • Non connesso

Re: Formica cunicularia by Pietro

Messaggioda pietro » 27/02/2017, 23:07

Buonasera a tutti! Liberazione è finalmente finita!!!... la colonia sta benissimo, non ci sono state perdite, e comunque nonostante la temperatura sia scesa (con un minimo di 5º) le formiche non si sono mai immobilizzate del tutto.

La colonia è da tre giorni tornata a 21º-22º con qualche giorno di intermedio, la regina ha già deposto alcune uova!!!
Immagine qui le uova si possono vedere in bocca all'operaia ImmagineImmagine


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Avatar utente
pietro
larva
 
Messaggi: 133
Iscritto il: 8 mag '16
  • Non connesso

Precedente

Torna a Formica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti